Esperienze formative all'estero

È la nuova edizione del Programma europeo per la mobilità internazionale che supporta e incentiva i giovani a svolgere attività di studio, tirocinio, cooperazione e sport nell'Unione europea e nei Paesi partner. Riunisce in sé tutti i precedenti programmi: Leonardo, Comenius, Gioventù in azione, Tempus, Erasmus Mundus. 

Da 30 anni Erasmus permette ai giovani di : 

  • contribuire all’abbattimento delle barriere linguistiche e incrementare le competenze digitali 
  • aumentare le prospettive di carriera di studenti e studentesse 
  • favorire lo scambio di competenze professionali con altri giovani europei (dopo la qualifica, il diploma o la laurea)
  • partecipare a progetti di Cooperazione e del Servizio di Volontariato Europeo - SVE
  • sviluppare qualifiche professionali riconosciute a livello europeo 
  • accumulare crediti formativi riconosciuti nel proprio paese, valorizzare il curriculum e favorire la carriera.

Erasmus plus 2014 - 2020

Ecco le novità di Erasmus Plus :

  • consente di fare più di una esperienza all'estero, per un totale di 12 mesi
  • prevede progetti per lo sport, principalmente per quelli amatoriali, per favorire l'inclusione e l'attività fisica per tutti, contrastare l'intolleranza, la violenza, il doping e il razzismo 
  • introduce i prestiti agli studenti per completare la formazione in un Paese europeo, dopo la laurea di primo livello
  • amplia l'offerta dei  master congiunti di Erasmus Mundus, sia per numero di Paesi extraeuropei coinvolti, sia per numero di titoli. L'esperienza può durare fino a 24 mesi
  • tra le possibilità, per gruppi di giovani, di presentare progetti e ricevere finanziamenti, la nuova iniziativa denominata partenariati transnazionali, ha lo scopo di incentivare lo spirito imprenditoriale sia privato sia sociale. I progetti devono essere presentati all'Agenzia Nazionale Giovani tramite un'associazione, un ente locale o un gruppo informale di giovani (giovani che perseguono obiettivi comuni ma non sono costituiti in un'associazione)
  • viene rafforzata la partecipazione attiva dei giovani nella società, permettendo loro di collaborare alle politiche di riforma che riguardano la gioventù, nelle sedi di Strasburgo e Bruxelles
  • nel trentennale di Erasmus l'Unione europea istituisce lo SVE Strategico (in aggiunta allo SVE standard), con fondi supplementari, per finanziare progetti che generino un particolare impatto internazionale. Un'opportunità in più che consenta di affrontare una specifica sfida, tramite un uso strategico delle attività SVE, in linea con le priorità del Programma Erasmus+. 

Chi può partecipare

Giovani

Possono partecipare giovani dai 13 ai 30 anni compiuti, che frequentano o hanno frequentato un ente di formazione o un'università che aderisce a Erasmus Plus e che organizza programmi di studio, lavoro o tirocinio in collaborazione con l'istituto di accoglienza all'estero. I criteri della selezione sono stabiliti dalla scuola o dall'istituzione di appartenenza (motivazione, performance accademiche ecc.).

Organizzazioni

Possono partecipare come organizzatori di progetti di scambio: enti pubblici, istituti scolastici e di formazione professionale e organizzazioni giovanili, con la collaborazione di aziende e persone che hanno rilevanza nei progetti (detti stakeholders), ad esempio insegnanti, artigiani o tutor attivi nel campo della gioventù. I progetti vengono valutati dalla Commissione europea in maniera trasparente e quelli giudicati migliori vengono finanziati. I criteri per la creazione di un progetto di qualità sono consultabili sulla Guida al programma.

KA - Azioni chiave o Key Action

Tutte le attività comprese nell'ambito di Erasmus+ sono organizzate mediante tre Key Action - KA  (Azioni chiave) 1, 2 e 3:

  • KA 1 - Mobilità individuale per l'apprendimento, studio, tirocinio e aggiornamento professionale degli studenti (con qualifica, diploma o laurea) e del personale scuola
  • KA 2 - Partenariati e cooperazione tra istituti, università aziende, organizzazioni giovanili dei Paesi partecipanti al Programma. Le azioni della KA2 devono far sì che si stabiliscano legami tra formazione universitaria e professionale con il mondo del lavoro, coinvolgendo imprese e organizzazioni di diversi Paesi, in progetti comuni
  • KA 3 - Partecipazione attiva dei giovani alle politiche di riforma dell’Unione europea. 

Tutti i dettagli sui diversi progetti sono reperibili sul sito ufficiale Erasmus Plus.