InformAmbiente





Interventi di rimozione dei rifiuti abbandonati

Ultimo aggiornamento 13.01.2022, 16:33

Nell’ottica di rendere più trasparente e puntuale la rendicontazione delle spese sostenute dall’amministrazione comunale per la raccolta e il trattamento/smaltimento dei rifiuti abbandonati abusivamente sul territorio cittadino, a cura di soggetti non curanti delle regole, è stata predisposta una cartografia di contesto dei principali luoghi di abbandono.
Questo strumento, accompagnato da relativa tabella riassuntiva dei costi sostenuti e del numero di interventi effettuati, intende informare la cittadinanza sull’ammontare delle spese sostenute per riportare i luoghi allo stato antecedente l’abbandono dei rifiuti. 
Nei casi in cui, viceversa, i soggetti degli abbandoni vengano rintracciati, in flagranza o in remoto, a seguito di accertamenti ed acquisizione di elementi distintivi a loro carico, gli Organi Accertatori, nei casi in cui vi siano risvolti penali, impartiscono prescrizioni asseverate ai trasgressori. I trasgressori, adempiendo alle prescrizioni ricevute, ottengono la derubricazione della violazione contestata da penale ad amministrativa e possono accedere anche a sconti della sanzione pecuniaria. Nei casi in cui non adempiano, possono essere rinviati a giudizio dalla magistratura.
Nei casi in cui non vi siano risvolti penali, gli Organi Accertatori chiedono all'Ufficio Igiene Ambientale e Ciclo dei rifiuti di adottare l'Avvio del procedimento finalizzato all'Ordinanza di rimozione dei rifiuti e ripristino dell'originario stato dei luoghi. Tali procedimenti riguardano gli abbandoni di rifiuti, ivi compresi gli autoveicoli abbandonati anche in aree private. In tali ultimi casi si procede ad istanza di parte (gli Amministratori dei Condomìni interessati) e il procedimento viene cogestito con i competenti Uffici della Polizia Municipale.
 
CARTOGRAFIA DI CONTESTO DELLE DISCARICHE ABUSIVE 
 
E’ possibile prendere visione dei luoghi oggetto di ripristino, a seguito degli abbandoni perpetrati dal 2018 (anno di prima pubblicazione dei dati):
2018
2019
2020
2021
 
 
 
La rendicontazione dei relativi costi è disponibile ai seguenti link:
2018
2019
2020
2021
 
 
A margine di questo rendiconto si ricorda che per evitare di abbandonare i rifiuti sul territorio la Città di Torino ha adottato una serie di comportamenti per favorire il facile conferimento, a titolo gratuito, di rifiuti ingombranti, pesanti o, comunque, non conferibili nel normale ciclo di raccolta dei rifiuti urbani.
Fin dagli anni Novanta, la Città di Torino, tramite Amiat SpA, ha messo a disposizione della popolazione i centri di raccolta (noti anche come Ecocentri): si tratta di aree attrezzate dove i cittadini possono conferire gratuitamente tutti i rifiuti provenienti da civile abitazione, recuperabili e non, rifiuti urbani pericolosi, ingombranti e RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche).
I centri di raccolta differenziata sono prioritariamente riservati ai privati cittadini, purché residenti nella Città di Torino, ma sono aperti anche alle utenze non domestiche, sebbene esclusivamente previo specifico convenzionamento.
In città sono presenti sette centri di raccolta, così come da elenco che segue, con relativi giorni ed orari di apertura:
• Via Arbe 12
(c/o circoscrizione 2 – da lunedì a sabato con orario continuato 7,00 - 19,00): stazione di conferimento per rifiuti vari, mercatino dell’usato, laboratorio di falegnameria, laboratorio per riparazione biciclette.
• Via Germagnano 48/A
(c/o circoscrizione 6 – da lunedì a sabato con orario 7,15 - 19,00): stazione di conferimento per rifiuti vari.
• Via Salgari 21/a (angolo via Wuillermin)
(c/o circoscrizione 6 – da lunedì a sabato con orario 7.15 - 18,30): stazione di conferimento per rifiuti vari.
• C.so Moncalieri 420/A
(c/o circoscrizione 8 – da lunedì a sabato con orario continuato 7,15 - 18,30): stazione di conferimento per rifiuti vari.
• Via Zini 139
(c/o circoscrizione 9 – da lunedì a sabato con orario 7,15 - 18,30; domenica e festivi* 7,30 - 13,00): stazione di conferimento per rifiuti vari.
• Via Gorini 20/A
(c/o Circoscrizione 10 - da lunedì a sabato con orario 7,15 - 19,00): stazione di conferimento per rifiuti vari.
• Via Ravina 19/A
(c/o Circoscrizione 7 - da lunedì a sabato con orario 7,15 - 18,30; domenica e festivi* 7,30 - 13,00): stazione di conferimento per rifiuti vari.
*Ad esclusione di Capodanno, Pasqua, Festa dei Lavoratori, Ferragosto e Natale.
 
Oltre agli ecocentri, come anzi richiamato, la Città ha previsto un servizio di ritiro gratuito a domicilio per i rifiuti ingombranti, previa chiamata gratuita al numero verde 800-017277 o richiesta on-line sul sito di AMIAT, con un bonus di 4/5 pezzi a ritiro.
 
Tutti i rifiuti raccolti da Amiat in città sono successivamente conferiti presso i centri di recupero aderenti ai consorzi nazionali di filiera (Corepla x la Plastica, Comieco per la carta ed il cartone, Coreve per il vetro e l’alluminio, Ricrea x l’acciaio, Rilegno per il legno) o a recuperatori autorizzati (Acea Pinerolese industriale per l’organico), al fine del riuso, del riciclaggio sotto forma di recupero di materia, del recupero energetico e, residualmente, dello smaltimento nel pieno rispetto dell'ambiente (attualmente termovalorizzazione presso l’impianto TRM).
 
Infine, si rammenta che la Città, tramite Amiat, ha recentemente sottoscritto un accordo di collaborazione per far si che tutta la popolazione, residente, dimorante o anche solo ospite in Città, possa scaricare gratuitamente l’APP JUNKER, da utilizzare quale utilissimo strumento informativo, geolocalizzato, semplice, veloce e pratico per poter conoscere dove, come e quando conferire correttamente ogni tipologia di rifiuto ed anche per poter effettuare segnalazioni di abbandoni.
 
Ulteriori informazioni  sono disponibili scaricando l’opuscolo dedicato ai centri di raccolta Amiat 
 

Torna indietro | Condizioni d'uso, privacy e cookie | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina