Torino Fast Track City

Obiettivi per la lotta all'AIDS
U=U undetectable equals untransmittable

La Città di Torino, da sempre impegnata nella lotta all'Aids, nel 2020 ha aderito alla Rete internazionale Fast Track Cities, sottoscrivendo la Dichiarazione di Parigi.

In questa pagina trovi informazioni su:

Il progetto

Fast track Cities è una partnership globale tra città e municipalità di tutto il mondo e quattro partner principali: IAPAC (International Association of Providers of AIDS Care), UNAIDS (United Nations Programme on HIV/AIDS), UN-Habitat (United Nations Human Settlements Programme) e la Città di Parigi.

L’iniziativa, lanciata in occasione della conferenza mondiale AIDS nel 2014, permette alle città di tutto il mondo di entrare a fare parte di una rete internazionale che offre la possibilità di condividere azioni locali per porre fine all’Aids e ad altre epidemie entro il 2030.

Gli obiettivi delle Città aderenti alla Rete da realizzarsi entro il 2030 sono "95- 95-95" 

  • 95% di persone con Hiv che conoscono il proprio status
  • 95% delle persone che conoscono il proprio stato e sono in terapia antiretrovirale
  • 95% di persone in terapia che raggiungono la soppressione virale.

In Italia ad oggi le Città che hanno aderito alla Rete Fast Track sono 12: oltre a Torino, anche Milano, Sanremo, Bergamo, Brescia, Firenze, Latina, Palermo, Ancona, Legnano, Modena, Genova.

Le Associazioni che hanno sottoscritto insieme alla Città di Torino la Dichiarazione di Parigi sono:

Successivamente nel 2022 attraverso un’istruttoria pubblica, la Città ha attivato uno specifico Tavolo di Co-programmazione, finalizzato alla lettura condivisa e partecipata delle esigenze e dei bisogni della comunità di riferimento, in relazione agli obiettivi strategici del Piano Regionale di Prevenzione 2020-2025 e della Carta di Parigi. Il Tavolo vede la partecipazione di referenti del Dipartimento Servizi sociali, Socio-sanitari e Abitativi e del Servizio Giovani e Pari Opportunità, dell’ASL Città di Torino e degli Enti del Terzo Settore impegnati nella lotta contro l’AIDS.

Per info sul progetto, è disponibile l'indirizzo mail torinoftc@gmail.com

La campagna del 1° dicembre

Il 1° dicembre si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale contro l’AIDS, che ha avuto origine al summit mondiale dei Ministri della Sanità sui programmi per la prevenzione dell'AIDS del 1988 ed è stata in seguito adottata da governi, organizzazioni internazionali e associazioni di tutto il mondo. 

Dal 26 novembre al 4 dicembre sono in programma diversi test gratuiti per HIV, sifilide ed epatite C a Torino

E’ stata la prima giornata mondiale della salute ed è divenuta una delle principali ricorrenze e un’opportunità fondamentale per sensibilizzare sul problema, esprimere solidarietà  alle persone affette da questa sindrome e commemorare coloro che hanno perso la vita, anche a causa di malattie correlate. 

La Città di Torino, in collaborazione con le Associazioni che partecipano al Tavolo di Co-programmazione, ha aderito alla Giornata con la realizzazione di una campagna per comunicare la certezza scientifica sintetizzata nello slogan U=U e promuovere il test HIV.  La campagna sarà veicolata con locandine che verranno affisse nei Servizi aperti al pubblico della Città e diffuse sui mezzi di trasporto GTT. Anche la Mole, la sera del 30 novembre, sarà illuminata con la proiezione del messaggio  U=U.  La mattina del 1° dicembre è inoltre previsto un incontro nella Sala Colonne di Palazzo Civico per ribadire l’attenzione e l’impegno che la Città , l’ASL Città di Torino e gli Enti del Terzo Settore stanno dedicando al tema della prevenzione dell’AIDS, raccontando le strategie per il raggiungimento degli obiettivi prefissati dalla Dichiarazione di Parigi.

U=U sta per undetectable=untransmittable: significa che, se l’HIV non è rilevabile, non è trasmissibile.
Prima è stato osservato, poi è stato dimostrato: la terapia antiretrovirale riduce la quantità di virus nel sangue, nello sperma, nelle secrezioni vaginali e rettali, e di conseguenza riduce significativamente anche il rischio di trasmissione dell’HIV ad altre persone. Se la terapia è efficace, la quantità di virus è talmente ridotta da eliminare completamente il rischio di trasmissione dell’HIV per via sessuale.
 

Nel campo dell’HIV si tratta di un’acquisizione scientifica rivoluzionaria, che ha un enorme impatto sia sulla vita privata delle persone che vivono con l’Hiv, sia in termini di salute pubblica. Tuttavia, nonostante le evidenze scientifiche e il riconoscimento delle più importanti agenzie internazionali (dal CDC di Atlanta a UNAIDS), in Italia queste informazioni non sono affatto diffuse.

In occasione del 1 dicembre - Giornata Mondiale della Lotta contro l'AIDS - era stata diffusa una campagna video per cominciare a parlare della rete Torino Fast Track City (video disponibili sul canale Youtube di TorinoGiovani). 
 

Guarda su YouTube il video della prima campagna italiana dedicata al tema della TasP ("treatment as prevention", terapia come prevenzione) di Lila, la Lega italiana per la lotta contro l'AIDS: Noi possiamo. Campagna TasP.
La campagna TasP di Lila aderisce alla più ampia campagna internazionale “U=U, Undetectable = Untrasmittable".

Lo sapevi che...?

Undetectable = Untransmittable

ossia Non rilevabile = Non trasmissibile

Se la carica virale non è rilevabile (soppressione virale), il rischio di trasmissione sessuale dell’Hiv è nullo.

La ricerca scientifica ha dimostrato che una persona con Hiv, che segue regolarmente la terapia e ha una carica virale stabilmente non rilevabile, non trasmette il virus ai partner e alle partner con cui ha rapporti sessuali non protetti dal profilattico.

Sul sito di LILA - Lega Italiana per la lotta contro l'AIDS - sono disponibili informazioni specifiche su:

  • U=U - Se l’HIV non è rilevabile, non è trasmissibile
  • Hiv/Aids - Trasmissione e prevenzione dell’Hiv 
  • PrEP - Profilassi Pre Esposizione
  • PPE - Profilassi Post Esposizione
  • TAsP - La Terapia anti-Hiv.  

Dove fare i test

Scopri, all'interno della nostra pagina Malattie a trasmissione sessuale, dove è sempre possibile effettuare visite e test a Torino 

Data aggiornamento: 
25 Novembre 2022
Procedura online e presso gli sportelli dell'ASL
Il 25 novembre è la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.
1° dicembre Giornata mondiale contro l'AIDS, occasione per promuovere prevenzione e combattere pregiudizi.
L'assistenza sanitaria per persone straniere in Italia
I consultori familiari sono servizi socio-sanitari che offrono informazioni e consulenze sulla prevenzione e sulla tutela della salute delle donne e delle coppie: scopri dove trovarli in città
A Torino ci sono vari Centri d’ascolto per adolescenti a cui ragazze e ragazzi possono rivolgersi per parlare di difficoltà, dubbi e incertezze di vario genere, anche quelle relative alla sessualità.