Disabilità sensoriali

La protesta dei disabili visivi

CHIVASSO. Sono 80 i disabili visivi che risiedono sul territorio dell’Asl To4 (Settimo, Borgaro, Leinì, Ivrea, Ciriè, Chivasso, ecc.) e La protesta dei disabili visivifirmatari di una lettera indirizzata a Lorenzo Ardissone, direttore generale dell’Azienda sanitaria. Il tema, ancora una volta, sono i problemi di funzionamento riscontrati durante l’ultima gestione del Centro di Riabilitazione Visiva di Ivrea.

Nell’estate 2015 le firme erano state appena 27, il numero adesso si è quasi triplicato, segno di un disagio a cui, secondo l’associazione Apri, non si è ancora trovato rimedio.

«Nell’agosto 2015 – spiega Marco Bongi, presidente dell’associazione pro retinopatici – promettemmo a Lorenzo Ardissone che la nostra associazione non avrebbe soffiato sul fuoco della protesta. E così è stato per un anno interno, nonostante le continue lamentele che ci pervenivano. Personalmente non ho nemmeno accettato di sottoscrivere quest’ultima lettera, ma ritengo che le richieste siano più che giustificate».

Apri Onlus, a tal proposito, attende con fiducia un intervento del direttore generale che, in occasione della prossima scadenza della convenzione, possa ricreare condizioni di regolare operatività del centro, tenendo in debito conto le attività effettivamente svolte sul territorio in questo delicato settore. «Siamo a disposizione della dirigenza Asl ed attendiamo un incontro chiarificatore – conclude Bongi –  occorre guardare al futuro».

Fonte: nuovaperiferia.it

  • mercoledì, 29 Giugno 2016