Infermiere - infermiera

Professionista sanitario responsabile dell'assistenza infermieristica
infermiera

Fare l'infermiere o l'infermiera vuol dire assistere e prendersi cura delle persone con professionalità, responsabilità e sensibilità.
In questa pagina trovi informazioni su come diventare infermiere, in cosa consiste il lavoro, quali requisiti occorrono per poter esercitare la professione e i corsi universitari disponibili:

Profilo professionale

Gli infermieri e le infermiere sono professionisti sanitari che svolgono funzioni di promozione, prevenzione e assistenza prendendosi cura della persona e della collettività attraverso:

  • l’assistenza ai malati
  • la riabilitazione
  • la promozione di stili di vita sani
  • la prevenzione delle malattie.

Si occupano dell’individuo nella sua globalità e costruiscono con esso un rapporto di fiducia.

L’assistenza infermieristica oltre alla cura della persona comprende anche il supporto fisico ed emotivo del paziente, la promozione di stili di vita sani e l’educazione sanitaria per mantenere lo stato di salute e migliorare la qualità della vita.

Guarda il video YouTube relativo alla professione di infermiere - infermiera

Requisiti e competenze

Si tratta di un lavoro molto impegnativo, a livello fisico, mentale ed emotivo.

Sono necessari:

  • sensibilità
  • disponibilità
  • capacità di ascolto
  • empatia
  • senso di responsabilità
  • autocontrollo
  • predisposizione al lavoro di gruppo e alla collaborazione.

Formazione

Per diventare infermiere è necessario conseguire la laurea in Infermieristica, di durata triennale.

E' un corso ad accesso programmato nazionale con graduatoria locale e occorre superare un test di ammissione.
Verso la metà di luglio di ogni anno si deve fare la pre-iscrizione al test di ammissione sul portale dell'Università degli Studi di Torino alla pagina Immatricolazioni e iscrizioni.
Per la pre-iscrizione alla prova di selezione è necessario essere in possesso del diploma di Scuola Secondaria Superiore.

Per maggiori informazioni consulta la pagina di TorinoGiovani Come iscriversi all'Università.

In seguito si possono proseguire gli studi frequentando un master di primo livello, un corso di perfezionamento oppure la laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche, di durata biennale.
La laurea magistrale fornisce una formazione culturale e professionale avanzata per intervenire con elevate competenze nei processi assistenziali, gestionali, formativi e di ricerca.

I corsi di laurea attivati presso l’Università di Torino sono:

Per cercare i corsi di laurea in infermieristica delle Università in Italia è disponibile il motore di ricerca Universitaly a cura del Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca.

Dopo la laurea magistrale è possibile proseguire il percorso formativo frequentando un master di secondo livello.

I master di primo livello - dopo la laurea triennale - e di secondo livello - dopo la laurea magistrale - consentono di acquisire conoscenze scientifiche in determinate aree.

I master hanno solitamente durata annuale.

A Torino i master sono organizzati dall'Università di Torino e dal Corep - Consorzio Educazione Permanente.

Trovi maggiori informazioni sulla pagina di TorinoGiovani dedicata ai Master.

Accesso alla professione

Per esercitare la professione è necessario conseguire il diploma di laurea in Infermieristica e in seguito iscriversi all’Albo Professionale.

L’iscrizione all’Albo è obbligatoria per tutti, sia per i lavoratori dipendenti sia per i liberi professionisti.

Gli infermieri e le infermiere straniere in possesso di un titolo di studio conseguito all'estero, per esercitare la professione in Italia devono richiedere il riconoscimento del titolo al Ministero della Salute e in seguito iscriversi all’Albo professionale presso l’Ordine Provinciale competente territorialmente.

E’ necessario anche sostenere un esame per accertare la conoscenza della lingua italiana.
Su TorinoGiovani trovi una pagina con le informazioni sulle Certificazioni lingua italiana.

Maggiori informazioni sul riconoscimento del titolo di infermiere conseguito all'estero si trovano sulle pagine a cura del Ministero della Salute:

Dove lavora

Svolge la propria attività in strutture sanitarie pubbliche o private, nell’assistenza domiciliare, in qualità di dipendente o di libero professionista.

Per lavorare negli enti pubblici occorre superare un concorso, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Per maggiori informazioni consultare la pagina di TorinoGiovani dedicata ai Concorsi.

Come libero professionista può svolgere la propria attività in forma individuale, in uno studio associato o in una cooperativa sociale.

Più precisamente lavora presso:

  • Aziende Sanitarie Locali
  • ospedali
  • RSA – Residenze Sanitarie Assistenziali
  • RSD – Residenze Sanitarie Disabili 
  • servizi sanitari e assistenziali territoriali
  • strutture assistenziali specialistiche (pediatriche, unità spinali, 118…)
  • servizi di prevenzione (consultori, ecc.)
  • strutture sanitarie private
  • case circondariali
  • associazioni non governative umanitarie.

Data aggiornamento: 
22 Aprile 2022
Professionista che si occupa dei mezzi correttivi della vista
Professionista che prepara e vende prodotti officinali