Disabilità sensoriali

Google, due nuove app per aiutare i non udenti

Google sempre più inclusiva. Il colosso di Mountain View ha annunciato due nuove funzionalità per gli smartphone Android: Live Transcribe e Sound Amplifer, entrambe pensate per gli utenti che hanno problemi di udito o sono sordi.

Live Transcribe è un’applicazione che trascrive automaticamente il parlato in tempo (quasi) reale, consentendo alle persone di comunicare anche quando potrebbero non essere in condizione di farlo. Sound Amplifer, invece – come suggerisce il nome stesso –  è stato pensato per aiutare gli utenti con problemi di udito, consentendo loro di modificare le impostazioni del suono per migliorare le capacità di ascolto.

Sound Amplifier è stato annunciato per la prima volta lo scorso maggio durante il Google I/O. Entrambe le due app saranno prossimamente disponibili e preinstallate sugli smartphone Pixel 3, ma saranno installabili anche su altri device tramite Google Play Store. Live Transcribe viene rilasciato come beta a numero chiuso, mentre Sound Amplifier sarà compatibile solo con il sistema operativo Android 9 Pie.

Live Transcribe supporta fino a 70 idiomi differenti (è possibile impostare una lingua primaria e una secondaria, e passare da una all’altra con un tocco rapido) e anche se funziona solamente con una connessione ad internet attiva Google non salva le trascrizioni e nemmeno l’audio, probabilmente per una questione di privacy.

Sia per quanto riguarda Sound Amplifier che Live Transcribe Google non ha escluso – per il futuro – una possibile versione per iOS, ma al momento lo sviluppo è totalmente focalizzato sul mondo Android.

Sound Amplifier è già disponibile sul Play Store in USA e ancora non è chiaro se e quando arriverà in Italia, mentre Live Transcribe ricordiamo che è ancora in closed beta.

Fonte: webnews.it

  • martedì, 5 Febbraio 2019