Archivi mensili: febbraio 2014

Guida alle agevolazioni fiscali per le persone con disabilità

La normativa tributaria mostra particolare attenzione per le persone con disabilità e per i loro familiari, riservando loro numerose agevolazioni fiscali (altro…)

Parlare di arte con la lingua dei segni

Per parlare di arte servono le parole giuste, o meglio i segni nel caso della Lis. È per questo che Italia nasce un progetto unico al mondo: il primo “Dizionario di Arte Contemporanea in Lingua dei Segni” (altro…)

La sordità presto sarà un ricordo

La cura per la perdita dell’udito si avvicina alla realtà, grazie a cellule capaci di trasformarsi. Lo studio che dimostra come le cellule ciliate possano rigenerarsi. Chi ha perso l’udito o soffre di ipoacusia potrà probabilmente tornare a sentire grazie alla scoperta degli scienziati (altro…)

SocialKitchen, la cucina sul web è sempre più social:ora le lezioni sono anche nel linguaggio dei segni

SocialKitchenLo streaming in diretta video e la condivisione in tempo reale anche per i non udenti, grazie ad ANIOS, l’Associazione Interpreti di Lingua dei Segni Italiana (LIS) (altro…)

Angel incanta anche Roma: la cagnolina sorda fa incetta di premi

Non smette di stupire Angel. La border collie di tre anni diventata improvvisamente sorda nel giorno dell’Epifania, a fine gennaio aveva commosso tutti conquistando il terzo posto di combinata nella prima prova delle finali nazionali Csen di agility-dog (altro…)

Ca’ Foscari lancia sul web il video dizionario dei segni

«Spread the Sign» raccoglie più di 100 mila segni di 24 lingue da tutto il mondo (altro…)

Amalia e Basta, al Teatro Cantiere Florida di Firenze

Amalia e BastaSabato 1 marzo 2014 alle ore 21.00, al Teatro Cantiere Florida di Firenze, nella Stagione di Prosa 2013 – 2014, va in scena “Amalia e Basta”, testo,  regia  e interpretazione di Silvia Zoffoli (altro…)

La Lis arriva all’Università della Tuscia

VITERBO.  Lunedì 24 febbraio 2014 la studentessa Mariasole Portale discuterà la prima tesi di laurea dell’Università della Tuscia sulla Lingua dei segni italiana (LIS), nell’ambito del corso di laurea in Lingue (altro…)

Un ricevitore di suoni e uno stimolatore del nervo acustico. I centri di eccellenza in Italia

I centri di eccellenza in Italia. È l’impianto cocleare, sempre più piccolo ed efficiente, la soluzione per le sordità gravi. Un orecchio bionico sta per abbattere il muro del silenzio (altro…)

Il ministro Carrozza “La lingua dei segni deve essere insegnata in classe”

carrozza ministroROMA. Inserire lo studio della lingua dei segni (Lis) a scuola «è sicuramente un percorso che dobbiamo fare, perché la lis è importante». Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Maria Chiara Carrozza (altro…)

Torna su ↑

Torna su