Città di Torino

Consiglio Comunale


Comune > Consiglio Comunale > Servizi > Cittadini Onorari e Sigillo Civico


Cittadini Onorari e Sigillo Civico

Il Consiglio Comunale, ai sensi dell'art. 7 dello Statuto della Città di Torino, può conferire, con propria mozione motivata, due importanti onorificenze: la cittadinanza onoraria e il sigillo civico.

Entrambe vengono conferite alle personalità meritevoli di particolare riconoscimento per il contributo da loro fornito nei diversi campi, come ad esempio nell'ambito sociale, politico, civile e religioso.

Il Consiglio Comunale di Torino conferisce la Cittadinanza Civica a tutti coloro che sono nati a Torino e che non sono in possesso della cittadinanza italiana. L’elenco di coloro che accettano la Cittadinanza Civica è conservato in apposito Albo.

Cittadinanza Onoraria

La cittadinanza onoraria può essere conferita a personalità italiane o straniere, non residenti a Torino. Numerosi personaggi illustri sono stati insigniti di questa onorificenza quali Paul David Hewson (in arte Bono), Daisaku Ikeda, Andrej Sacharov, Lech Walesa, Nelson Mandela, Rita Levi Montalcini, Rigoberta Menchù, Chiara Lubich, Tenzin Gyatso XIV Dalai Lama.
Nel 2008 la cittadinanza onoraria è stata conferita a Pino Masciari, a Marisela Ortiz, a Pierluigi Dovis e a Roberto Saviano. Nel 2009 la cittadinanza onoraria è stata conferita al 1° Reggimento Granatieri di Sardegna, a Paolo Soleri e a Don Pascual Chavez. Villanueva. Nel 2010 è stata conferita la cittadinanza onoraria a Aung San Suu Kyi e nel 2011 a Ernesto Olivero.
Il 1 luglio 2014 è stata conferita la cittadinanza onoraria a Malala Yousafzai.
Nel 2014 è stata conferita la cittadinanza onoraria all’Arma dei Carabinieri in occasione del bicentenario della fondazione, a cui è stata consegnata il 14 luglio e all’Organizzazione Internazione del Lavoro a cui è stata consegnata il 30 ottobre.

Nel corso dell'anno 2015 sono state concesse le cittadinanze onorarie a Don Aldo Rabino, Brigata Taurinense degli Alpini e Antonino di Matteo consegnate rispettivamente in data 21 dicembre, 9 marzo e 8 giugno 2015.

Nel 2016 stata concessa la cittadinanza onoraria al Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon.

Elenco completo delle Cittadinanze Onorarie (formato pdf).

Galleria fotografica delle cerimonie di conferimento delle cittadinanze onorarie.

Sigillo Civico

Il Sigillo Civico, invece, pu essere conferito solo ai cittadini torinesi.

Anche il Sigillo Civico in passato è stato conferito a numerose personalità torinesi, quali ad esempio Alessandro Galante Garrone e Norberto Bobbio.
Nel 2008 il sigillo civico è stato conferito a Diamante Abruzzese (comunicato stampa).

Nel 2010 il sigillo civico è stato conferito a Giorgina Arian Levi (comunicato stampa) e a Anna Vivarelli (comunicato stampa).

Nel 2012 il sigillo civico è stato conferito a Laila Abdane, prima nata straniera a Torino nel 2012 (comunicato stampa).

Nel 2014 il sigillo civico è stato conferito a Piera Parnigoni in Civallero, Enzo Tomatis, Paolo Osiride Ferrero e Vincenzo Bozza. (Articolo su CittAgorà)

Nel 2015 il sigillo civico stato conferito ai Consiglieri Emeriti Partigiani Giovanni Alasia, Sante Bajardi, Gastone Cottino, Achille Valerio Galvagno, Giulio Poli, Filiberto Rossi, Bruno Segre, Renato Valente.

Elenco completo dei Sigilli Civici (formato .pdf).

Galleria fotografica delle cerimonie di conferimento dei sigilli civici.

Cittadinanza Civica

Pagina dedicata.

Il Consiglio comunale di Torino il 17 dicembre 2012 con l'approvazione della deliberazione di modifica dell'art. 7 dello Statuto della Città ha istituito la cittadinanza civica da conferire a tutti coloro nati a Torino e che non sono in possesso della cittadinanza italiana.

Durante la festa "Tutti i colori dei bambini" organizzata dalla Città di Torino il 23 giugno 2013 presso la Villa della Tesoriera, Corso Francia 186, sono stati distribuiti i primi attestati di Cittadinanza Civica.

L'attestato di Cittadinanza Civica non ha valore legale per l'attuale legge italiana, che non riconosce il diritto alla cittadinanza ai bimbi nati in Italia da cittadini stranieri che qui risiedono: è tuttavia un atto simbolico per sollecitare leggi affinché chi nasce in Italia sia a tutti gli effetti cittadino italiano. (galleria fotografica - alcuni momenti della giornata).