Città di Torino > Tasse e tributi > COSAP > Come e dove fare le domande

COSAP - Come e dove fare le domande

Opere edilizie a titolo precario – chioschi – padiglioni . Artt. 53 e 55 del Regolamento COSAP

Per la costruzione di:

  • opere edilizie a titolo precario, quali ad esempio, intercapedini, griglie, pensiline, vetrine, bacheche, lucernari, rampe, cabine foto e telefoniche, armadi tecnologici e centrali termiche;
  • chioschi, manufatti isolati generalmente prefabbricati;
  • padiglioni, strutture che costituiscono volume aggiuntivo per il ristoro annesse ad un locale di pubblico esercizio di somministrazione, nella quale è ammessa unicamente la somministrazione ed il consumo di alimenti e bevande;

e la presentazione di istanze afferenti i suddetti manufatti edilizi su suolo pubblico, per la realizzazione o modifica delle opere precarie e il rilascio dei relativi titoli abilitativi (PdC, SCIA, DIA, CIL, comunicazioni di inizio e fine lavori), occorre rivolgersi allo
Sportello polivalente precari edilizi,dehors e cosap permanente

apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,30, il mercoledì dalle ore 14.30 alle 16
corso Racconigi 49
tel. 011-011 24815/24660/24670/24682
ufficiocarburantieprecari@comune.torino.it
PEC tributi@cert.comune.torino.it

Le opere devono essere conformi alle previsioni degli strumenti urbanistici, del Regolamento edilizio e in generale della normativa ambientale, urbanistica ed edilizia vigente e della normativa speciale.

La realizzazione degli interventi oggetto di richiesta di permesso di costruire che riguardino immobili sottoposti a tutela storico-artistica o paesaggistico-ambientale è subordinata al preventivo rilascio del parere o dell’autorizzazione richiesti dalle disposizioni di legge vigenti.

Le opere dovranno essere conservate, finché esistenti, secondo le modalità precisate nel permesso di costruire, che costituisce presupposto per l’occupazione di suolo pubblico.

Per le richieste di parziale rettifica / annullamento degli avvisi bonari, intimazioni e ingiunzioni di pagamento (in autotutela) relativamente alle occupazioni in precario deve essere presentata istanza esclusivamente presso L'Area Tributi e Catasto Sportello polifunzionale precari edilizi, dehors e Cosap permanente – Ufficio Cosap: Corso Racconigi 49 - 10139 Torino; Tel 011-01124172-24174-24881 Fax 01101133660.

istanza di revisione - modello di istanza con dichiarazione sostitutiva atto di notorietà (PDF, 107Kb).

Le variazioni di amministratore di condominio che pagano la concessione suolo pubblico per occupazione in precario devono ugualmente essere presentate presso il medesimo ufficio. Per maggiori dettagli vedere la sezione “Variazione di amministratore”.

Procedure e modalità per la presentazione delle pratiche

Tipologia di istanza

In relazione alla tipologia di opera realizzata, considerando che tali interventi si collocano su suolo pubblico e necessitano di atti di assenso preventivi interni o esterni all'Amministrazione, in conformità a quanto previsto dal DPR 380/2001, è possibile presentare istanza di Permesso di Costruire (PdC), Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) o Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA), secondo la modulistica di seguito dettagliata:

  • Permesso di Costruire (PDC): modello (link) con marca da bollo da €16,00
  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) o Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA): modelli compilabili on line o scaricabili sul sito MUDE (http://www.mude.piemonte.it/site/), ESCLUSIVAMENTE da consegnare in formato cartaceo presso il nostro Sportello Accettazione Pratiche Opere Edilizie su Suolo Pubblico (Precari e Carburanti) o da inviare a mezzo posta o posta elettronica/certificata agli indirizzi ufficiocarburantieprecari@comune.torino.it oppure PEC tributi@cert.comune.torino.it

    corso Racconigi 49, 10139 - Torino
    tel. 011-01124666/24660/24670/24682
    fax 011-01130202, apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.00

  • Istanza Concessione Suolo Pubblico per opere edilizie ricomprese in procedimenti di "regolarizzazione". Il presente  modulo deve essere utilizzato solo per istanze  presentate al fine di sanare l'occupazione di suolo pubblico con opere esistenti già oggetto di progetti edilizi depositati presso gli Archivi della Città di Torino o realizzate antecedentemente all'anno 1942.

Accesso agli atti

Per la visione delle pratiche edilizie conservate presso l'Archivio sito in Via Meucci  e di altra documentazione potrà essere presentata richiesta di accesso agli atti, corredata del documento di identità del richiedente, con le seguenti modalità:

  • presso lo sportello polifunzionale precari edilizi, dehors e Cosap permanente dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12.30, il mercoledì dalle ore 14,30 alle ore 16
  • via mail ufficiocarburantieprecari@comune.torino.it<

In caso di richiesta di copie dei documenti visionati,  le stesse dovranno essere ritirate, successivamente, presso lo sportello dell'URP, sito in Piazza Palazzo di Città 9/A. 

Permesso di costruire e altro

In relazione alla tipologia di opera realizzata, considerando che tali interventi si collocano su suolo pubblico e necessitano di atti di assenso preventivi interni o esterni all'Amministrazione, in conformità a quanto previsto dal DPR 380/2001, è possibile presentare istanza di Permesso di Costruire (PdC), Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) o Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA), secondo la modulistica di seguito dettagliata:

Documentazione da allegare

Il modello di istanza dovrà sempre essere corredata dalla seguente documentazione:

  • Copie dei documenti dei richiedenti;
  • Relazione tecnico-illustrativa in n.3 copie redatte e firmate da professionista abilitato;
  • Relazione fotografica in n.3 copie redatte e firmate da professionista abilitato;
  • Elaborati grafici in n.3 copie redatte e firmate da professionista abilitato nelle quali siano indicati inquadramento territoriale e di piano, estratto cartografico e catastale, stato di fatto e di progetto, eventuali sovrapposizioni, piante, prospetti e sezioni quotati, con i necessari riferimenti al contesto ambientale;
  • Modulo Istanza COSAP, da allegare al Permesso di Costruire, in marca da bollo da €16,00 (NON presentare per chiusure/rimozioni totali)
  • Modello 332 (SOLO per istanze relative a padiglioni)
  • Relazione di fattibilità strutturale per le opere in conglomerato cementizio, a struttura metallica o lignea, ai sensi dell'art.65 del Testo Unico Edilizia (NB anche per padiglioni e pensiline)
  • Schema-tipo di ripristino del suolo da rappresentare all'interno degli elaborati grafici (SOLO per chiusura/rimozione di bocche di lupo o intercapedini)

Al momento della presentazione della pratica verrà fornita la ricevuta indicante il numero di protocollo edilizio e verrà rilasciato un bollettino dell'importo corrispondente alla tipologia dell'istanza (Tabella Tariffe) che il richiedente potrà pagare entro 7 giorni secondo le consuete modalità SORIS.

Nel caso di istanze in Sanatoria ( PDC o SCIA) ai sensi dell'art.36 comma 1 del Testo Unico Edilizia, la relazione tecnica e gli elaborati grafici dovranno specificare chiaramente lo stato autorizzato e le difformità rispetto ai precedenti eventuali permessi già rilasciati.

Esecuzione dei lavori

Dopo il rilascio del permesso e della correlata concessione di occupazione di suolo pubblico, occorre comunicare la data di inizio lavori e quella di fine lavori secondo i termini consentiti dalla normativa vigente (Testo Unico Edilizia) utilizzando l'apposita modulistica e corredandola della documentazione richiesta, con le seguenti modalità:

  • presso lo sportello polifunzionale precari dilizi, dehors e Cosap permanente - tel. 01124815/24660/24670/24682, apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9.30 - 12.00
  • via mail ufficiocarburantieprecari@comune.torino.it

Beni vincolati

Nel caso in cui l'intervento che si intende realizzare si collochi in area sottoposta a tutela storico-artistica o a vincolo paesaggistico-ambientale, occorre preventivamente richiedere il rilascio rispettivamente del Parere da parte della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per il Comune e la Provincia di Torino (tutela storico artistica e monumentale) o dell'Autorizzazione Paesaggistica (vincolo paesaggistico).

Per opere da realizzare su beni sotto tutela storico artistica e monumentale, occorre indicare nell'istanza che esiste tale tipologia di vincolo e allegare il Parere preventivamente richiesto alla Soprintendenza.

Per opere da realizzare in aree sottoposte al vincolo paesaggistico (Beni paesaggistici art.134 D.Lgs.42/2004 - PTO Piano Territoriale - PAI Piano Assetto Idrogeologico, Autorità di Bacino - Ex L.491/85 Legge Galasso di tutela sponde e corsi d'acqua) occorre dichiarare nell'istanza la tipologia del vincolo e presentare  parallelamente domanda di Autorizzazione Paesaggistica contestuale o antecedente. L'autorizzazione paesaggistica costituisce infatti atto autonomo e presupposto rispetto al rilascio del permesso di costruire o agli altri titoli legittimanti l'intervento urbanistico-edilizio (art.146, comma 4 DL42/2004) pertanto la realizzazione degli interventi oggetto di richiesta di permesso di costruire che riguardino immobili sottoposti a tutela storico-artistica o paesaggistico-ambientale è subordinata al rilascio del parere o dell'autorizzazione previsti dalle disposizioni di legge vigenti.

Le domande di Autorizzazione Paesaggistica Ordinaria o Semplificata, ai sensi dell'art.146 comma 9 DL42/2004, potranno essere presentate contestualmente alla pratica edilizia correlata presso lo Sportello Accettazione Pratiche Opere Edilizie su Suolo Pubblico (Precari e Carburanti) in via Moretta 69, 10139 Torino ufficio n.434 - tel. 011-01124815/24660/24670/24682, apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9.30 - 12.00, sempre allegando:

  • copia dei documenti di identità
  • elaborati grafici (in numero di 5 copie)
  • relazione paesaggistica (in numero di 5 copie).

È possibile visionare gli elenchi delle Autorizzazioni Paesaggistiche rilasciate alla pagina Autorizzazioni paesaggistiche per impianti pubblicitari e precari

Riferimenti normativi

Chioschi

  • Regolamento 218 (chioschi per l'area centrale disciplina dell'inserimento entro il perimetro della zona urbana centrale storica).
  • Regolamento 237 (regolamento per la collocazione di chioschi per la somministrazione di alimenti e bevande legge 287/1991 e commercio su aree pubbliche legge 112/1991). Brochure Chioschi Area Centrale Chioschi Altre zone scaricabile in formato pdf nell'area Documenti.

Dehors

Con deliberazione del Consiglio Comunale approvata in data 22 luglio 2019, n.meccanografico 201900672/134 è stato approvato il nuovo Regolamento che disciplina l'allestimento degli spazi e strutture all'aperto su suolo pubblico, o privato ad uso pubblico, attrezzati per il consumo di alimenti e bevande annessi a locali di pubblico esercizio di somministrazione . Il suddetto Regolamento entrerà in vigore a partire dal 01.01.2020 e a decorrere da tale data cesseranno di avere efficacia i Regolamenti n.287 e n.293.

  • Regolamento 287 (occupazione del suolo pubblico mediante l'allestimento di dehors stagionali e continuativi)

:: dehors stagionali, occupazione per un periodo massimo di 270 giorni, Istanza alla Circoscrizione competente per territorio

:: dehors continuativi, occupazione dello spazio pubblico per tutto l'anno e per un periodo massimo di 5 anni, istanza al Servizio Pubblicita' e Occupazione Suolo Pubblico - corso Racconigi 49

  • Regolamento 293 (disciplina dei padiglioni permanenti ad uso ristoro su suolo pubblico o privato o assoggettato ad uso pubblico).

:: padiglioni permanenti, padiglioni, strutture che costituiscono volume aggiuntivo per il ristoro annesse ad un locale di pubblico esercizio di somministrazione, istanza  allo Sportello polivalente per precari edilizi, dehors e Cosap permanente , in corso Racconigi 49,10139 Torino orario di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 12,30, il mercoledì dalle ore 14,30 alle ore 16.

:: istanza al Servizio Pubblicita' e Occupazione Suolo Pubblico - corso Racconigi 49

Occupazioni stagionali vendita ortofrutticoli

  • Regolamento 220 (regolamento occupazione aree pubbliche per vendita stagionale di cocomeri, meloni, pomodori da conserva e uve da vino. Criteri guida per la definizione delle tipologie strutturali e per il corretto inserimento ambientale).

Polizia Municipale

 

Torna su


Ultimo aggiornamento: 26 luglio 2019

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro