Di fronte al verbale di infrazione al Codice della Strada che prevede una sanzione pecuniaria, il destinatario può pagare la somma in misura ridotta oppure, in alternativa, presentare ricorso entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione  al Prefetto o entro 30 giorni al Giudice di Pace.

Per le violazioni alle norme dei Regolamenti Comunali (es: sanzione per disturbo della  quiete pubblica, per atti di danneggiamento di monumenti e/o arredo urbano, per manomissione del suolo pubblico, per  mancata raccolta deiezioni solide canine etc..) è possibile presentare scritti difensivi.

Ricorso al Prefetto

Si può presentare ricorso entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. Se il verbale d’accertamento è rinvenuto sul parabrezza del veicolo, non si è ancora in presenza di atto perfezionato. Pertanto, occorre attendere la notificazione del verbale nei confronti del proprietario che deve avvenire entro 90 giorni dalla data di accertamento. Lo scritto difensivo può essere redatto in carta semplice o utilizzando l’apposito modulo e deve essere indirizzato al Prefetto modulo MOS D11 08.

Allo scritto si può allegare tutta la documentazione che il ricorrente ritenga utile per supportare le sue motivazioni.

Come trasmettere il ricorso:

  • tramite raccomandata a.r. al Comando di Polizia Municipale di Torino – Ufficio Verbali – via Bologna, 74 – 10152 Torino;
  • tramite raccomandata a.r. alla Prefettura – Ufficio Circolazione e Traffico – Via del Carmine, 12 –10122 Torino
  • tramite posta elettronica certificata al seguente  indirizzo:  pm.ups@cert.comune.torino.it
  • direttamente agli sportelli della Polizia Municipale abilitati: Comando Generale,  Via Bologna, 74 – presso le sedi dei Comandi Territoriali

ATTENZIONE: In caso di rigetto, il Prefetto vi obbligherà al pagamento della sanzione raddoppiata rispetto a quella indicata nel verbale. In caso di rigetto, in ogni caso, sarà possibile entro trenta giorni proporre ricorso al Giudice di Pace.

Ricorso al Giudice di Pace

Il ricorso al Giudice di Pace si presenta direttamente all’Ufficio del Giudice di Pace, competente per territorio, a Torino in Corso Vittorio Emanuele II, 127 – complesso “Le Nuove” – (orario cancelleria: 8,30 – 13,00, dal lunedì al venerdì) oppure spedendo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno allo stesso indirizzo (in tal caso fa fede la data di spedizione ), entro 30 giorni dalla data di contestazione della violazione o notifica del verbale.

Tutte le indicazione e la modulistica relative alla presentazione del ricorso al Giudice di Pace sono disponibili sul Sito Internet del Giudice di Pace.

Scritti Difensivi

Quando si tratta di un ricorso per violazioni amministrative, diverse dal Codice della Strada, si parla di scritti difensivi. Entro il termine di 30 giorni dalla data della contestazione o notificazione della violazione, gli interessati possono far pervenire gli  scritti difensivi all’autorità competente a riceverli, a norma dell’art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689 e possono chiedere di essere sentiti dalla medesima autorità.

Lo scritto difensivo può essere redatto in carta semplice o utilizzando l’apposito modulo “ricorso regolamenti comunali” disponibile presso il piantone delle circoscrizioni, nell’area sportelli o quello scaricabile dal sito Internet della Divisione  Commercio.

Quando è possibile fare ricorso contro le sanzioni per violazioni al Codice della Strada?

Il ricorso è consentito per le seguenti sanzioni:

  • verbale di contestazione
  • verbale di accertamento d’infrazione
  • ingiunzione di pagamento.

Non è invece possibile ricorrere in caso di multa lasciata sul parabrezza in caso di divieto di sosta (preavviso).
Per presentare ricorso è necessario attendere di ricevere il verbale di accertamento d’infrazione, che viene notificato con raccomandata postale a chi non effettua il pagamento del preavviso.

Ricorda

Puoi presentare il ricorso solo se non hai effettuato il pagamento del verbale.