Lettera di presentazione

Come scriverla in modo efficace

Per inviare una candidatura di lavoro si utilizza la lettera di presentazione.

Si tratta di uno strumento necessario per l'invio del CV - Curriculum Vitae.

La lettera di presentazione è quasi sempre in formato digitale ma in alcuni casi può essere ancora in formato cartaceo.

Da sapere:

  • trasmette informazioni in merito alla professionalità
  • offre informazioni su particolari caratteristiche di chi si candida
  • mette in evidenza alcune competenze da far emergere prima della lettura del CV
  • richiama l'attenzione su alcuni contenuti del CV
  • trasmette elementi sulla personalità che non fanno parte dei contenuti del CV
  • fornisce motivazioni per farsi convocare al colloquio di lavoro.

Come scriverla

Lettera in formato digitale:

  • corrisponde al testo dell'email con cui si spedisce il CV
  • è più sintetica di quella cartacea
  • usa un linguaggio diverso da quello che si usa nelle lettere, più simile al linguaggio adatto al web, essenziale e con frasi corte, con uso di grassetti.

Su Torinogiovani puoi leggere i consigli per l'invio del CV tramite email.

Lettera in formato cartaceo:

  • Impostazione
    E' quella di una lettera professionale con in alto a destra indirizzo dell’azienda, nome e cognome del destinatario (c.a. Responsabile Selezione), Ufficio Personale o HR - Human Resources.
    In alto a sinistra si scrivono i propri contatti: nome e cognome, indirizzo, telefono, email
  • Stile
    Scrivi in prima persona e mai in terza, in modo semplice e scorrevole
  • Lunghezza
    La lettera deve spiegare e chiarire, in 6 o 7 righe al massimo, il motivo per cui ti dovrebbero convocare a un colloquio e il valore aggiunto che con la tua esperienza professionale porteresti all’azienda 
  • Oggetto
    Sotto l’intestazione, in grassetto, riporta l’oggetto della lettera, con il riferimento alla posizione per cui ti candidi o l’eventuale codice dell’annuncio a cui rispondi
  • Contenuto
    Dimostra di conoscere l’azienda, ma non utilizzare frasi adulatorie ed esagerazioni.
    Nella parte centrale inserisci il contenuto della lettera, articolato in:
    chi sei, perché stai scrivendo, perché dovrebbero selezionarti
  • Saluti
    Chiudi la lettera con una breve frase di ringraziamento e con i saluti
  • Firma
    Inserisci luogo, data e firma
  • Allegati
    Nella parte conclusiva della lettera indica il CV come unico allegato: non inserire altri documenti o attestazioni o certificati.

Gli errori da evitare

  • Non commettere errori di ortografia e di battitura:
    fai rileggere la lettera a un'altra persona e usa sempre il controllo ortografico del programma di scrittura
  • non usare espressioni colorite come ad esempio frasi simili a... nell’eccitante attesa di un vostro riscontro.
    Meglio usare frasi più neutre come: in attesa di un cortese riscontro
  • non usare saluti troppo informali come ad esempio... vi saluto con affetto.
    Meglio una frase con che utilizza i cordiali saluti.

Modelli

Per trovare dei modelli di lettera di presentazione occorre effettuare una ricerca per immagini su un motore di ricerca.

Sul web si trovano anche siti che riportano dei modelli predefiniti.
Spesso si tratta di modelli tutti uguali, con frasi di rito che rendono la lettera di presentazione uguale a tutte le altre.
Nella ricerca di lavoro è necessario riuscire a far distinguere la propria candidatura da tutte le altre, per cui è meglio non usare un modello predefinito.

Anche il risultato della ricerca per immagini va usato come una base di partenza per realizzare una lettera di presentazione originale e personalizzata.

Lettera di motivazione

Oltre alla lettera di presentazione è possibile scrivere una lettera di motivazione.

La lettera di motivazione ha un contenuto diverso, perché contiene anche le motivazioni specifiche per cui ci si candida in una determinata azienda e per quella posizione di lavoro.

Il suo obiettivo è riuscire a convincere che il proprio profilo è adatto al contesto lavorativo e che le competenze possono costituire un valore aggiunto per l'azienda.

Attraverso la lettera di motivazione i selezionatori possono avere una buona impressione sulla conoscenza del contesto aziendale e della condivisione della mission dell'impresa.

La lettera di motivazione può essere utilizzata sia per rispondere a un annuncio di lavoro, sia per inviare un'autocandidatura.

In Italia non è molto utilizzata ma può essere un valido strumento per differenziare la candidatura e renderla più interessante.

Anche per la lettera di motivazione vale il consiglio di evitare frasi fatte che possono ottenere l'effetto opposto a quello desiderato.

Data aggiornamento: 
5 Marzo 2020
Numerose aziende di Torino e del Piemonte pubblicano le offerte di lavoro sui loro siti, alla voce Lavora con noi oppure in una sezione Posizioni Aperte. Scopri le aziende che assumono!
Dove farsi aiutare nella ricerca attiva
Uno strumento per gestire la ricerca attiva del lavoro
Cosa serve per realizzare una ricerca attiva del lavoro
Controlla la tua posizione sul mercato del lavoro
Consigli per evitare errori nella ricerca attiva