Una app gratuita, in sei lingue e 10 Paesi, che consentirà anche alle persone sorde di telefonare in autonomia al “Pronto Unitalsi”, il servizio nato nel 2013 per fornire informazioni ma anche ascolto e supporto a chi vive nel disagio e nella solitudine.

Un servizio a cui si rivolgono oltre 20 mila persona l’anno. Pedius e Unitalsi hanno ora rinnovato la loro sinergia, sperimentata con successo in occasione dell’Anno Straordinario della Misericordia.

L’obiettivo è facilitare l’accesso al servizio telefonico a chi non sente. Pedius infatti è nato proprio per abbattere le barriere della comunicazione per le persone sorde che hanno difficoltà ad accedere ai servizi telefonici.

L’applicazione è disponibile gratuitamente per i dispositivi Apple e Android, supporta 6 lingue ed è presente in 10 Paesi, facilitando la comunicazione di oltre 15 mila utenti.

Fonte: agenzia.redattoresociale.it