Raccontare i pregiudizi che ruotano attorno alla capacità lavorativa dei disabili visivi nell’era del digitale, ma anche i successi di “chi ce l’ha fatta” riuscendo ad abbattere il muro dello stereotipo e conquistando posizioni rilevanti all’interno di aziende o enti pubblici.

È questo uno dei tanti obiettivi dell’autrice Alessia Bottone – già ideatrice del documentario “Vorrei ma non posso: quando le barriere architettoniche limitano i sogni” – che con “Ritratti in controluce. Cecità, stereotipi e successi a confronto” ha dato vita a una narrazione che ripercorre il vissuto e le esperienze degli intervistati allo scopo di contribuire a sensibilizzare e diffondere le buone pratiche e gli esempi virtuosi nazionali.

Il documentario, realizzato grazie al sostegno di Fondazione Giorgio Zanotto di Verona e patrocinato dal Consiglio Regionale del Veneto, Provincia di Verona, Comune di Verona, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, FAND, Medicina Narrativa e CSV Verona sarà presentato sabato 17 novembre alle 15.30 nel Salone d’Onore del Palazzo Muncipale di Cuneo.

Molto spesso le persone con disabilità visiva sono relegate ai centralini, indipendentemente dalle loro capacità, aspirazioni e titoli di studio. Si tratta di occasioni mancate delle quali non si sente mai parlare, figlie di una scarsa conoscenza della disabilità visiva e di un’informazione imprecisa e confusa. Il docu-film annovera più protagonisti e si concentra sulle esperienze di Federico Borgna – Sindaco di Cuneo, Consuelo Battistelli – Diversity Engagement Partner di IBM, Carlo Carletti – ex centralinista della Banca di Italia,Michele Landolfo – Consulente tecnologie assistive e Gabriella Ferri di Unicredit e vuole approfondire il tema delle nuove tecnologie che, oggigiorno, permettono di affrontare la cecità in un modo completamente diverso rispetto al passato.

L’evento è organizzato dal Unione Italiana Ciechi – Sezione di Cuneo. All’incontro prenderanno parte Federico Borgna, Sindaco di Cuneo, Adriano Gilberti, Presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti del Piemonte, Simone Zenini, Presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Cuneo, Alessia Bottone, giornalista e Regista, Elisabetta Torchio, psicologa e coordinatrice regionale del Progetto UICI-CNOP “Stessa strada per crescere Insieme”. L’evento sarà moderato da Gianni Marini, giornalista de “La Stampa”.

fonte: www.ilnazionale.it

P.C.