Disabilità sensoriali

Disabilità sensoriali: tutte le agevolazioni orientate a una miglior comunicazione

In attesa dell’aggiornamento delle linee guida AGCOM riepiloghiamo quelle attualmente in vigore
In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità 2020, con Delibera n. 604/20/CONS, il Consiglio d’Amministrazione di AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni) ha avviato una consultazione pubblica con l’obiettivo di aggiornare l’attuale regolamentazione in materia di agevolazioni per utenti non vedenti e non udenti.

“Con questa iniziativa – ha dichiarato la Commissaria Elisa Giomi, relatrice del provvedimento – l’Autorità intende estendere le agevolazioni anche agli utenti invalidi con gravi limitazioni della capacità di deambulazione”. La consultazione avrà la durata di 60 giorni (da calcolarsi a partire dal 19 novembre 2020) e le nuove agevolazioni dovranno essere rese operative entro successivi 120 giorni, indicativamente quindi attorno alla metà di maggio 2021.

Il nuovo provvedimento andrà ad aggiornare quello attualmente operativo, datato 26 gennaio 2017: Delibera n. 46/17/CONS. In attesa delle nuove agevolazioni – tra le quali sono già stati annunciati uno sconto del 50% sul prezzo di tutte le offerte voce e dati di rete mobile oltre all’introduzione di specifiche misure in materia di trasparenza e customer care – sintetizziamo di seguito gli sgravi già disponibili per sordi, ciechi totali e ciechi parziali.

AGEVOLAZIONI SERVIZIO VOCE PER SORDI (Art. 3)
Esenzione dal pagamento del canone di abbonamento al servizio telefonico per gli abbonati residenziali sordi e per gli abbonati residenziali nel cui nucleo familiare sia presente un soggetto sordo.

MISURE SPECIFICHE PER SERVIZI VOCE E DATI DA POSTAZIONE FISSA (Art. 4)
Riduzione del 50% del canone mensile per tutte le offerte flat e semiflat voce e dati e per le offerte di sola navigazione internet o la fruizione di almeno 180 ore mensili gratuite di navigazione internet per tutte le proprie offerte di accesso a internet a consumo per utenti sordi, ciechi totali e ciechi parziali, così come per gli utenti nel cui nucleo familiare sia presente un soggetto sordo, cieco totale o cieco parziale, a prescindere dalla tecnologia e dalla velocità di connessione prescelte dal richiedente.

Inoltre, ogni richiesta da parte dell’utente di cambio di piano tariffario, indipendentemente dalla tecnologia di connessione, laddove tecnicamente possibile, deve essere eseguita dall’operatore senza alcun costo per l’utente finale, salvo i casi di reiterate e immotivate richieste di cambio profilo.

MISURE SPECIFICHE PER SERVIZI VOCE E DATI DA POSTAZIONE MOBILE (Art. 5)
Per gli utenti sordi, gli operatori mobili sono tenuti a predisporre un’offerta specifica che comprenda un volume di traffico dati di almeno 20 Gigabyte, da consumarsi entro il periodo di riferimento dell’offerta, e l’invio di almeno 50 SMS gratuiti al giorno.

Per gli utenti ciechi totali e ciechi parziali, gli operatori mobili sono tenuti a predisporre un’offerta specifica che comprenda almeno 2000 minuti di traffico voce gratuiti ed un volume di traffico dati di almeno 10 Gigabyte, da consumarsi entro il periodo di riferimento dell’offerta.

In entrambi i casi il prezzo di ciascun altro servizio, fruibile all’interno dell’offerta, non superi il miglior prezzo dello stesso servizio comunque applicato dal medesimo operatore all’utenza. Inoltre, il costo totale non deve superare il 50% del miglior prezzo applicato dal medesimo operatore all’utenza per analoghe offerte vigenti caratterizzate almeno dallo stesso volume di traffico dati.

Ciascun utente sordo o cieco ha diritto ad accedere all’offerta specifica con riferimento a un solo numero telefonico mobile.

REQUISITI SITI WEB (Art. 6)
Gli operatori pubblicano sono tenuti a pubblicare sul proprio sito web, una pagina denominata “Agevolazioni per non vedenti e non udenti” contenente informazioni dettagliate sulle offerte specifiche da postazione fissa e mobile, e la relativa modulistica, accessibile tramite un link, presente in home page, dedicato alle informazioni utili al consumatore.

L’elenco delle offerte pubblicate dovrà essere formulato in modo chiaro e sintetico affinché possa essere fruito attraverso differenti canali sensoriali. In assenza di soluzioni grafiche adatte a facilitare la comprensione dei contenuti delle pagine ai non udenti, l’offerta dedicata ai clienti sordi deve essere affiancata da un video in lingua dei segni che descriva i dettagli dell’offerta e le modalità di accesso. Analogamente, in assenza di alternative testuali adatte a facilitare la comprensione dei contenuti delle pagine ai non vedenti, l’offerta dedicata ai clienti ciechi deve essere affiancata da un’audio-guida descrittiva dei dettagli dell’offerta e delle modalità di accesso.

Le soluzioni grafiche e le alternative testuali adatte a facilitare la comprensione dei contenuti delle pagine a sordi e ciechi devono essere concordate dagli operatori con le associazioni rappresentative dei diritti dei sordi o dei ciechi.

COME PRESENTARE DOMANDA
Per le modalità d’invio della documentazione si rimanda ai siti dei diversi fornitori (si veda il punto precedente), avendo sempre presente che, per tutte queste agevolazioni, la domanda può essere presentata dall’abbonato sia al momento della prima attivazione sia in qualsiasi momento successivo del rapporto contrattuale, ciò significa che l’agevolazione è sfruttabile non solo da parte dei sordi dalla nascita ma anche, al bisogno, da coloro con patologie di degenerazione progressiva dell’udito o della vista, pensiamo per esempio a sindrome di Pendred o a sindrome di Usher e a retinite pigmentosa o retinoblastoma. L’esenzione ha effetto dal giorno di presentazione della domanda.

Alla domanda deve essere allegata esclusivamente la certificazione medica rilasciata dalla competente autorità sanitaria pubblica comprovante la sordità, la cecità totale e parziale, nonché, per il caso in cui la domanda sia presentata da un utente convivente con il soggetto avente diritto, anche la certificazione relativa alla composizione del nucleo familiare.

“Comunicare è un bisogno essenziale – ha concluso la professoressa Giomi in occasione dell’avvio delle procedure di aggiornamento di queste agevolazioni – e un diritto individuale inalienabile, perché è alla base della nostra vita di relazione. Garantire a tutte le categorie di utenti il più ampio accesso agli strumenti della comunicazione mediale su criteri di parità e di equivalenza, oltre a essere un nostro preciso dovere, fa compiere ad AGCOM un passo in avanti sulla strada della innovazione e della giustizia sociale”.

Per questo, un’altra importante novità contenuta nella consultazione è l’avvio di un tavolo tecnico finalizzato all’introduzione di servizi di “conversazione globale”, così che tutte le persone che hanno difficoltà nell’esposizione verbale possano essere agevolate nella conversione in tempo reale del testo in parole e viceversa.

Fonte: osservatoriomalattierare.it

(la)

  • giovedì, 14 Gennaio 2021