Carta d'identità

Avviso importante
NUOVO SERVIZIO DI PRENOTAZIONE CARTE D’IDENTITA’ ELETTRONICHE
promo CIE

A partire da lunedì 18 dicembre è attiva la nuova piattaforma di prenotazione di appuntamenti per la richiesta della Carte d’Identità Elettroniche presso gli uffici anagrafici della Città di Torino, che si aggiungerà ai numerosi servizi online già disponibili sul portale TorinoFacile.

La prenotazione può essere effettuata utilizzando le proprie credenziali SPID, la Carta Nazionale dei Servizi, la CIE in caso di rinnovo o tramite il numero di cellulare al quale verrà inviato un codice di accesso temporaneo via SMS. E' inoltre possibile, dopo l’autenticazione sul sistema, prenotare per sé stessi o per altre persone.

Il nuovo servizio è accessibile sul portale TorinoFacile.

Inoltre, anche nel corso del 2024, saranno previste ulteriori aperture straordinarie su prenotazione nella giornata del sabato. Gli appuntamenti verranno resi disponibili nel tardo pomeriggio del martedì e del giovedì antecedenti l'apertura.



Introduzione
fac-simile CIE
La carta d’identità può essere richiesta esclusivamente se il precedente documento è in scadenza, scaduto, smarrito, rubato o deteriorato.
E' possibile far richiesta della carta d'identità elettronica (C.I.E.) anche se si è ancora in possesso della versione cartacea o della precedente versione elettronica, non ancora in scadenza.
Non deve invece essere richiesta a seguito di cambio indirizzo o residenza.

Le persone di cittadinanza italiana possono chiedere il rilascio della C.I.E con validità per l’espatrio nei Paesi dell'Unione Europea o con cui l'Italia ha speciali convenzioni. Prima di recarsi all'estero, si consiglia di consultare il sito del Ministero degli Esteri "Viaggiare sicuri".

A chi è rivolto
La carta d’identità viene rilasciata a:
  • cittadini residenti o temporaneamente domiciliati a Torino in formato elettronico;
  • cittadini iscritti all’A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero) in formato cartaceo;
  • cittadini che richiedono il servizio di rilascio presso il luogo di domicilio a Torino (anche ospedali e case di cura) per comprovati motivi di salute, in formato cartaceo.
Costi
Il costo della Carta d’identità elettronica è di euro 22,21, che potranno essere pagati esclusivamente allo sportello in contanti o con carte di debito/credito.

Consegna
La C.I.E. viene spedita dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, tramite posta raccomandata, all’indirizzo indicato in fase di richiesta entro sei giorni lavorativi. E’ possibile indicare una persona delegata al ritiro. In alternativa, potrà essere ritirata presso la sede di emissione a partire dal settimo giorno lavorativo successivo all’appuntamento.

Il modulo riassuntivo rilasciato allo sportello a seguito richiesta Carta d'Identità elettronica ha valore di documento di riconoscimento in Italia, in attesa del ricevimento della CIE. Con la App VE.DO, è possibile verificare, a partire dal QR Code presente sulla ricevuta, l'autenticità del documento e lo stato di lavorazione della CIE. Maggiori informazioni.

Durata del documento
La carta d'Identità ha validità di 10 anni dalla data di rilascio, con scadenza alla data di compleanno antecedente al termine dei 10 anni stessi.

In caso di impossibilità temporanea all'acquisizione delle impronte digitale, in conformità al Regolamento UE 2019/1157 (art.4), la validità sarà di un anno dall'emissione.

Per le persone minorenni, invece, ha durata di:
  • 3 anni per bambini/e fino 3 anni;
  • 5 anni per la fascia di età dai 3 ai 18 anni.
La carta d'identità per i cittadini stranieri con permesso di soggiorno per motivi di richiesta di protezione internazionale in corso viene rilasciata in formato cartaceo e ha validità di 3 anni.

Modalità di richiesta
La carta d’identità elettronica può essere richiesta:
  • per urgenze motivate e documentabili, senza appuntamento, presso l'Anagrafe Centrale di via della Consolata 23, presentandosi a partire dalle ore 11,30
  • su appuntamento (da prenotare con le modalità sotto indicate) presso tutte le sedi anagrafiche.
La prenotazione può essere effettuata tramite la nuova piattaforma di prenotazione di appuntamenti.
E' possibile accedere al portale tramite credenziali SPID, CIE, CNS, oppure richiedendo l'invio di un codice di accesso temporaneo tramite SMS.
Tramite il proprio account è possibile prenotare anche per altri familiari, ad esempio i figli minorenni.

Documentazione da presentare allo sportello
Sia nel caso di persona minorenne che maggiorenne, è sempre necessaria la sua presenza allo sportello, munita di fotografia in formato cartaceo conforme agli standard ICAO  corrispondente all'aspetto attuale.
Rinnovo o Duplicato per deterioramento:
E’ necessario riconsegnare il documento d’identità scaduto o in scadenza.
In caso di documento deteriorato o scaduto che non consenta l’identificazione del titolare, è necessario, in alternativa:
  • esibire un altro documento in corso di validità;
  • due testimoni muniti di documento di identità valido.

Duplicato a seguito smarrimento/furto:
E’ necessario esibire la denuncia presentata all’autorità di P.S. oltre a, in alternativa:
  • un altro documento di riconoscimento in corso di validità;
  • due testimoni muniti di documento di identità valido.

Primo rilascio o Duplicato a seguito smarrimento/furto:
E’ necessaria la presenza di entrambi i genitori, oltre che del minore, muniti di documento d’identità valido.
In caso di impossibilità a presentarsi da parte di uno dei due genitori, è possibile procedere con: In caso di smarrimento o furto, occorre inoltre esibire la denuncia resa alle Autorità di P.S.

Rinnovo o Duplicato a seguito di deterioramento:
E’ necessaria la presenza di un genitore munito di:
  • proprio documento d’identità valido;
  • modulo di assenso all’espatrio  firmato dal genitore assente e copia del documento d’identità di quest’ultimo. In mancanza di assenso all’espatrio del genitore assente, occorre il nulla osta del Giudice Tutelare.
  • documento d’identità del/la minore scaduto, in scadenza o deteriorato.
In caso di documento deteriorato o scaduto che non consenta l’identificazione del titolare, è necessario, in alternativa:
  • esibire un altro documento del/la minore in corso di validità;
  • la presenza di entrambi i genitori;
  • un/a testimone maggiorenne.

Solo nel caso in cui la partenza sia prevista entro i successivi 10 giorni, la carta d’identità verrà emessa in formato cartaceo.
Occorrono quindi tre fotografie uguali conformi agli standard ICAO  e corrispondenti all’aspetto (oltre alla documentazione indicata nei paragrafi precedenti).

Il Regolamento dell'Unione Europea 2019/1157 ha stabilito che le carte d'identità cartacee dovranno cessare la loro validità entro il 3 agosto 2026. Da tale data le carte d'identità cartacee non avranno più validità per l'espatrio e non potranno più essere rilasciate.
Nel caso di impossibilità a recarsi presso la sede anagrafica, la richiesta può essere presentata allo sportello, senza prenotazine, tramite persona delegata; il documento verrà consegnato a domicilio da personale anagrafico.
In questo caso occorrono tre fotografie uguali conformi agli standard ICAO  e corrispondenti all’aspetto (oltre alla documentazione indicata nei paragrafi precedenti), in quanto la carta d’identità verrà emessa in formato cartaceo.
  • Modello delega per richiesta documenti tramite accertatore anagrafico
  • Per i cittadini di Paesi comunitari o extra-comunitari, la carta d’identità ha esclusivamente valore di documento di riconoscimento e non costituisce titolo per l’espatrio.
    Ai fini dell’identificazione, è necessario esibire un documento valido per l’espatrio rilasciato dalle autorità competenti del Paese di origine (passaporto o carta d’identità del Paese UE) oppure un’attestazione consolare con fotografia, nel caso di:
    • primo rilascio;
    • dati discordanti tra il permesso di soggiorno e la precedente carta d’identità.
    Per il rilascio a persone minorenni, è sufficiente la presenza di un genitore munito di documento d’identità.
    Le persone di cittadinanza extraUE, oltre alla documentazione sopra elencata, devono esibire il permesso di soggiorno in corso di validità o la ricevuta di richiesta di rinnovo.
    La Carta d'identità per i residenti in altro Comune italiano che si trovano occasionalmente nel territorio di Torino viene rilasciata previo appuntamento da fissare tramite il portale di prenotazione Torino Facile, utilizzando lo sportello riservato alle persone non residenti.

    Per urgenze motivate e documentabili (ad esempio richieste urgenti per partenze documentate, ricoveri ospedalieri, ecc.), può inoltre essere richiesta ad accesso libero, senza prenotazione, a partire dalle 11.30 presso la sede dell’anagrafe centrale di via della Consolata 23.

    Donazione di organi e tessuti
    Ogni cittadino maggiorenne, in occasione del rilascio della Carta d’identità Elettronica, è invitato ad esprimere la propria volontà in ordine alla donazione di organi e tessuti a scopo di trapianto.
    E' possibile scegliere se:
    • essere favorevole;
    • essere contrario;
    • rimandare la decisione ad altro momento.
    In tutti i casi è prevista la firma di un apposito modulo.
    Solo nel caso di scelta favorevole o contraria, il dato verrà inserito nel database del Ministero della Salute che, solo dopo il decesso, potrà essere consultato dai medici autorizzati del Coordinamento Regionale Trapianti.
    In caso di scelta di rimandare la decisione o per modificare la decisione, è possibile rivolgersi in qualsiasi momento, recandosi esclusivamente presso la sede ASL autorizzata.


    • Perchè donare i propri organi?
    • Ogni anno, grazie al trapianto, migliaia di persone trovano una cura efficace e tornano ad una vita piena. Chi ha ricevuto un trapianto può riprendere la propria vita, tornare a fare sport e avere dei figli.
    • Quando avviene la donazione di organi?
    • - In caso di MORTE ENCEFALICA: quando, pur avendo il cuore che batte, si constata che l'encefalo non funziona più e non potrà mai più funzionare a causa della distruzione delle cellule cerebrali.
      - In caso di MORTE CARDIACA: in situazioni molto particolari, è possibile donare alcuni organi anche quando il cuore ha smesso di battere.
    • Quali organi e tessuti possono essere donati?
    • - Organi: cuore, polmoni, fegato, pancreas, reni e intestino.
      - Tessuti: cornee, cute, ossa, tendini, cartilagini, valvole cardiache e vasi sanguigni.
    • I pazienti pagano per ricevere un organo?
    • E' illegale comprare o vendere organi umani. La donazione è un gesto di grande valore sociale, gratuito e anonimo. I costi del trapianto sono a carico del Servizio Sanitario.
    • Le religioni sono favorevoli alla donazione?
    • In Italia, nessuna confessione religiosa è formalmente contraria alla donazione di organi; anzi, in molte la sostengono e la incoraggiano.
    • Fino a quale età si possono donare organi e tessuti?
    • Per i reni e il fegato non esistono limiti di età: i trapianti con organi di donatori 80enni danno ottimi risultati. La moderna trapiantologia utilizza il cuore da donatore di età non superiore ai 65 anni. Le cornee e la cute possono essere donate fino al compimento dei 79 anni.

      Locandina donazione organi
      Documentazione (locandina  – pieghevole )
      Per maggiori informazioni consultare le pagine web:
      http://www.donalavita.net/
      http://www.trapianti.salute.gov.it

      Approfondimenti
      La Carta di Identità Elettronica può essere utilizzata su tutti i siti della Pubblica Amministrazione come strumento di autenticazione digitale alternativo all'identità SPID, attraverso un computer, uno smartphone o entrambi. Maggiori informazioni
      Per farlo è necessario avere le 8 cifre del PIN: la prima parte viene consegnata alla richiesta della carta, la seconda alla consegna del documento. Maggiori informazioni.

      In caso di smarrimento di una o entrambe le parti dei codici Pin e Puk, è possibile recuperarli tramite l'app CIEId. Maggiori informazioni sono disponibili a questa pagina
      In alternativa, è possibile chiedere la ristampa agli uffici comunali.
      Se sono state smarrite entrambe le parti dei codici, il rilascio potrà avvenire soltanto allo sportello previa identificazione o con delega sottoscritta dall'intestatario della C.I.E.

      Contatti

      Normativa di riferimento
      • Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773
      • Regio Decreto 6 maggio 1940, n. 635
      • D.P.R. n. 445/2000
      • D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82
      • D.L. 78/2015, convertito dalla legge 6 agosto 2015, n. 125
      • Decreto 23 dicembre 2015
      • Dereto 25 maggio 2016
      • Decreto 16 luglio 2020,n° 76