Città di Torino > Tasse e tributi > Occupazione Suolo Pubblico

Occupazione Suolo Pubblico Permanente

AVVISO ALL'UTENZA DETERMINAZIONE SCADENZE DI PAGAMENTO CANONI PER OCCUPAZIONI PERMANENTI DEL SUOLO PUBBLICO

In data 30 marzo 2021 la Giunta Comunale con deliberazione n.255/2021, immediatamente eseguibile , ha determinato le scadenze delle rate di pagamento anno 2021, riferite ai canoni di occupazione permanente del suolo pubblico come segue:

  • prima rata/monorata 30 giugno
  • seconda rata 30 luglio
  • terza rata 30 settembre
  • ultima rata 29 ottobre
Avviso del 3 marzo 2021 - Canone Unico: Regolamento n. 395 (novità)

Con approvazione della deliberazione del Consiglio Comunale del 15 febbraio 2021 (DEL 97/2021 - n. mecc. 2020 02630/013) è diventato esecutivo dal 2 marzo 2021 il Regolamento per la disciplina del Canone Patrimoniale di concessione dell'occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche e di Autorizzazioni relative alla diffusione ed esposizione di messaggi pubblicitari, istituito ai sensi della Legge 27 Dicembre 2019 n. 160.  

EMERGENZA COVID-2019

A causa degli effetti determinati dall'epidemia del coronavirus COVID 19, al fine di contenere il contagio, in ottemperanza ai Decreti Regionali l'attività dello sportello polifunzionale e' sospesa sino alla  conclamata fine dell’ emergenza.
Le istanze possono essere presentate via PEC all'indirizzo: tributi@cert.comune.torino.it
In via esclusiva e per gli  allegati a corredo di istanze relative ai precari edilizi si deve procedere tramite corriere o ufficio postale assumendo accordi preventivi scrivendo a ufficiocarburantieprecari@comune.torino.it o contattando i numeri 01101124670 - 01101124666 - 01101120351
Altre informazioni di contatto:
dehors@comune.torino.it  tel 01101120345  - 01101120351
cosappermanente@comune.torino.it  tel 01101124172 - 01101120351

SI FA PRESENTE INOLTRE CHE  in virtù del DL 18 / 2020  le concessioni in essere , scadenti tra il 31  gennaio e 15 aprile conservano la loro validità sino al 15 giugno , salvo successive proroghe.
Il Decreto 17 marzo 2020, n.18 e' stato emendato in fase di conversione in legge come segue:
" Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni  autorizzazioni  atti abilitativi e termini di inizio e ultimazione dei lavori previsti dall'art.15 del Testo Unico dell’edilizia ( D.P.R. 380/2001), in scadenza tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020, conservano la loro validita' per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza"

AVVISO ALL'UTENZA ESENZIONI DAL PAGAMENTO DEL CANONE COSAP PER OCCUPAZIONI PERMANENTI CONNESSE AD ESERCIZI PUBBLICI DI SOMMINISTRAZIONE

Con la suddetta deliberazione n.202001149/13 e' stata inoltre approvata l'esenzione dal pagamento del canone per le occupazioni permanenti di suolo pubblico connesse ad attivita' di ristorazione ( chioschi di somministrazione e padiglioni uso ristoro) per i seguenti periodi:

  • dal 12 marzo al 30 aprile 2020 come previsto dal DCPM 11 marzo 2020 e ai sensi dell'art.14 del Regolamento n.257;
  • dal 1 maggio al 31 ottobre, ai sensi dell’art. 181 del DL n. 34 del 19 maggio 2020 cd. “Decreto Rilancio”.
AVVISO ALL'UTENZA PER LE OCCUPAZIONI TEMPORANEE CON DEHORS DI CUI ALL'ART.44 DEL REGOLAMENTO N. 257 COSAP ( DEHORS CONTINUATIVI E STAGIONALI), SI APPLICANO GLI STESSI PERIODI DI ESENZIONE PREVISTI PER LE OCCUPAZIONI PERMANENTI CON CHIOSCHI DI SOMMINISTRAZIONE E PADIGLIONI AD USO RISTORO

Le concessioni per l’occupazione suolo pubblico permanente

Le occupazioni di suolo pubblico permanenti sono quelle a carattere stabile benché precarie, concesse a tempo indeterminato che non necessitano di rinnovo annuale.

Deve presentare la domanda:

  • chiunque intenda occupare in modo permanente una porzione di spazio od area pubblica (proprietario o titolare di diritto realeo responsabile dell'attività oggetto della richiesta);
  • chi deve modificare la concessione in quanto la superficie dell’occupazione è stata segnalata o rilevata all’origine in modo sbagliato (es. è stato segnalato in sede di autorizzazione un passo carraio di tre metri anziché di cinque);
  •  chi deve ottenere la voltura di occupazioni già concesse;
  • chi deve chiedere la cessazione dell’occupazione .

Il canone è dovuto dal titolare dell’atto di concessione o, in mancanza, dall’occupante di fatto, che è anche soggetto passivo del canone.

Il pagamento del canone relativo al primo anno di occupazione deve essere effettuato al rilascio del provvedimento di concessione.
Per tali occupazioni, ad eccezione dell'anno in cui è rilasciata la concessione iniziale, il cui canone è calcolato sulla restante parte dell’anno, i canoni successivi al primo sono calcolati su base annua applicando la tariffa giornaliera prevista per lo specifico tipo di occupazione e categoria viaria moltiplicata per 365 giorni.
Il canone relativo agli anni successivi è riscosso dal Comune per mezzo della società di riscossione SORIS S.p.A. mediante emissioni di bollettini allegati agli avvisi di pagamento.

Sono considerate abusive le occupazioni:

  • senza la preventiva concessione comunale;
  • non volturate nel termine di 30 giorni dal cambio di titolarità della occupazione stessa;
  • in difformità da quanto autorizzato (eccesso di superficie, di durata, attività diversa diversa o strutturalmente difformi dal progetto approvato).

Nel caso di più occupanti di fatto di suolo pubblico, questi sono tenuti in solido al pagamento del canone. In caso di uso comune del suolo pubblico, è soggetto passivo ciascuno dei contitolari dell'occupazione ma è sufficiente che uno solo paghi il canone, in quanto esso è commisurato alla superficie occupata.
Le concessioni od autorizzazioni sono rilasciate secondo le modalità e nei termini previsti dall'art. 5 del  Regolamento C.O.S.A.P.

Per il pagamento del canone in caso di “voltura” delle varie concessioni per occupazioni suolo pubblico con passi carrabili, opere edilizie in precario, distributori di carburante, plateatico si sottolinea che:

  • Per le volture in corso d'anno il canone è dovuto dal concessionario cedente (art 6 c. 3 Regolamento C.O.S.A.P).
  • La mancata voltura di preesistente concessione non effettuata entro il termine di 30 giorni da parte del soggetto subentrante è da considerarsi come occupazione abusiva con conseguente applicazione delle relative sanzioni (art. 2 c. 4, art. 18 c. 2, Regolamento C.O.S.A.P.)

Torna su

Modalità di pagamento

A regime (dal secondo anno rispetto al rilascio della concessione per occupazione di suolo pubblico permanente) il canone è riscosso dal Comune per mezzo della società di riscossione Soris S.p.A – Via Vigone, 80 – 10139 Torino mediante emissione di bollettini allegati agli avvisi di pagamento.

Per ogni informazione inerente il pagamento ci si può rivolgere al Call Center di Soris S.p.a. al n. 848800141 a disposizione del contribuente dalle 8.00 alle 20.00 dal lunedì al venerdì e dalle 8.00 alle 14.00 il sabato ed i prefestivi.

pagamenti per gli avvisi di pagamento dall’anno 2005 in avanti:
  1. dove pagare

    Le somme dovute possono essere pagate:

    • Presso gli sportelli Soris in Via Vigone 80, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle13.30
    • Agli Uffici Postali sul ccp 61841532 intestato a “Soris S.p.A. Serv. Riscoss. COSAP” utilizzando i bollettini allegati all'avviso di pagamento
    • Presso gli sportelli delle banche convenzionate (per l'elenco delle banche convenzionate può rivolgersi al call center della SORIS n. 848800141 o consultare il sito - www.soris.torino.it
    • Con il servizio di domiciliazione presso gli istituti di credito indicati (maggiori informazioni sul sito www.soris.torino.it)
    • Presso le tabaccherie/ricevitorie del Lotto che espongono il marchio “Punto LIS” 
    • Tramite Internet collegandosi al sito www.soris.torino.it  ( in quest’ultimo indirizzo sono altresì indicati tutti gli ulteriori siti a disposizione dei contribuenti per il pagamento on line)
    • Presso i PuntoBlu (chioschi di pagamento automatici) con carta PagoBancomat e il bollettino postale; il pagamento può essere effettuato presso le seguenti sedi
      Circoscrizione 3- C.so Peschiera 193; LU – VE dalle 8,00 alle 18,30
      Circoscrizione 8 – V. Ormea 45; LU – VE dalle 8,00 alle 18,30
  2. come pagare
    • Contanti
    • Utilizzando il Bancomat in modalità POS presso gli sportelli attrezzati
    • Tramite addebito pre-autorizzato  (RID).
      Attivare il servizio è semplicissimo. Per  tutti i titolari di conto corrente bancario o postale è sufficiente  recarsi presso la banca o l’ufficio postale  dove si è aperto il conto e compilare l’apposito modello (RID) indicando il codice  di domiciliazione  che si  trova  nella prima pagina dell’avviso di pagamento ( Codice Rid  per domiciliazione).  La disposizione, che si intende riferita al solo importo contenuto nell’avviso, sarà valida anche per gli anni futuri, fino a revoca.  Tale servizio  presso le Poste e quasi tutte le Banche è gratuito.
    • Con Carta di Credito tramite il sito Soris www.soris.torino.it nell’apposita sezione.

Per effettuare i pagamenti è necessario disporre:

  • Codice Fiscale dell'intestatario dell’avviso 
  • Estremi identificativi del documento di pagamento (qualora tali estremi non siano disponibili all’utente, il medesimo può telefonare al Call Center di Soris S.p.A.  n. 848800141 per ottenerli)

N.B. Il pagamento a mezzo RID è subordinato all'accettazione della delega da parte dell'Istituto di Credito o dell’ Ufficio postale del conto dell'intestatario, le istruzioni e il modello sono reperibili sul sito www.soris.torino.it

Torna su

Tariffe

Per informazioni sulla “determinazione della tariffa ordinaria e dei coefficienti moltiplicatori” occorre far riferimento al Regolamento 257 per quanto riguarda:

  • allegato “A”, “Determinazione della tariffa ordinaria e dei coefficienti moltiplicatori”;
  • allegato “B”, per quanto riguarda la classificazione per categorie delle strade cittadine a cui fa riferimento il coefficiente viario di cui al punto 2 (ad ogni strada è abbinata una categoria).
Seguono comunque alcune indicazioni per il calcolo del canone occupazione suolo pubblico

Canone =  Tariffa base giornaliera al mq (1) x  Coefficiente viario  (2) x Coefficiente per specifiche tipologie (3) x  Superficie (4) x  Durata (5)

  1. Tariffa base giornaliera Anno 2020: € 0,341
  2. Coefficiente viario = da Regolamento ovvero
    Categorie Coefficienti
    I 1,30
    II 1,00
    III 0,75
    IV 0,60
    V 0,45
  3. Coefficiente per specifiche tipologie
    Specifiche tipologie di occupazione permanente Coefficiente moltiplicatore
    Passo carrabile a raso con cartello - svasi - scivoli e riserve di parcheggio per alberghi 0,75
    Aree per la distribuzione di carburanti e simili 1,25
    Verande o strutture simili su suolo pubblico, destinate ad attività commerciali, di somministrazione e per la copertura di dehor 1,88
    Dehor D1 ( nuova tipologia prevista al Regolamento n.388)
    1,045
    Dehor D2 ( nuova tipologia prevista al Regolamento n.388) 1,09
    Padiglioni P1( nuova tipologia prevista al Regolamento n.388) 1,60
    Padiglioni P2( nuova tipologia prevista al Regolamento n.388) 1,88
    Edicole per la vendita di giornali e riviste 0,75
    Intercapedini, griglie, lucernari 1
    Strutture di rete per la ricarica di veicoli elettrici e ibridi con relativo stallo 0,20
    Impianto per la ricarica di veicoli elettrici e ibridi, inteso come colonnina e relativi armadi di servizio, nonché le aree di cantiere interessate per l'installazione e gli allacci dei manufatti 1

    In attuazione dell'articolo 16 ad oggetto "Norme transitorie specifiche" di cui al Regolamento n. 388, ed esclusivamente nei seguenti casi:
    a)  le concessioni quinquennali, di cui al comma 1 del predetto articolo 16, che alla data di entrata in vigore della nuova disciplina regolamentare proseguono la loro durata sino alla scadenza naturale indicata nella concessione stessa;
    b)  le concessioni continuative, rilasciate secondo la vecchia disciplina, scadenti nel 2020, anno di entrata in vigore della nuova disciplina regolamentare, che sono prorogate d'ufficio per 2 anni a decorrere dalla rispettiva data di scadenza;
    c)  le nuove concessioni continuative o quelle rinnovate nel periodo dal 23 luglio 2019 al 31 dicembre 2019 e realizzate secondo la precedente normativa regolamentare. per le quali è consentito la prosecuzione temporale delle stesse per 3 anni a far data dal giorno del rilascio;
    viene applicata la tariffa annualmente determinata, mentre rimangono invariati, esclusivamente per i periodi transitori di cui sopra, i coefficienti moltiplicatori previgenti di cui al punto B dell'allegato (A) che qui vengono richiamati:

     Tipologia

     parametro

     dehors esclusivamente costituito da tavoli, sedie ed ombrelloni, senza delimitazioni verticali, o con semplice cordone

     1,045

     dehors con struttura complessa, delimitato da elemento verticale con altezza non superiore a centimetri 160, con esclusione dei cordoli

     1,09

     dehors con struttura complessa, delimitato da elemento verticale con altezza superiore a centimetri 160

     1,38

  4. Superficie = varia in base all’occupazione
  5. Durata = pari a 365 gg

Le occupazioni permanenti del territorio comunale realizzate con cavi, condutture, impianti o con qualsiasi altro manufatto da aziende di erogazione di pubblici servizi e da quelle esercenti attività strumentali ai servizi medesimi sono soggette a concessione di occupazione suolo pubblico ed al pagamento di un canone commisurato al numero complessivo delle relative utenze, risultante al 31 dicembre dell'anno precedente, per la misura unitaria per utenza, stabilita dalla legge. Il canone deve essere versato in un’unica soluzione entro il 30 aprile di ogni anno a mezzo i conto corrente postale intestato al Comune di Torino o nelle altre forme di pagamento comunicate dalla Città alle aziende suddette.

Le occupazioni permanenti effettuate invece per l'erogazione di beni o altre utilità non aventi carattere di preminente interesse generale, a mezzo convenzione, sono assoggettate ugualmente a preventiva concessione rilasciata dall’Amministrazione e da un canone annuale commisurato alla tariffa ordinaria base ragguagliata alle varie categorie viarie e per metro quadrato al giorno.

In entrambi i citati casi la concessione è rilasciata dalla Divisione Risorse Finanziarie- Servizio Pubblicità e Suolo Pubblico – Ufficio Precari

Torna su


Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 2021

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro