Archivi mensili: febbraio 2018

Da un film a un festival, il mondo sorprendente della lingua dei segni

La lingua dei segni ci rivela con discrezione un mondo per noi inedito. E può regalarci sprazzi di poesia. (altro…)

Start-up benefiche: Looqui ha creato il primo telefono per sordociechi

Il ruolo della tecnologia lo conosciamo tutti: soddisfare una certa esigenza prima latente, poi resa possibile dall’avanzare delle conoscenze e della scienza. (altro…)

L’Unione italiana ciechi e ipovedenti aderisce a Fondazione Lia, Libri italiani accessibili

L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti (Uici) aderisce alla Fondazione Lia (Libri Italiani Accessibili), diventandone partecipante istituzionale.  (altro…)

Braille e voto: un binomio efficace per elezioni più inclusive?

In Italia per gli elettori ciechi esiste solo la possibilità del voto assistito. Potrebbe (e come) il Braille favorire l’autonomia? (altro…)

Bonus telefono e internet per disabili

Diritto alle esenzioni e riduzioni delle tariffe di abbonamento telefonico e internet per sordi e ciechi, sia per telefonia fissa che mobile. (altro…)

Azioni che puntano a una formazione tiflologica di qualità

Un corso di aggiornamento e uno di formazione, che d’ora in poi si ripeteranno ogni anno, sono stati promossi dall’IRIFOR, (altro…)

Il Consiglio Europeo facilita l’accesso alle opere pubblicate ai non vedenti

BRUXELLES. Il Consiglio europeo ha adottato una decisione con cui approva la ratifica del trattato di Marrakech (altro…)

UEFA, non vedenti allo stadio: servizi con radiocronaca

Pronta una iniziativa con cuffiette e commento della partita con esperti della comunicazione che descriveranno anche espressioni facciali, (altro…)

Sentire il cinema al buio

Due speciali visite al buio, nella prima delle quali le persone bendate saranno guidate da persone non vedenti, sono previste per il 17 e il 21 febbraio, (altro…)

Il Carnevale di Rio raccontato ai sordi in Tv in lingua dei segni

RIO DE JANEIRO. Per la prima volta nella storia, lo strabiliante carnevale di Rio de Janeiro, in Brasile, viene raccontato anche alle persone audiolese (altro…)

Torna su ↑

Torna su