Il mercato del lavoro statunitense ha superato la crisi economica e finanziaria mondiale e oggi presenta un grande dinamismo occupazionale. I profili favoriti sono quelli altamente specializzati, per i quali è richiesta una conoscenza fluente della lingua inglese. I settori in crescita e con più richiesta di personale sono soprattutto quello della finanza e delle assicurazioni, dell’industria automotive, dell’informatica ed il settore delle vendite e del marketing. Requisito fondamentale per lavorare negli USA è l’ottenimento di un visto di lavoro, procedura che può risultare lunga e complessa.

Requisiti generali

Per entrare negli Stati Uniti e poter svolgere un lavoro è necessario il visto di ingresso; la procedura per ottenerlo è piuttosto lunga e complessa e si consiglia di procedere con ampio anticipo rispetto alla data di partenza stabilita. In ogni caso è fondamentale essere muniti di passaporto con almeno sei mesi di validità. Con il normale visto turistico o con il programma Visa Waiver è illegale svolgere qualsiasi attività lavorativa: si rischia l’espulsione e l’iscrizione nelle rubriche di frontiera, che pregiudica gli eventuali futuri ingressi nel Paese.

Le diverse tipologie di visti necessari per svolgere un'attività lavorativa sia temporanea che a tempo indeterminato sono elencate sul sito dell'Ambasciata e Consolati degli Stati Uniti d'America in Italia oppure sul sito dell' USCIS U.S. Citizenship and Immigration Services.

I visti specifici per il lavoro temporaneo sono quelli delle categorie H, L, O, P, Q, R, dove ogni lettera corrisponde a un profilo specifico.

La richiesta di visto deve essere compilata online sul sito del Dipartimento di Stato. Dopo averla compilato è necessario richiedere un colloquio con un membro del personale consolare della sede diplomatica di riferimento (Roma, Milano, Firenze e Napoli), in base al luogo di residenza. Le procedure di presentazione delle domande sono differenti nelle varie sedi consolari. La convocazione per il colloquio non rappresenta una garanzia di ottenimento del visto; inoltre, per l'effettivo rilascio, bisogna ottenere l’idoneità in base alla Legge di Immigrazione e Nazionalità.

Contemporaneamente, perchè il Consolato possa prendere in considerazione la domanda di visto, il futuro datore di lavoro deve inviare la Petition for nonimmigrant worker, approvata dall'Ufficio di Cittadinanza e servizi di Immigrazione USA.

Una volta ottenuto il visto è possibile richiedere il permesso di soggiorno e il Social Security Number, ovvero un codice personale che consente l'apertura di un conto bancario e certifica il possesso delle garanzie necessarie per trovare un alloggio e accettare contratti di collaborazione con le società americane.

Un’opportunità per trasferirsi in modo permanente negli Stati Uniti e ottenere gli stessi diritti dei cittadini e delle cittadine statunitensi è rappresentata dalla partecipazione a una lotteria annuale che permette di vincere la Green Card (o visto Diversity): chi si candida, rigorosamente in possesso dei requisiti culturali e professionali richiesti, può partecipare all’estrazione di 50.000 nomi fra quelli giudicati idonei, che potranno vivere e lavorare negli Stati Uniti con gli eventuali familiari a carico. Istruzioni dettagliate per partecipare al DV Program sul sito del Dipartimento di Stato USA.

Altre informazioni sul lavoro all’estero che potrebbero essere utili sono reperibili sulla pagine di Torinogiovani Informarsi prima di partire.

Per quanto riguarda invece la possibilità di fare esperienze lavorative di breve durata o tirocinni negli USA si rinvia alla sezione di Torinogiovani dedicata a Tirocini, work & study e lavoro alla pari e alla pagina dedicata all'Exchange Program USA.

Come candidarsi

In alcuni settori lavorativi come la grande distribuzione, i parchi divertimento, le aziende multinazionali e i franchising, la candidatura avviene compilando online gli appositi form presenti sui siti delle aziende di interesse. Generalmente è anche richiesto di allegare il proprio CV (Resume) e la lettera di presentazione (Cover letter).

Negli Stati Uniti non esiste un formato standard di curriculum vitae, ma è possibile reperire su internet molti modelli da cui prendere ispirazione.

Alcune aziende possono richiedere al candidato o alla candidata l’esame tossicologico prima di formalizzare l’assunzione.

Sul sito dell'American University di Washington e su Carreeronestop si trovano consigli utili alla compilazione del CV e offerte di lavoro in tutti gli Stati Uniti.

Dove abitare

La sistemazione abitativa più economica è la condivisione di un appartamento che viene proposta attraverso annunci e siti specializzati, quali ad esempio iRoommates e EasyRoommate.

Canali per la ricerca di un lavoro negli USA

Esistono varie possibilità:

  • proporsi direttamente alle aziende, cercando quelle la cui attività è più adatta al proprio curriculum: spesso i siti hanno una sezione dedicata alla ricerca di personale, con l’elenco delle posizioni libere e la possibilità di compilare online la richiesta di candidatura
  • consultare i siti specializzati nella ricerca di lavoro (procedura consigliata a chi è già in possesso di un visto di lavoro e vuole cercare una nuova occupazione) come:

Alcuni portali si occupano di settori lavorativi specifici come Goinglobal, oppure di lavoro temporaneo come SummerJobs.com.

  • rivolgersi al Dipartimento del Lavoro (Labour Office) presente in ciascuno Stato USA, che mette a disposizione diversi strumenti online. Anche le Camere di Commercio locali si occupano dei vari aspetti del lavoro sul territorio. L’elenco completo si può trovare online sul sito delle Yellow Pages, le Pagine Gialle statunitensi, alla voce Chambers of Commerce.
  • consultare le offerte di lavoro su quotidiani e periodici online. Un elenco, non esaustivo, dei quotidiani statunitensi si trova sulla pagina di Wikipedia List of newspapers in the United States
  • rivolgersi alle agenzie di lavoro interinale che si occupano della ricerca di personale a tempo determinato (procedura consigliata a chi è già in possesso di un visto di soggiorno per lavori temporanei). Negli Stati Uniti sono numerose e possono essere specializzate in un determinato settore o cercare solo alcuni profili professionali. Spesso è possibile iscriversi online e, a volte, è richiesto il versamento di una quota di adesione. Una raccolta dei recapiti delle agenzie interinali statunitensi è consultabile sul sito Head Hunter Directory

    Si segnalano:

Lavoro nel settore turistico, alberghiero e della ristorazione

Per trovare lavoro nel settore alberghiero e nella ristorazione è possibile rivolgersi alle strutture stesse, come le catene di alberghi o ristoranti. È indispensabile essere maggiorenni, avere esperienza nel campo e conoscere molto bene la lingua inglese.

Un indirizzo di riferimento è il sito Catererglobal, motore di ricerca dei lavori alberghieri nel mondo.

Un’altra opportunità di lavoro è presso gli ostelli della gioventù. Si possono contattare le strutture direttamente agli indirizzi segnalati su Hostelling International, il network globale degli ostelli della gioventù dove è possibile recuperare un elenco di tutte le strutture presenti sul territorio nazionale.

Centri di vacanza e di soggiorno

Una possibilità lavorativa è quella data dai Camp America, campeggi e villaggi vacanza dedicati a minorenni, aperti solo nel periodo estivo, a volte a tema o gestiti da organizzazioni specifiche, come gli Scout o i gruppi religiosi. Diverse organizzazioni statunitensi, riconosciute a livello governativo e aderenti all’International Camping Association, reclutano il personale fra giovani di tutto il mondo per ricoprire i ruoli più o meno specializzati in attività come animazione, manutenzione, personale addetto alle cucine, alle pulizie o bagnini e bagnine. L’orario di lavoro è lungo, lo stipendio varia in base alle mansioni, all’età e all’inquadramento contrattuale. Vitto e alloggio, all’interno della struttura, sono gratuiti, mentre il rimborso delle spese di viaggio può essere parziale o totale. Chi si candida deve avere almeno 18 anni. Per i lavori più pesanti è richiesta una buona forma fisica, mentre chi si occupa di animazione deve avere esperienza nel ruolo e conoscere la lingua inglese.

Per maggiori informazioni e per candidarsi è possibile visitare il sito dell’American Camp Association, che riunisce gli enti statunitensi che organizzano campi estivi.

Inoltre YMCA (Young Men's Christian Association), organizzazione internazionale cristiana per giovani, con sede a New York, seleziona annualmente personale straniero per impieghi nei 2000 Summer Camp che gestisce in tutto il Paese.

Parchi di divertimento e parchi a tema

I parchi di divertimento offrono possibilità di lavoro nei servizi di accoglienza al pubblico, biglietteria, ristorazione e nelle strutture ricettive.

Le studentesse e gli studenti universitari possono inoltre appoggiarsi a uno dei programmi di studio e lavoro all’estero, che prevedono l’assunzione temporanea anche in queste strutture.

I parchi divertimento sono concentrati soprattutto in Florida, dove hanno sede Disneyworld, due parchi della Universal (Universal Studios e Islands of Adventure), il parco marino SeaWorld, il Discovery Code, il Kennedy Space Center, il Everglades Safari e altri.

In particolare il parco Disneyworld (a Orlando, Florida) ha istituito il progetto Walt Disney World International Program (Cultural Representative Program), che prevede l’assunzione di personale straniero in rappresentanza di vari paesi del mondo per impieghi nei settori della ristorazione, animazione, accoglienza e sicurezza. La maggiore richiesta si ha in primavera, in estate e durante le festività.

I contratti durano, di solito, dodici mesi, non sono rinnovabili e prevedono cinque giorni di lavoro settimanali per un totale di massimo quaranta ore. Viaggio, vitto e alloggio sono a carico del personale.

Si segnala il database CoolWorks (in lingua inglese) che raccoglie le opportunità di lavori stagionali in diverse strutture turistiche negli USA (parchi di divertimento, parchi naturali, stabilimenti sciistici, campeggi e ranch, navi da crociera). Le offerte di lavoro sono distinte per categoria e per Stati.

Sulla pagina di Torinogiovani lavorare nei parchi divertimento, inoltre, sono presenti indicazioni e consigli per chi volesse candidarsi in questo ambito.

Per ulteriori approfondimenti, la sezione di Torinogiovani sul lavoro stagionale nel turismo contiene pagine dedicate all'animazione, ai centri vacanza e villaggi e al lavoro sulle navi.

Riferimenti utili

Data aggiornamento: 
11 Luglio 2018