InformAmbiente





Autorizzazioni allo scarico

Ultimo aggiornamento 23.02.2016, 11:23

inquinamento

Secondo quanto prescrive la normativa nazionale, tutti gli scarichi devono essere preventivamente autorizzati, ad eccezione degli scarichi di acque reflue domestiche in reti fognarie, che sono sempre ammessi nell'osservanza dei regolamenti fissati dal gestore del servizio idrico integrato e per cui va fatta domanda di allacciamento.

Per lo scarico in acque superficiali e sul terreno da parte degli insediamenti civili che non scaricano in pubblica fognatura, è necessaria apposita autorizzazione.
La domanda di autorizzazione va presentata al Servizio Adempimenti Tecnico Ambientali, Ufficio Inquinamento Idrico, via Padova 29 - 10152 Torino

Documentazione da presentare

  1. Domanda per il rilascio di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche in acque superficiali o negli strati superficiali del sottosuolo, con i relativi allegati, debitamente compilata e sottoscritta ed in bollo da 16,00 €. Il modello di domanda è prelevabile al link sotto riportato.
  2. Attestazione del pagamento della quota di avvio istruttoria di 15,00 € con causale “Ambiente e Territorio, scarichi idrici non in pubblica fognatura” da versare o mediante bollettino sul conto corrente postale n. 26616102 intestato a “Tesoreria Città di Torino – Servizio di Tesoreria” o mediante bonifico bancario con accredito su conto corrente n. 110050089 Codice IBAN IT56T0200801033000110050089 intestato a “Comune di Torino”.
     

Domanda per il rilascio di autorizzazione (file pdf 28 Kb - file DOC 41 Kb) 

Dove rivolgersi

Servizio Adempimenti Tecnico Ambientali - Ufficio Inquinamento Idrico
Via Padova 29 - 10152 Torino
Tel. 011 01126540/20187 - Fax 011 01126562
E-mail: adempimentiambientali@comune.torino.it 


L'autorizzazione è valida per 4 anni dal momento del rilascio ed è tacitamente rinnovata ai sensi dell’art.4 della L. R. n.6/2003 e s.m.i.
Per gli insediamenti soggetti a diversa destinazione, ad ampliamento o modifica dell’impianto di depurazione, deve essere richiesta nuova autorizzazione.


Torna indietro | Condizioni d'uso, privacy e cookie | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina