Archivio storico della Città di Torino

In evidenza

orari

Servizi al pubblico
modalità di accesso e orari di apertura

 

L'Archivio Storico è aperto alla consultazione su prenotazione. Gli utenti potranno ottenere l'ingresso alla Sala Studio telefonando il lunedì, il martedì e il giovedì al numero 011.011.31804 (dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 13,00 alle 16,00) oppure scrivendo all'indirizzo:

archstorico.edilizia.fognature@comune.torino.it

per ricerche inerenti a pratiche di natura tecnica, a fini professionali o di studio (progetti edilizi, permessi di costruzione, progetti di fognatura...)

e alla mail:

archivio.storico@comune.torino.it

per prenotazioni e ricerche di altro tipo.

 

N.B. INVIARE UNA SOLA MAIL PER RICHIESTA (inviando la stessa richiesta a entrambe le caselle di posta elettronica si allungano i tempi di risposta)

 

indicando:

- il proprio recapito telefonico,
- l'argomento della ricerca,
- quali documenti vogliano consultare.

 

 

Pagamenti on-line.
Pago Pa è il nuovo sistema di pagamento per il pubblico; si ricorda che dal 1° agosto 2021 non potranno più essere accettati i pagamenti tramite il semplice bonifico bancario o postale. Per la vendita on-line dei libri non effettuare il pagamento ma contattare gli uffici via mail.

Pago PA istruzioni: file pdf
- file testo

UNA CITTA' PER CANTARE

Un secolo di concerti a Torino

 

9 maggio 2022 - 31 gennaio 2023

Per l'alto numero di visitatori la data di chiusura della mostra, prevista per il 30/09/2022, è posticipata al 31/01/2023

Ingresso gratuito da lunedì a venerdì ore 8,30-16,00

Chiuso festivi

Aperture straordinarie:
Sabato 14 maggio ore 13-19
Venerdì 10 giugno ore 17-23
Venerdì 9 settembre ore 17

Altre aperture extra saranno comunicate sul sito

Archivio Storico della Città: 900 anni di storia

video promozionale dell'Archivio

Servizio Civile Universale 2022

Progetto: "Le carte della città"

logo servizio civile

I colloqui di selezione si sono svolti il 5-6 aprile 2022.
Sono consultabili le graduatorie.

ARTBonus

Sostieni le mostre (a ingresso libero) e l'attività editoriale dell'Archivio.

Ogni donazione dà diritto a un credito d'imposta del 65%

Artbonus 2015