InformAmbiente





Autorizzazioni allo scarico

Ultimo aggiornamento 13.04.2022, 14:56

inquinamento

Secondo quanto prescrive l’attuale normativa nazionale e regionale (D.Lgs. 152/2006 e L.R. 6/2003), tutti gli scarichi devono essere preventivamente autorizzati, ad eccezione degli scarichi di acque reflue domestiche in reti fognarie, che sono sempre ammessi nell'osservanza dei regolamenti fissati dal gestore del servizio idrico integrato e per cui va fatta domanda di allacciamento (a Torino, https://www.smatorino.it/).

Le acque reflue domestiche, o assimilabili, che non sono scaricate in fognatura, al verificarsi di determinate condizioni previste dalla normativa vigente (L.R. 13/1990), devono essere sottoposte ad un trattamento di depurazione prima dello scarico in corpi idrici superficiali, sul suolo o nei primi strati del sottosuolo.

In particolare:

  • il Comune di Torino autorizza gli scarichi nelle acque superficiali o sul suolo o nel sottosuolo insaturo provenienti dagli insediamenti adibiti ad abitazione o allo svolgimento di attività alberghiera, turistica, sportiva, ricreativa, culturale, scolastica e commerciale;
  • la Città Metropolitana di Torino autorizza gli scarichi provenienti da altre tipologie di attività, ed in ogni caso gli scarichi recapitanti in falda (http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/ambiente/risorse-idriche);
  • per quanto riguarda le imprese, a prescindere dall’ente competente al rilascio dell’autorizzazione, la domanda va presentata al SUAP della Città di Torino (http://www.comune.torino.it/commercioeimpresa/suap/);
  • nel caso, invece, di privati cittadini o di condomini, la domanda di autorizzazione va presentata, per il Comune di Torino, all’Area Qualità del Territorio – U.O. Bonifiche Ambientali e Scarichi Idrici, via Padova 29 - 10152 Torino.

Documentazione da presentare 

  1. Domanda per il rilascio di autorizzazione allo scarico di acque reflue domestiche, o assimilabili, in acque superficiali o sul suolo o negli strati superficiali del sottosuolo, con i relativi allegati, debitamente compilata e sottoscritta. Il modello di domanda è prelevabile al link sotto riportato.
  2. Ricevuta di cortesia dell’avvenuto pagamento sul portale PiemontePay del diritto per spese di istruttoria e sopralluoghi di 45 €.
  3. Marca da bollo da 16 € in caso di presentazione cartacea oppure, in caso di presentazione in formato digitale, dichiarazione di assolvimento dell’imposta di bollo come da modello scaricabile al link sotto riportato. 

Il pagamento per le spese di istruttoria e sopralluogo dovrà avvenire sul portale PiemontePay (https://pay.sistemapiemonte.it/epayweb/), utilizzando il pulsante per “pagamento spontaneo” e scegliendo, nella schermata successiva, come Ente il Comune di Torino e come Pagamento la voce Ambiente - Diritti - Domanda per autorizzazione scarichi civili.

A seguito di istruttoria e sopralluogo positivi sarà rilasciata l’autorizzazione, per il ritiro della quale occorre un’ulteriore marca da bollo da 16 € da consegnare in originale all’atto del ritiro. Nel caso di richiesta dell’autorizzazione via PEC, occorrerà compilare la dichiarazione di assolvimento dell’imposta di bollo in merito all’annullamento della seconda marca da bollo come da modello scaricabile al link sotto riportato.

L’ufficio preposto contatterà il richiedente per concordare le modalità di ritiro o trasmissione (solo via PEC) dell’autorizzazione.

Domanda per il rilascio di autorizzazione (file pdf - file doc

Modello di dichiarazione per la marca da bollo (file pdf) 

Durata dell'autorizzazione

L'autorizzazione è valida per 4 anni dal momento del rilascio ed è tacitamente rinnovata ai sensi dell’art. 4 della L. R. 6/2003.

Il Comune provvede ad effettuare dei sopralluoghi di controllo successivamente allo scadere dei primi 4 anni di validità dell’autorizzazione.

In caso di:

  • trasferimento in altro luogo dell’attività, o in caso di cambiamento della destinazione d’uso dell’immobile, suo ampliamento o ristrutturazione da cui derivi uno scarico avente caratteristiche qualitativamente o quantitativamente diverse da quelle dello scarico preesistente, dovrà essere richiesta una nuova autorizzazione;
  • analoghi interventi anche se dagli stessi non derivi un cambiamento delle caratteristiche qualitative o quantitative dello scarico autorizzato oppure in caso di cambiamento del titolare dello scarico, dovrà essere data comunicazione al Comune al fine di poter prendere atto della nuova situazione.

Dove rivolgersi

Area Qualità del Territorio – U.O. Bonifiche Ambientali e Scarichi Idrici

Via Padova 29 - 10152 Torino

Tel. 011 01120187, 011 01126563 (informazioni tecniche), 011 01120189 (informazioni amministrative)

E-mail: adempimentiambientali@comune.torino.it ;

PEC: ambiente@cert.comune.torino.it

 


Torna indietro | Condizioni d'uso, privacy e cookie | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina