Imposta Unica Comunale

Imposta Unica Comunale

Riduzioni e agevolazioni

  • 20% per i locali ed aree scoperte – diverse dalle abitazioni – adibiti ad uso non continuativo e di pubblico intrattenimento per non più di tre giorni alla settimana (quali discoteche, sale da ballo, e locali di intrattenimento notturno) risultanti da autorizzazioni rilasciate dalle competenti autorità per l’esercizio dell’attività.
  • 30% per i locali ed aree scoperte – diverse dalle abitazioni – adibiti ad uso non continuativo ma ricorrente legato a manifestazioni fieristiche, come risultante da autorizzazione rilasciata dai competenti organi per l’esercizio dell’attività, nonché sportive e culturali;
  • del 10% per fabbricati rurali ad uso abitativo;
  • del 20% per le abitazioni tenute a propria disposizione per uso stagionale o altro uso limitato e discontinuo per cui da certificazione anagrafica non risultino soggetti residenti. Per tali utenze (utenze domestiche non residenti) si assume come numero di occupanti quello indicato dall’utente o, in mancanza, il numero è stabilito convenzionalmente in due componenti. Detta riduzione è applicata con effetto dall’anno successivo a quello della denuncia di cui agli articoli 21 e 22 del Regolamento.
  • Per i cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato ed iscritti all'AIRE, già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza è considerata quale abitazione principale una sola unità immobiliare posseduta, a condizione che non risulti locata o data in comodato d'uso. Per tale abitazione è concessa una riduzione pari al 30% del tributo.
  • una riduzione pari al 10% della tariffa variabile di ogni singola utenza domestica compresa nel territorio dei due quartieri cittadini che hanno registrato i migliori risultati in termini di incremento della percentuale di raccolta differenziata rispetto allo scorso anno, un quartiere per ciascuno dei 2 sistemi di raccolta dei rifiuti adottati a Torino ("porta a porta" e "di prossimità");
  • Le riduzioni di cui al presente articolo non sono cumulabili fra loro, nel caso di concorso si applica la più elevata.           

 

Agevolazioni per l'anno 2019

 

Sono previste le seguenti fattispecie agevolative:  

  1. Per quanto attiene alle agevolazioni I.S.E.E., i criteri di concessione dell'agevolazione dovranno essere rideterminati a seguito della verifica dell'impatto della normativa sul Reddito di cittadinanza (Rdc) varata dal Governo nazionale per aiutare chi si trova in condizioni di difficoltà economiche, in corso di puntuale definizione. Verificate le condizioni indicate, il Consiglio Comunale, entro la data di elaborazione del saldo del 2019 e comunque non oltre il 30 giugno 2019, delibererà i nuovi criteri per l'applicazione delle agevolazioni per fasce di reddito.
  2. Riduzione del 10% applicata su richiesta ai titolari di cartella di pagamento che occupino locali stabilmente destinati ai culti di confessioni religiose la cui libertà è garantita dagli articoli 7, 8, 19 della Costituzione e il cui Statuto, quindi, non contrasta con l’ordinamento giuridico italiano, comprese le relative pertinenze destinate a finalità istituzionali; ne sono esclusi i locali destinati ad uso abitativo o diverso da quello di cui al periodo precedente.
  3. Riduzione del 30%, applicata a richiesta, a favore di ONLUS di cui al D.Lgs 460/97 e delle Associazioni di cui al D.Lgs. 117/2017. Analoga riduzione viene applicata alle scuole per l'infanzia parificate aderenti alla FISM e convenzionate con la Città.
  4. Riduzione del 10% della tariffa variabile di ogni singola utenza domestica compresa nel territorio dei due quartieri cittadini Vanchiglia - Vanchiglietta (per la raccolta di prossimità) che ha registrato una percentuale di R.D. del 41,8% (corrispondente ad un incremento di 7,5 punti percentuali rispetto al primo semestre del 2017) e la porzione del quartiere San Salvario tra Corso Bramante e Corso Marconi  (per il porta a porta) con una percentuale di R.D. pari al 46,3% (corrispondente ad un incremento di 14 punti percentuali rispetto al primo semestre del 2017).
  5. Riduzione del 10% del tributo riconosciuta ai titolari di tassazione su utenze domestiche il cui nucleo è composto da più di 4 occupanti, con una superficie imponibile ai fini TARI inferiore o uguale a 80 metri quadrati. La riduzione è già applicata in sede di acconto Tari 2019.     

Le agevolazioni di cui ai punti 2 e 3 saranno concesse ai contribuenti in regola con i pagamenti degli avvisi bonari TARI relativi agli anni precedenti.

 

Si confermano inoltre per il 2019 le seguenti agevolazioni:

 

- Agevolazioni per cantieri di opere pubbliche (vedi delibera a fondo pagina e relativi allegati):

  • prosecuzione dei lavori per la realizzazione della Linea 1 della Metropolitana sino a piazza Bengasi;
  • nuovo collegamento ferroviario Torino/Ceres (corso Grosseto);
  • riqualificazione via Nizza - doppia pista ciclabile tratto compreso tra corso Vittorio Emanuele II e piazza Carducci.

Per quanto riguarda la prosecuzione dei lavori della linea 1 della Metropolitana, si distinguono tre diverse aree di agevolazione, in ragione della vicinanza agli scavi del cantiere e/o alla presenza continua di attività di cantiere davanti agli esercizi commerciali (all. 1, all. 2, all.3):

  • via Nizza, nel tratto compreso fra via Garessio e via Sommariva inclusa, comprese le vie traverse al primo incrocio, e via Spotorno nel tratto compreso fra via Garessio e via Millefonti. L'agevolazione prevista è pari al 100% tutto l'anno.
  • via Nizza nel tratto compreso fra via Sommariva (esclusa) fino a corso Maroncelli e corso Maroncelli fino al primo incrocio (lato numeri pari). Per entrambe le aree, l'agevolazione è fissata nella misura del 50% per tutto l'anno;
  • area di piazza Bengasi, si ritiene di riconoscere l'agevolazione nella misura del 100% per tutto l'anno a favore del commercio fisso e delle attività artigianali in via NIzza dal civico 395 al civico 404 e in corso Maroncelli dal civico 23 al civico 47 (lato dispari); in piazza Bengasi (tutta); via Onorato Vigliani dal civico 214 al 224; via Corrado Corradini dal civico 1 al civico 6;
  • per il commercio ambulante, delocalizzato nella sede provvisoria di via Onorato Vigliani, l'agevolazione è fissata nella misura del 60% per tutto l'anno. 

Il nuovo collegamento ferroviario Torino/Ceres, che coinvolge l'area di corso Grosseto prevede:

  • un'agevolazione del 100%, per un anno, nel tratto di corso Grosseto "Est" corrispondente al quadrilatero compreso fra le vie Sospello, Ala di Stura e civici interni del corso medesimo (all. 4).
  • un'agevolazione del 70% per tutto l'anno a favore del commercio fisso e delle attività artigianali e nella misura del 80% a favore del commercio ambulante nel tratto di corso Grosseto "Ovest" per le seguenti vie, così come evidenziato nella rappresentazione grafica(all. 5) che definisce nel dettaglio i confini dell'area coinvolta dai lavori del cantiere: corso Grosseto (fino al raccordo autostradale), via Vaninetti, strada del Carossio, via Saorgio, via Reycend, via Brusnengo, via Strona, via Cardinal Massaia, via Lulli, via San Pancrazio, via Vische, via Caluso, via Stampini, via Venaria, via Stradella, via Banchette, via Badini Confalonieri, via Refrancore,corso Lombardia, via Lucento, corso Potenza, via Orbetello, via Terni, via Borgaro, via De Marchi, via Fea, via Della Cella, via Chiesa della Salute, via Gandino, via Grosso, via Ala di Stura, via Casteldelfino, via Campiglia, via Roccavione, via Bibiana.

I lavori per la realizzazione della nuova pista ciclabile di via NIzza prevedono l'agevolazione del 50% per la durata di 6 mesi, a favore del commercio fisso, delle attività artigianali e del commercio ambulante, nel tratto di via Nizza da corso Marconi/largo Marconi (incluso) a piazza Carducci (esclusa), comprese le vie traverse al primo incrocio. Il perimetro dell'area coinvolta è quello delineato nell'all. 6.

 

- Agevolazioni per lotta allo spreco alimentare

La fattispecie è prevista dall'articolo 14, comma 1 lettera e), del Regolamento per l'applicazione della tassa comunale sui rifiuti.

In attuazione della Legge 166/2016, che disciplina la lotta allo spreco alimentare, si prevede anche per l'anno 2019 una agevolazione in favore delle utenze non domestiche che cedono gratuitamente le eccedenze alimentari per fini di solidarietà sociale.

L'agevolazione di cui trattasi sarà applicata a seguito di presentazione di istanza.

 

- Agevolazioni per aree di copertura commerciale a posteggi singoli.

Si ritiene di applicare anche per il 2019 una riduzione della tariffa prevista per gli operatori mercatali sul totale dell'anno 2019, sia per la parte fissa, sia per quella variabile della tariffa, limitatamente alle giornate di presenza autorizzate presso le "aree di copertura commerciale a posteggi singoli".

 

Le agevolazioni di cui trattasi saranno applicate in sede di saldo TARI 2019.

Le agevolazioni relative ai cantieri, ai nuclei famigliari numerosi, ai locali destinati al culto e alle ONLUS e le agevolazioni deliberate a favore dei nuclei familiari in situazione di disagio economico risultante da certificazione I.S.E.E. saranno revocate in caso di omesso o parziale versamento del tributo 2019 entro il termine del 31 gennaio 2020, per essere recuperate con l'emissione dell'acconto della TARI del 2020.

 

Allo stesso modo, in caso di omesso o parziale versamento del tributo 2018 entro il 30 giugno 2019, si provvederà al recupero delle agevolazioni concesse nel 2018 in fase di emissione del saldo TARI 2019.

 

 

Torna su

Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 2019

Stampa questa pagina

AVVERTENZE

 
AVVERTENZE:
  
Si informa che, per disposizione dell'Amministrazione, il giorno 27 dicembre 2019 gli uffici resteranno chiusi.
  
Si avvisano i Signori contribuenti che a partire dal 9 settembre, fino a diversa comunicazione sulla presente pagina, verranno emessi massimo 100 numeri al giorno per accedere agli sportelli.
Si ricorda che è possibile presentare massimo 2 pratiche a persona.
Si consiglia pertanto di scaricare la modulistica (vedere voce qui sotto "Modulistica") ed inviarla via mail oppure per posta (vedere voce qui sotto "Contatti"). Si ricorda di allegare copia di un documento di identità.

 

Per poter agire per conto di altra persona (anche nel caso di famigliari) o azienda occorre essere muniti di delega e fotocopia documento identità del delegante.

Contatti

( => per evitare duplicazioni, con conseguente allungamento delle tempistiche di lavorazione, si invita ad utilizzare per l'invio delle richieste una sola modalità tra le seguenti)

mail: tassarifiuti@comune.torino.it (allegare copia del documento di identità). Non spedire da PEC a questo indirizzo.

PEC: tributi@cert.comune.torino.it (allegare copia del documento di identità)

Sportelli corso Racconigi 49 - piano terreno : dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 (con emissione del numero di ticket come indicato più sopra alla voce "AVVERTENZE", che permettono di accedere e di effettuare massimo 2 pratiche a persona). Per poter agire per conto di altra persona/azienda occorre essere muniti di delega (anche nel caso di famigliari) e fotocopia documento identità del delegante

Fax: 011/ 011 24 678 - 011/  011 24 690 (allegare copia del documento di identità)

Telefono (solo per informazioni): 011/ 011 24 853 (con ricerca automatica) dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18; il sabato dalle 8 alle 13

 

 ATTENZIONE : l’ufficio si riserva la facoltà di non rispondere alle comunicazioni inviate dai contribuenti contenenti frasi offensive e/o insulti nei confronti degli operatori dell’amministrazione. In ogni caso si ricorda che offendere o aggredire sia fisicamente che verbalmente gli operatori della P.A. costituisce reato perseguibile per legge.

Progetto qualità

Il Servizio TARI è inserito nel Progetto Qualità del Comune di Torino per i servizi erogati agli utenti.
Certificato ISO 9001

Carta della Qualità dei Servizi TARI
 

 

Modulo online per Segnalazioni e Reclami

Attenzione: Il modulo online per le segnalazioni e reclami è esclusivamente dedicato a ricevere reclami o segnalazioni sulla qualità percepita dei servizi erogati ai fini della Tassa per i Rifiuti. Eventuali richieste di informazione o segnalazioni relative alla propria posizione od a pratiche in corso inviate attraverso il modulo reclami online non verranno prese in considerazione.

Condividi

Torna indietro