Per auto e motoveicoli

La patente di guida è il documento che consente la guida di veicoli a motore e può essere esibita come documento di riconoscimento.
Si consegue superando un esame teorico e una prova pratica cui si può accedere come privatista, oppure iscrivendosi a una scuola guida che si occuperà sia della preparazione all’esame sia della predisposizione di tutti i documenti e delle pratiche burocratiche necessarie, con costi variabili da scuola a scuola.
Il Codice della Strada con le regole da imparare si può consultare sul sito dell'ACI - Autonile Club d'Italia. 

Per richiedere la patente bisogna rivolgersi alla Motorizzazione Civile. 
Il Portale dell'automobilista, curato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riporta gli indirizzi e orari  degli uffici territoriali della Motorizzazione, insieme ad aggiornamenti sulle diverse tipologie di patente. La modulistica e i documenti necessari sono reperibili sul sito della Direzione Generale Territoriale del Nord Ovest. 

Sul sito dell'ACI è possibile consultare l'approfondimento Come conseguire la patente di guida? che riporta la corrispondenza tra tipo di veicolo, tipo di patente ed età di chi lo conduce.

Il sito scuolaguida.it permette di fare online una simulazione dell'esame attraverso la compilazione di quiz per tutte le tipologie di patenti.

Limitazioni
Per i primi 3 anni dal conseguimento della Patente B non è consentito il superamento della velocità di 100 km/h per le autostrade e di 90 km/h per le strade extraurbane principali. Inoltre, per il primo anno, non è consentita la guida di autoveicoli con potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kilowatt per tonnellata e comunque non superiore a 70 kw.
Sul Portale dell'automoblista è disponibile un motore di ricerca online per verificare la possibilità di guida di un'automobile a partire dal numero di targa. 

Patente a punti
Al momento del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di 20 punti. E' previsto un sistema di aumento automatico dei punti in assenza di infrazione e di riduzione dei punti per le infrazioni commesse. 
Il controllo dei punti sulla propria patente è possibile registrandosi sul Portale dell'Automobilista. 

Patenti speciali per persone disabili
Le persone disabili che desiderano guidare un mezzo di trasporto proprio possono richiedere una patente speciale che prescrive l’obbligo di dotarsi di strumenti personali o di modificare l’autoveicolo, in modo da consentire una guida sicura. La patente B speciale è valida per tutti i tipi di autovetture, la patente C speciale per gli autocarri.
Per maggiori informazioni consulta le pagine dedicate sulla testata giornalistica Disabili, con indicazioni sui requisiti e le modalità di richiesta della patente. 

Permesso internazionale di guida
Per i cittadini e le cittadine italiane è possibile utilizzare la propria patente di guida negli stati membri dell’Unione Europea, Algeria e Turchia. In altri paesi occorre invece il permesso internazionale di guida.
Esistono due distinti modelli di patente internazionale: il modello Convenzione di Ginevra 1949, che ha validità di 1 anno, e il modello Convenzione di Vienna 1968, che ha validità di 3 anni, sempre nei limiti di validità della patente italiana posseduta.  Per la richiesta è necessario rivolgersi agli uffici territoriali della Motorizzazione Civile. La modulistica e i documenti necessari sono reperibili sul sito della Direzione Generale Territoriale del Nord Ovest. 

Guida di ciclomotori e motocicli

I ciclomotori e i motocicli differiscono per dimensione di cilindrata, velocità massima raggiungibile, autorizzazioni, età e patenti per la guida: 

  • ciclomotori: la cilindrata non può superiore i 50 cc e la velocità massima che può raggiungere non supera i 45 Km orari. Dai 14 anni è possibile conseguire la Patente AM per guidare ciclomotori. 
  • motocicli: la cilindrata è superiore ai 50 cc e la velocità massima può superare i 45 Km orari. Dai 16 anni si può richiedere la Patente A1 per guidare motocicli di cilindrata non superiore ai 125 cc. Anche se si è raggiunta la maggiore età, se non si è in possesso di patente di guida non è consentito guidare ciclomotori.

E' necessario superare un esame pratico e uno teorico. Per le esercitazioni alla guida dei ciclomotori esistono corsi teorici sulla sicurezza stradale; possono essere organizzati dalle autoscuole o  scuole di istruzione secondaria per i loro allievi. Al termine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza indispensabile per la presentazione della domanda d’esame e il conseguimento del Certificato.

Limitazioni: per patente A conseguita con prova pratica effettuata con moto di potenza inferiore o uguale a 25 Kw, 120 cc di cilindrata, per i primi 2 anni dal conseguimento non è consentito condurre motocicli di potenza superiore a 25 Kw

Data aggiornamento: 
28 Giugno 2017
Azioni individuali o di classe per la tutela dei propri diritti
Documenti d'identità, tessera sanitaria e codice fiscale.