Ascoltare le voci dal territorio, che disegnano più di ogni altra cosa le criticità e i disservizi della scuola, e cercare di dar loro risposte appropriate: nasce per questo “Pronto Scuola!”, nuovo servizio telefonico nazionale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), mediante il quale raggiungere appunto le famiglie, le scuole e gli stessi alunni e docenti di tutte le zone d’Italia.

Prende il via il nuovo servizio telefonico nazionale dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), denominato Pronto Scuola!, mediante il quale raggiungere le famiglie, le scuole e gli stessi alunni e docenti di tutte le zone d’Italia.
«Attraverso Pronto Scuola! – spiega Marco Condidorio, componente della Direzione Nazionale dell’UICI e in quest’ultima coordinatore delle Commissioni Nazionali Istruzione e Formazione e Terza Età – l’UICI si prefigge alcuni obiettivi essenziali per la loro funzione strategica, ovvero innanzitutto ascoltare le voci dal territorio, che disegnano più di ogni altra cosa le criticità e i disservizi della scuola, quali: la mancata assegnazione del docente per il sostegno didattico o l’impreparazione dello stesso; l’erogazione “ballerina” dei testi scolastici, per vari problemi che nello specifico riguardano questo tipo di servizio, quali ad esempio trascrizioni improvvisate o peggio inutilizzabili, ma anche trascrizioni mancate o eseguite in forte ritardo, spesso a causa di un disservizio della stessa organizzazione scolastica che, evidentemente va sostenuta e debitamente formata; e ancora, assistenti alla comunicazione privi dei requisiti o con titoli inadeguati; un’assistenza di base insufficiente o peggio non assegnata; il sovraffollamento e la sovrapposizione di figure con competenze diverse; un dialogo difficile tra tali figure e i genitori; dirigenti scolastici latitanti o incompetenti; norme regionali insufficienti e quelle nazionali inapplicate; aule affollate che disattendono le necessità e i diritti degli alunni e degli studenti in situazione di disabilità».

«Tra gli altri obiettivi del servizio – prosegue Condidiorio – vi sono poi quelli di dare sostegno anche sulle attività di alternanza scuola-lavoro, sulle prove INVALSI e sulla certificazione e la stesura del PEI (Piano Educativo Individualizzato)».
«L’UICI – conclude – è al servizio della scuola, in particolare per tutto ciò che afferisce i percorsi di inclusione scolastica, che riguardano tutti i nostri bambini, alunni e studenti frequentanti la scuola stessa». (S.B.)

Il numero del servizio Pronto Scuola! dell’UICI sarà 06 69988387, attivo il martedì (ore 15-18), il mercoledì (ore 15-18) e il giovedì (ore 9-12).
Sarà inoltre attiva, dal lunedì al venerdì (sino alle 13), anche una segreteria telefonica, per consentire la registrazione di brevi comunicati, i quali verranno recepiti dalla struttura e dal coordinatore del servizio, che successivamente contatteranno coloro che avranno lasciato i propri riferimenti dopo il messaggio.
Infine, tra qualche giorno verrà attivato anche l’indirizzo di posta elettronica prontoscuola@uiciechi.it, pensato per dare l’opportunità a tutti di contattare il servizio, condividendo documenti di ogni tipo, afferenti al proprio caso personale o riguardanti attività scolastiche promosse dal territorio o dalla scuola di riferimento, ove sia presente un alunno/studente in situazione di minorazione visiva e/o con minorazione aggiuntiva.

Fonte: superando.it