Iscrizione a Lo.C.A.Re.

Per iscriversi all’Agenzia Sociale per la locazione Lo.C.A.Re di Torino l’inquilino deve possedere i requisiti previsti in una delle due Misure, ovvero:

  • essere residenti o avere un’attività lavorativa da almeno un anno nel Comune di Torino o in un comune appartenente all’Agenzia Metropolitana (Alpignano, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Piossasco, Rivalta, Rivoli, Settimo Torinese, Venaria Reale e Borgaro Torinese);
  • fruire di un reddito derivante da regolare attività lavorativa (dipendente o autonoma) o da pensione;
  • avere la necessità di reperire un alloggio a canone contenuto trovandosi in una condizione abitativa inadeguata.

L’iscrizione a Lo.C.A.Re. prevede un iter che si conclude col rilascio di un’ attestato previa registrazione tramite la presentazione di documenti inclusi nel seguente elenco:

  • documento di riconoscimento (in caso di cittadini non appartenenti all’Unione Europea: permesso di soggiorno o carta di soggiorno. Se il permesso di soggiorno è scaduto e la procedura per il rinnovo è in corso: ricevuta che attesti la richiesta di rinnovo in corso);
  • codice fiscale;
  • certificazione ISEE dell’anno in corso (Indicatore Situazione Economica Equivalente); se lavoratore dipendente: un paio di buste paga recenti / cedolino pensione, contratto di lavoro e CUD; se lavoratore autonomo: Mod. 750, iscrizione camera di commercio, bilancino commercialista e versamento trimestre IVA;
  • ospitalità temporanea: la condizione di ospitalità temporanea deve essere conseguente a sfratto già eseguito nell’anno in corso o connessa a percorsi di assistenza individualizzata  da parte della Città di Torino; 
  • alloggio non idoneo: è necessario il vincolo di almeno un anno di residenza anagrafica nell’alloggio e l’inidoneità deve risultare dal contratto d’affitto regolarmente registrato e, se del caso, da apposita relazione tecnica dell’amministrazione condominiale. Nei casi di inagibilità è richiesta apposita relazione dell’Asl competente o ordinanza del Sindaco;
  • sfratto (intimazione di sfratto con convalida) e/o ordinanze;
  • relazione assistente sociale;
  • separazione: verbale del tribunale;
  • autocertificazione disoccupazione (familiare a carico);
  • in caso di invalidità di un componente del nucleo familiare: è necessario allegare alla domanda il certificato di invalidità, rilasciato dalla commissione competente, che attesti la percentuale d’invalidità.

N.B.

Il suesposto elenco ha solo un valore orientativo e non è da considerarsi esaustivo poiché ogni singola situazione è individuale e verrà valutata direttamente dall’Agenzia Sociale Comunale Lo.C.A.Re.

Torna su

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro