Lavorare in Australia

La qualità della vita in Australia è tra le più alte del mondo. Il paese è ricco di risorse naturali ed è caratterizzato da un elevato dinamismo economico, con bassi livelli di inflazione e di disoccupazione. I settori in cui è più facile inserirsi sono il turismo, la ristorazione, l’edilizia e l’agricoltura. Ogni anno il ministero del lavoro pubblica l’Australian Jobs Report, con informazioni dettagliate sulle posizioni più ricercate e l'indicazione delle zone in cui c'è una maggior richiesta di manodopera. Trasferirsi e lavorare in Australia però, può risultare complesso, soprattutto per la procedura per ottenere il visto d’ingresso.

Requisiti generali

Per chi desidera andare in Australia e svolgere un’attività lavorativa è necessario ottenere uno dei seguenti visti di ingresso:

  • Working Holiday Visa (subclass 417)
    Rivolto a giovani di età compresa fra i 18 e 30 anni, permette di soggiornare nel Paese per un anno, svolgendo lavori temporanei e frequentando corsi di formazione o di lingua. Non si può lavorare presso lo stesso datore di lavoro per un periodo superiore a sei mesi. Inoltre non è possibile frequentare corsi di lingua per  più di quattro mesi. Il visto è rinnovabile per ulteriori dodici mesi a condizione che il titolare del visto abbia lavorato per almeno 3 mesi in una delle attività previste dal programma. È necessario entrare in Australia entro un anno dalla data del rilascio; durante il periodo di validità è consentito entrare e uscire liberamente dal Paese.
  • Sponsored Visa
    Possono richiederlo solo coloro che abbiano già preso contatto con un datore di lavoro australiano che dichiari l’intenzione di assumere il candidato o la candidata prima dell’ingresso nel Paese (sponsor). 
  • Skilled Migrant Visa
    E' possibile ottenerlo, anche in assenza di sponsorizzazione, solo se in possesso di particolari specializzazioni professionali richieste dal mercato del lavoro australiano; consente di risiedere in modo permanente in Australia, usufruire di assistenza sanitaria e fare domanda per la cittadinanza. Bisogna presentare l' Expression of Interest (EOI) attraverso la procedura online Skill Select. È necessario fornire alcune informazioni sulle proprie competenze ed esperienze professionali e documentare una conoscenza sufficiente della lingua inglese. La richiesta viene poi valutata attraverso un sistema a punti, utilizzato dal Dipartimento per l'Immigrazione per la selezione finale.

Sul sito del Dipartimento dell'immigrazione australiano nella sezione Visa Finder è possibile trovare un test per identificare il tipo di visto più adatto alle proprie necessità, sottoporre la richiesta e creare un account personale per usufruire di diversi servizi come modificare e caricare la propria domanda online, controllarne lo stato o allegare documenti.

Prima di iniziare a lavorare è importante aprire un conto in banca e ottenere il numero per la registrazione fiscale, Tax File Number, presso l’Australian Taxation Office.

Si consiglia di evitare i lavori in nero: le pene per chi li offre e per chi li accetta possono prevedere dall’espulsione alla reclusione in carcere.

Altre informazioni sul lavoro all’estero sono reperibili sulla pagine di Torinogiovani Informarsi prima di partire.

Come candidarsi

Diversi modelli di CV utilizzabili per proporre la propria candidatura in Australia sono reperibili online digitando Resume Australia. Diversi modelli di CV specifici per alcune professioni sono disponibili su Portale Australia.

In alcuni settori lavorativi come la grande distribuzione, i parchi divertimento, le aziende multinazionali e i franchising, le candidature si presentano attraverso la compilazione di application form, moduli compilabili online che consentono di inserire i propri dati anagrafici, le esperienze lavorative e gli interessi personali, allegando il CV, la lettera di presentazione ed eventuali referenze considerate importanti dai datori di lavoro.

Dove abitare

La sistemazione abitativa più economica è la condivisione di un appartamento che viene proposta attraverso annunci e siti specializzati come Flatmates, EasyRoommate e Flatmates Finders.

Canali per la ricerca di un lavoro in Australia

Esistono diverse possibilità:

  • consultare Jobactive, sito a gestione governativa che fornisce informazioni utili a chi è alla ricerca di un’occupazione e mette a disposizione una banca dati di offerte di lavoro.
  • cercare gli annunci di lavoro attraverso i siti specializzati come:
  • consultare i quotidiani, le riviste e le testate nazionali e regionali che spesso hanno spazi destinati agli annunci di ricerca di personale anche online.
  • fare riferimento all’Associazione degli Italiani in Australia, che offre consigli e informazioni rivolgersi alle agenzie interinali.
  • Una raccolta dei recapiti delle agenzie interinali australiane è consultabile sul sito Head Hunter Directory. Altri siti utili sono:
     
  • consigliamo di consultare i suggerimenti su come trovare lavoro in Australia sul blog Ciao mamma io vado, curato da Valentina, una ragazza italiana che vive down under  dal 2013.

Per esperienze lavorative temporanee è possibile consultare le pagine di Torinogiovani dedicate a tirocini, work&study e lavoro alla pari.​

Lavoro nel settore turistico, alberghiero e della ristorazione

Per quanto riguarda il settore turistico, un’opportunità lavorativa è rappresentata dai parchi di divertimento. L’elenco delle strutture australiane è reperibile sul sito Themeparks. Sulla pagina di Torinogiovani lavorare nei parchi divertimento sono presenti indicazioni e consigli per chi volesse candidarsi in questo ambito.

Per trovare lavoro nel settore alberghiero e della ristorazione è necessario essere maggiorenni ed è preferibile avere una discreta conoscenza della lingua. In genere le strutture ricercano personale che ricopra mansioni di cucina, pulizia, sala e reception. Può essere esplicitamente richiesta un’esperienza nel settore, soprattutto per i lavori più specializzati. Per iniziare la ricerca è possibile consultare Caterglobal, un sito in lingua inglese con offerte di lavori alberghieri nel mondo.

Un’altra opportunità di lavoro è presso gli ostelli della gioventù, sebbene il compenso può essere limitato a vitto e alloggio. Si possono contattare le strutture direttamente agli indirizzi segnalati sui siti Hostelling International, il network globale degli ostelli della gioventù dove è possibile recuperare un elenco di tutte le strutture presenti sul territorio nazionale.

Per ulteriori approfondimenti, la sezione di Torinogiovani sul lavoro stagionale nel turismo contiene pagine dedicate all'animazione, ai centri vacanza e villaggi e al lavoro sulle navi.

Lavoro nel settore tecnico

In Australia sono molto ricercate le persone laureate in ingegneria, in particolare nei settori minerario, civile, chimico e petrolifero.

Per poter esercitare la professione di ingegnere occorre il riconoscimento dell'Ordine professionale australiano.

Engineers Australia è l'autorità nazionale che si occupa del riconoscimento delle qualifiche nel campo dell'ingegneria per skilled migrant. Una volta ottenuto il riconoscimento si può presentare la richiesta del visto Skilled Migrant Visa.

Specifiche offerte di lavoro per il settore ingegneristico in Australia e Nuova Zelanda sono presenti sul portale Engineering Jobs.

Lavoro nel settore agricolo

Chi non conosce bene la lingua può valutare l’opzione dei lavori agricoli temporanei.

L'insieme delle attività di raccolta, potatura e imballaggio di frutta, verdura e fiori rientrano nelle mansioni del lavoro stagionale, per il quale è possibile richiedere il Working Holiday Visa. Il visto viene rinnovato più facilmente a chi lavora, per almeno tre mesi, nel settore agricolo o negli allevamenti.

Il National Harvest Labour Information Service è un servizio del Governo australiano che aiuta a trovare un impiego e fornisce gratuitamente una guida per lavorare nel settore agricolo.

Si segnala anche Picking Jobs, motore di ricerca (in lingua inglese) dei lavori di raccolta di frutta, verdura e fiori nel mondo.

Data aggiornamento: 
10 Luglio 2018