Archivi annuali: 2018

A Bollengo, nel canavese, una cena al buio con gli ipovedenti

La delegazione zonale del Canavese di APRI-onlus, con la partecipazione di alcuni camerieri non vedenti, organizzerà una cena al buio presso la Trattoria “Peynet” in via Nazionale 73 a Bollengo. (altro…)

Un film per non vedenti, un inno alla vita

Entro la fine dell’anno arriverà nelle sale “La luce della Luna”, il primo, innovativo progetto per far godere dello spettacolo anche chi ha problemi di ipovisione.  (altro…)

Glaucoma, un test del DNA per scoprire chi è a rischio

Un test genetico è all’orizzonte per scoprire chi è a rischio di glaucoma, principale causa di cecità nell’età adulta. (altro…)

Cantare in lingua dei segni: lo insegna il “Lis performer”

La lingua dei segni non è solo un mezzo di comunicazione, ma anche di espressione artistica e perfino musicale.  (altro…)

Ad Alba la Stanza Multisensoriale Snoezelen per bambini disabili

Presso la sede della cooperativa Alice. La stanza di Ludica si ispira al modello olandese e consente di raggiungere i bambini con disabilità attraverso i sensi e le vibrazioni del proprio corpo.  (altro…)

Raccontare i pregiudizi sulla capacità lavorativa dei disabili visivi

È questo l’obiettivo del documentario realizzato in collaborazione con i protagonisti del film dando vita a una narrazione che ripercorre le storie (altro…)

Ipovisione e cecità, arriva “H4O”

Innovazione, co-progettazione, co-design, nuovo approccio educativo: sono questi gli elementi alla base di H4O – Hackathon for Ophthalmology(altro…)

Andare oltre, il baseball giocato dalle persone cieche e ipovedenti

Tra gli sport che possono essere praticati dalle persone disabili c’è anche il baseball, sport di squadra molto  (altro…)

La storia del bond che contrasta la cecità

 I dati pubblicati dalla rivista The Lancet per l’ultima Giornata Mondiale della Vista rivelano che negli

(altro…)

Glaucoma: si apre una nuova strada

Si stima che l’1.5% degli italiani al di sopra dei 55 anni di età sia affetto da glaucoma, ma la metà non lo sa.  (altro…)

Torna su ↑

Torna su