SPID - Sistema Pubblico Identità Digitale

logo

Lo SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale - permette a cittadini e cittadine e imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione attraverso un'unica identità digitale.

Lo SPID si gestisce attraverso un nome utente e una password, con diversi livelli di accesso, via sms o email.

Lo SPID serve per accedere a molti servizi digitali, tra i quali:

Per richiedere le credenziali SPID è necessario:

  • un documento d'identità valido (carta d'identità o passaporto)
  • la tessera sanitaria
  • un indirizzo email
  • un numero di telefono cellulare (anche intestato ad altra persona).

La registrazione è gratuita e avviene collegandosi ai portali di soggetti autorizzati all'identificazione che si chiamano Identity Provider: Aruba, Infocert, Intesa ID, Lepida, NamirialID, Poste, SielteID, SpidItalia e TimId.
Gli Identity Provider forniscono diverse modalità di registrazione, gratuitamente o a pagamento, e i rispettivi SPID hanno diversi livelli di sicurezza, a seconda che l'identificazione avvenga di persona tramite sportelli sul territorio oppure via webcam o tramite altri strumenti di identità elettronica. 
In fase di registrazione viene richiesto di allegare la scansione dei documenti fronte/retro in formato jpeg o pdf (tramite Poste è possibile richiedere la scansione dei documenti a sportello). 

I contatti degli Identity Provider si trovano sul sito Richiedi SPID a cura dell'Agenzia per l'Italia Digitale, con una tabella che permette di confrontare i diversi servizi

Data aggiornamento: 
9 Settembre 2019