Come funziona un'associazione

Organi e cariche associative per il controllo di gestione

Gli organi di un'associazione sono obbligatoriamente i seguenti:

  • Assemblea dei Soci: è l'organo principale dell'associazione. Vi partecipano con diritto di voto tutti i soci in regola con il versamento della quota associativa. L’Assemblea approva i bilanci, modifica lo statuto se necessario e stabilisce il programma di attività dell’associazione
  • Consiglio Direttivo: eletto dall’Assemblea tra gli associati che abbiano compiuto 18 anni, che resta in carica per una durata stabilita nello Statuto. Il Direttivo è l’organo esecutivo dell’associazione.
  • Presidente: ha la legale rappresentanza dell'ente nei confronti dei terzi ed in giudizio; ne sorveglia il buon andamento amministrativo, curando l'osservanza dello Statuto; convoca e presiede le sedute del Consiglio Direttivo e dell'Assemblea dei soci, assicurando l'esecuzione delle relative decisioni. Il Presidente viene eletto dall’Assemblea o dal Consiglio Direttivo, secondo quanto specificato nello Statuto.

Oltre a quelli sopra elencati, l’atto costitutivo o lo statuto possono prevedere la presenza di altri organi.

Spesso è prevista la presenza di un organo di controllo, la cui composizione, durata e funzionamento sono definiti nell’atto costitutivo/statuto.
Ulteriori cariche possono essere:

  • il Vice Presidente, che esercita le funzioni del Presidente qualora questi sia impossibilitato;
  • il Segretario, che redige i verbali delle sedute del Consiglio, i quali andranno vistati dal Presidente, e controlla l'effettiva attuazione delle decisioni prese;
  • il Tesoriere, che tiene i conti di cassa, effettua e sorveglia la riscossione delle entrate ed esegue i pagamenti su mandato del Consiglio o del Presidente;
  • i Consiglieri, che compongono il resto del Consiglio Direttivo e che di solito non hanno particolari incarichi o mansioni.

Le cariche associative devono essere rinnovate periodicamente. L'Assemblea dei Soci provvede alla rielezione. Ogni associazione stabilisce la durata del mandato per le proprie cariche (solitamente non vengono superati i tre anni) e il numero di mandati per i quali la stessa persona può essere rieletta alla medesima carica in maniera consecutiva (solitamente non vengono superati i tre mandati). L'Assemblea dei Soci elegge a maggioranza le nuove cariche tra i soci che decidono di candidarsi, e l'esito della votazione viene riportato nel verbale di assemblea.

Data aggiornamento: 
25 Gennaio 2017
Prestito d'onore per organizzazioni giovanili no profit
Quote associative e retribuzione dei collaboratori
Il bilancio di una associazione: rendiconto economico e libri associativi.
Ambiti di attività e obiettivi delle associazioni no profit.
I passi obbligati: atto costitutivo, statuto e comunicazioni all'Agenzia delle Entrate.