Disabilità sensoriali

L’Ente Nazionale Sordi e la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo

L’Ente Nazionale Sordi in occasione della ricorrenza annuale World Autism Awareness Day, istituita dall’Assemblea Generale dell’Onu nel 2007 e celebrata il 2 aprile di ogni anno, intende richiamare l’attenzione di tutti, sui diritti delle persone sorde con autismo. La ricerca scientifica, la consapevolezza e gli interventi volti a sensibilizzare l’opinione pubblica, sono tra gli argomenti principali di questa importante giornata.

L’Ente Nazionale Sordi, ha avviato una serie di attività per garantire le persone sorde con pluridisabilità, partendo dal monitoraggio della situazione Italiana e, grazie al lavoro del Conasd (Comitato Nazionale Sordi con più Disabilità – istituito il 3 maggio 2018) ed all’impegno del team che lo compone, sono stati avviati numerosi progetti a favore dell’integrazione sociale e della vita attiva dei sordi con spettro autistico. Illuminare di blu i monumenti più belli del mondo, come è stato fatto nel 2019, ha significato ricordare a tutti che l’Autismo non è una malattia che prevede una diagnosi e una cura.

L’Autismo è una sindrome che riguarda tutta la morfologia della persona, che interessa ogni aspetto del suo essere. Ogni individuo con autismo è unico, ed è proprio questo che vuole sottolineare la Giornata Mondiale sull’Autismo. Da quando le scuole sono chiuse a causa della drammatica emergenza causata dal Covid-19, le famiglie delle persone con pluridisabilità hanno iniziato a sentirsi particolarmente abbandonate. Ed è proprio per questa ragione che il Conasd non arresta la sua corsa e prosegue le sue attività, sia di monitoraggio che di progettazione, affinché siano garantiti supporti e sostegni alle famiglie in situazioni di particolare fragilità. Si potrebbe parlare di una “doppia emergenza” che abbraccia un vasto bacino di nuclei familiari con, al loro interno, membri con disturbo dello spettro autistico. La gestione h24 di queste persone risulta essere particolarmente complessa, soprattutto alla luce della chiusura delle scuole e della quasi totalità dei centri sanitari e socio-sanitari e dei centri di riabilitazione. A ciò bisogna aggiungere tutte le difficoltà che vive chi non si è creato una rete di sostegno, possibile soprattutto grazie alla scuola e ai progetti che ruotano intorno a gruppi di lavoro pubblici e privati.

L’obiettivo che l’Ente vuole raggiungere con queste parole, è quello di far maturare una piena consapevolezza sull’Autismo, nonché quello di far conoscere al mondo le difficoltà che i sordi affetti da pluridisabilità affrontano nella vita di tutti i giorni. La speranza, inoltre, è quella di sensibilizzare le persone tutte sul tema della disabilità in generale e contribuire a realizzare una società realmente inclusiva.

A causa dell’emergenza coronavirus le iniziative gia programmate da CoNaSD per la sordità associata ad autismo (Seminario e Workshops) sono state rinviate a data da destinarsi. 

Fonte: ens.it

(c.a.)

  • giovedì, 2 Aprile 2020