InformAmbiente





La zonizzazione acustica

Ultimo aggiornamento 04.01.2011, 12:56

La classificazione acustica è costituita dalla suddivisione del territorio cittadino in aree omogenee, secondo 6 classi acustiche. Finalità di tale suddivisione è attribuire i limiti propri per ogni utilizzo del territorio, dagli usi più tutelati (ad esempio scuole e ospedali) a quelli che per propria natura producono livelli  acustici significativi (aree produttive).
Con la Deliberazione del Consiglio Comunale del 20 dicembre 2010 è stata approvato il Piano di Classificazione Acustica del territorio del Comune di Torino, costituito da:
Fase II - Analisi territoriale di completamento e perfezionamento della bozza di Classificazione Acustica - fogli 1÷17b - (scala 1:5000) - (Tavole 1)

Fase III - Omogeneizzazione della Classificazione Acustica - fogli 1÷17b – (scala 1:5000) – (Tavole 2)

Fase IV - Inserimento delle fasce "cuscinetto" e delle fasce di pertinenza delle infrastrutture dei trasporti  - fogli 1÷17b - (scala 1:5000) - (Tavole 3)

Accostamenti critici residui all'interno del Piani di Classificazione Acustica - fogli 1÷17b - (scala 1:5000) - (Tavole 4)

Norme Tecniche di Attuazione (PDF 213 kb), con allegato "Elenco siti per lo svolgimento di manifestazioni temporanee" (PDF 94,5 kb)
Relazione descrittiva (PDF 1,0 MB), con appendice "Contatti critici residui"

Dalla data di pubblicazione dell’annuncio sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte dell’avvenuta approvazione, decorrono i sei mesi di tempo per svolgere le verifiche di controllo sull’emissione del rumore delle proprie attività come stabilito dall’ Art. 14 (Piani di risanamento acustico delle imprese) della Legge Regionale 20 Ottobre 2000 n. 52.


Torna indietro | Condizioni d'uso, privacy e cookie | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina