Ho smarrito il mio cane/gatto a chi posso rivolgermi?

Se hai smarrito il tuo cane o il tuo gatto puoi cominciare cercarlo al Canile Sanitario Municipale di Torino di via Germagnano, 11 – tel. 011 262 5685 – 4803. Aperto 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

Denuncia lo smarrimento

La L.R. n°18 del 19 luglio 2004, prevede che chiunque smarrisca il proprio cane debba denunciarne lo smarrimento entro 3 giorni alla Polizia Municipale di Torino .
Sul sito della Regione Piemonte, nella pagina appositamente dedicata è possibile scaricare il modulo per la denuncia di smarrimento (cani, gatti e furetti). Vai alla pagina dedicata.

Ho trovato un cane vagante sul territorio cittadino e non so cosa fare …

Rivolgiti al Canile Sanitario di Torino di via Germagnano 11 che provvedere al recupero e a rintracciare l’eventuale proprietario. tel. 011 262 5685 – 4803, aperto 24 ore su 24, 365 giorni all’anno.

Ho trovato un gatto ferito o malato sul territorio di Torino e non so cosa fare …

Chiedi l’intervento del Canile Sanitario di Torino in via Germagnano 11 – tel. 011/2625685 – 011/2624803 aperto 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

Vorrei adottare un cane / un gatto 

Puoi recarti presso i Canili Municipali della Città, dove potrai vedere gli animali e, in caso di scelta, iniziare la procedura di adozione:

  • Canile Rifugio di Torino, strada Cuorgnè 139 – tel. 011 22430 42 – 28. Orari di apertura al pubblico per le adozioni: dal lunedì al giovedì e il sabato: 9-12 / 14-16 e il venerdì: 9-12;
  • Canile Sanitario di Torino via Germagnano 11 – tel. 011 262 5685 – 4803. Orari di apertura al pubblico per le adozioni: dal lunedì al giovedì: 9-12; 14-16;  venerdì e sabato: 9-12.

Ho appena preso un cane. Quali sono le prime cose importanti da fare?

  1. Registralo all’anagrafe canina ASL TO1 di via San Domenico 22/a – tel 011 5663204; 011 5663110, fax. 011 5663178, oppure rivolgiti al tuo veterinario di fiducia anche per un controllo;
  2.  Fallo socializzare con gli altri cani e con gli umani per cercare di evitare problemi futuri; 

Il mio cane ha problemi comportamentali (abbaia e disturba il vicinato, è aggressivo, tira al guinzaglio ecc.) a chi posso rivolgermi ?

  • veterinario di fiducia per escludere qualunque problema di carattere sanitario;
  • veterinario comportamentista per consigli individuali;
  • scuole cinofile con classi di socializzazione e obbedienza.

Devo andare in vacanza e non posso portare con me il cane/gatto. A chi posso affidarlo?

Se non troviamo amici o parenti disponibili a tenere il nostro amico a 4 zampe possiamo rivolgerci ad un dog/cat sitter di fiducia oppure contattare per tempo una pensione per animali, ricordando che nei periodi di alta stagione le richieste sono numerose e non è sempre facile trovare posto.

Sono solo e devo lasciare il mio animale per causa di forza maggiore. Cosa posso fare?

  1. Affidarlo ad amici o parenti;
  2. interpellare un dog/cat sitter di fiducia;
  3. contattare una pensione per animali.

Le persone che si trovano in condizioni di disagio economico-sociale possono, su richiesta dei Servizi Sociali cittadini, far ospitare l’animale (cane o gatto) dal Canile Municipale per un periodo massimo di 90 giorni.

Vai alla pagina con l’elenco dei Rifugi e dei Canili/Gattili privati in Torino e Provincia  (Attenzione! Se  vuoi essere inserito nell’elenco scrivi a: ufficiotutelaanimali@comune.torino.it )

Il mio animale sta male e il veterinario non è reperibile. Dove lo posso portare?

Rivolgiti a una clinica veterinaria dotata di Pronto Soccorso, da una ricerca su internet potrai trovarne diverse sul territorio torinese.

A chi posso segnalare un caso di maltrattamento?

Fai un esposto alle Forze dell’Ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Municipale) oppure rivolgiti alle Associazioni di volontariato animalista con funzione di polizia giudiziaria. Puoi anche inviare una mail al nostro ufficio , ufficiotutelaanimali@comune.torino.it , spiegando la situazione e lasciando un recapito telefonico , provvederemo a girare la mail al contact center della polizia municipale che effettuerà gli accertamenti del caso.

Chi posso contattare per segnalare la presenza di colonie feline sul territorio di Torino? 

Le colonie feline sono tutelate dalla Legge Quadro 281/91, da cui deriva la L.R. 34/93 e successivo Regolamento d’attuazione 4359/93. Nello specifico, sul territorio di Torino, è in vigore il Regolamento 320 della Città. Per segnalare una colonia felina sul territorio di Torino,  rivolgersi all’Ufficio Tutela Animali, via Padova 29 – tel. 011 011 26543 – Fax 011 01126641, e-mail: ufficiotutelaanimali@comune.torino.it  Ricevimento al pubblico: mercoledì, dalle ore 9 alle ore 12.

Per prendermi cura di una o più colonie feline e diventarne referente a chi posso rivolgermi?

Puoi rivolgerti all’Ufficio Tutela Animali del Comune di Torino, via Padova 29 – tel. 011 011 26543 – Fax 011 01126641, e-mail: ufficiotutelaanimali@comune.torino.it  (Ricevimento del pubblico: mercoledì, dalle ore 9 alle ore 12).

Per segnalare problematiche legate alla presenza di animali in condominio a chi posso rivolgermi?

Sul territorio di Torino, è in vigore il Regolamento 320 della Città nel quale, all’articolo 15, viene normata la detenzione degli animali nel condomini. Eventuali problematiche possono essere segnalate alla Polizia Municipale, al numero 011 0111, o all’Ufficio Tutela Animali del Comune di Torino, via Padova 29 – tel. 011 011 26543 – Fax 011 01126641, e-mail: ufficiotutelaanimali@comune.torino.it . Ricevimento del pubblico: mercoledì, dalle ore 9 alle ore 12.

Posso alimentare i piccioni?

Alimentare i piccioni è consentito nei limiti previsti dall’articolo 40 del Regolamento 320 della Città, ovvero nelle aree appositamente individuate (pdf 3,7 MB). Guarda la pagina appositamente dedicata cliccando QUI .

Come posso allontanare i piccioni dal mio balcone/terrazzo?

I piccioni sono specie protetta secondo la legge n. 968 del 27/12/1972 “Principi generali e disposizioni per la protezione e la tutela della fauna selvatica”. Il piccione cittadino come membro della fauna selvatica italiana (legge n. 157 dell’11 febbraio 1992) é patrimonio indisponibile dello Stato ed è tutelato nell’interesse della comunità nazionale ed internazionale. Lo si può dunque definire animale protetto, vietandone l’uccisione e la cattura. La legge prevede che il piccione possa però essere “dissuaso” dal frequentare determinate zone.

Negli edifici e nelle aree, pubbliche o private, dove si possono verificare nidificazioni o stabulazioni di colombi tali da creare condizioni favorevoli ad una loro rapida proliferazione, in contrasto con l’equilibrio dell’ecosistema urbano e con la vivibilità della città, devono essere attuati a cura dei proprietari e/o dei responsabili i seguenti interventi:

–  pulizia e disinfezione delle superfici, necessarie al ripristino delle condizioni igieniche;

– interventi di tipo meccanico o strutturale atti a mantenere condizioni sfavorevoli alla nidificazione ed allo stazionamento dei colombi (dissuasori anti-stazionamento, occlusioni, reti di protezione, repellenti visivi, ecc.).

Ogni intervento dovrà rispettare le regole di benessere degli animali ed è comunque sempre vietato l’uso di dissuasori anti-stazionamento costituiti da aghi metallici; …. (tratto da articolo 40 del Regolamento 320).

Guarda la pagina appositamente dedicata cliccando QUI e alcuni consigli utili per allontanare i piccioni senza creare loro alcun danno Scarica Pdf (89 Kb).

Non posso più occuparmi del pesce rosso, a chi mi posso rivolgere?

Il Regolamento Comunale vigente n. 320 per la Tutela ed il Benessere degli Animali in Città  ha tra i principi e le finalità quella di favorire la corretta convivenza fra specie umana ed animali, promuovendo iniziative ed interventi rivolte alla conservazione degli ecosistemi e degli equilibri ecologici ed etologici e vieta la possibilità di liberare animali di proprietà in aree pubbliche  (art 38 comma 4 ).

In particolare è fatto divieto di abbandonare qualsiasi tipo di animale (art 10 comma 1).

Si consiglia di rivolgersi ai negozi di acquari e pesci per una soluzione adeguata. Guarda l’elenco

A chi posso rivolgermi per avere informazioni sugli animali selvatici che possono trovarsi in Città?

All’Ufficio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana di Torino, Corso Inghilterra, 7 – Tel. 011.8616987
e-mail: infofauna@cittametropolitana.torino.it

Ho trovato un animale selvatico ferito. Dove posso portarlo?

All’Ospedale Veterinario della Facoltà di Medicina Veterinaria, via Leonardo Da Vinci 44, Grugliasco – tel. 011/6709157 oppure al Centro Animali Non Convenzionali – C.A.N.C,  entrata in Largo Paolo Braccini,  Grugliasco – tel. 011.6709157 (reperibilità notturna: 366.6867428).

A chi posso rivolgermi per avere informazioni sugli animali non convenzionali (es: tartarughe, conigli, serpenti, iguane, criceti, furetti, pappagalli, ecc…)?

Al Centro Animali Non Convenzionali – C.A.N.C, tel. 011.6709157

API: a chi posso rivolgermi per spostare un nido d’api?

Le api sono una specie protetta, non devono essere soppresse. Quando occorre, perché magari si presentano in sciame, è necessario contattare un apicoltore o un’Associazione di apicoltori. Alcuni riferimenti nella lista nazionale recupero sciami.

A chi posso richiedere un intervento di disinfestazione di nidi di VESPE, CALABRONI, BLATTE (scarafaggi) e di RATTI su suolo pubblico?

Al Comune di Torino, mandando una mail di richiesta a : ciclorifiuti@comune.torino.it

Sono infastidito dalle zanzare, che posso fare?

Controlla che sui tuoi balconi o nel tuo giardino non siano presenti ristagni d’acqua. Anche un vaso per i fiori, un copertone abbandonato e simili, offrono alla zanzara tigre l’ambiente adatto alla posa delle uova che danno origine alle larve e a nuove zanzare. Se li trovi eliminali subito o intervieni con un larvicida se non puoi eliminarli. Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata.