Disabilità sensoriali

Cuda alla guida degli otorino italiani: “Grandi progressi clinici”

Domenico Cuda, primario all’ospedale di Piacenza, è stato eletto presidente degli otorinolaringoiatri ospedalieri italiani (AOOI)

L’incarico, di durata biennale, è stato conferito al professionista, piacentino d’adozione, in occasione del 101esimo congresso nazionale degli otorinolaringoiatri svoltosi a Catania

La società scientifica raccoglie 1600 professionisti attivi negli ospedali italiani ed è molto attiva sul fronte dell’aggiornamento degli specialisti e delle pubblicazioni scientifiche.

Cuda, calabrese di origine, è alla guida dell’Otoringolaringoiatria del Guglielmo da Saliceto da 11 anni; il reparto è un punto di eccellenza nazionale soprattutto nell’ambito della bionica uditiva (inserimento di protesi cocleari per combattere la sordità). Il prestigioso incarico s’inquadra in un momento particolare che la specialità sta affrontando.

Negli ultimi anni l’otorinolaringoiatria ha compiuto – evidenzia Cuda – straordinari progressi clinici, sicuramente maggiori rispetto a quelli di altre specialità, garantendo ai pazienti notevoli benefici in termini di qualità della vita.

Basti pensare alla chirurgia oncologica ricostruttiva, che è andata raffinandosi notevolmente. Oggi si possono preservare e ricostruire parti sempre più estese di bocca, lingua, faringe e laringe quando sono danneggiate dai tumori, preservandone le funzioni. Altro ambito notevole di progresso è quello della chirurgia endoscopica della base del cranio. Il terzo settore d’avanguardia per l’otorinolaringoiatria italiana è quello della bionica uditiva, che consente l’inserimento di protesi cocleari per combattere la sordità.

Tutti questi progressi – conclude Cuda – sono accompagnati da un notevole sforzo dei professionisti per formarsi e poi aggiornarsi in modo sempre più mirato, per raggiungere ulteriori traguardi nei diversi ambiti di competenza.

L’Otorinolaringoiatria di Piacenza rispecchia in pieno questo percorso di sviluppo e progresso. In particolare, negli 11 anni di guida di Cuda, il reparto ha consolidato un trend di crescita nell’ambito della vocazione alla bionica uditiva. L’impianto di protesi cocleari ha raggiunto traguardi importanti, permettendo di allargare le indicazioni all’inserimento. “Partecipiamo a studi multicentrici e a sperimentazioni cliniche, collocandoci tra i protagonisti delle innovazioni”.

 

Fonte: piacenzasera.it

(c.p.)

  • lunedì, 16 Giugno 2014