Città di Torino > Casa e territorio > Affittare conviene

Il canone convenzionato conviene, scopriamo quanto!

La Città di Torino è uno dei pochi comuni metropolitani ad aver attivato iniziative finalizzate alla promozione ed alla diffusione dei contratti di locazione convenzionati  grazie ad una lunga e proficua collaborazione con le associazioni maggiormente rappresentative della proprietà edilizia, degli inquilini e delle  associazioni degli operatori  del settore immobiliare presenti sul territorio cittadino. L’efficacia di queste politiche incentivanti promosse dalla Città, hanno determinato l’istituzione, fin dal 2000, dell’Agenzia Sociale Lo.C.A.Re. e l’applicazione di un’aliquota agevolata, dapprima sull’ICI, ed ora sull’IMU. L’ampia collaborazione con le parti sociali ha consentito la maggiore diffusione dei contratti convenzionati per un numero esteso di cittadini torinesi, proprietari e inquilini, che possono oggi usufruire dei vantaggi economici previsti quali la riduzione del canone di affitto e le molteplici agevolazioni fiscali.

I contratti di locazione convenzionati (l. 431/98, art. 2, comma 3)

Il contratto di locazione convenzionato, detto anche a canone concordato, è una forma di contratto d’affitto che prevede un canone più basso di quello di mercato e interessanti agevolazioni fiscali a favore del proprietario per compensarlo dell’eventuale minor reddito. I contratti convenzionati sono basati su accordi, chiamati Accordi Territoriali, promossi e coordinati dall’Amministrazione Comunale e stipulati dalle principali associazioni dei proprietari e degli inquilini. Tali Accordi stabiliscono le modalità di valutazione degli immobili per definire i valori massimi e minimi del canone mensile, per metro quadro, in base alla zona e alle caratteristiche dell’edificio e dell’appartamento. Il primo Accordo Territoriale della Città di Torino risale al 1999, l’ultimo attualmente in vigore è stato firmato a settembre 2013.

Nella sua funzione di capoluogo la Città di Torino ha incentivato e coadiuvato alla stesura di analoghi accordi territoriali per alcuni comuni dell’area metropolitana torinese che sono stati firmati nel maggio 2014 (Caselle Torinese, Collegno, Grugliasco e Moncalieri).
Al fine di agevolare l’applicazione dei contratti di locazione convenzionata è stato redatto un Testo sintetico ed operativo degli Accordi Territoriali del Comune di Torino che chiarisce le principali condizioni del contratto.

Rispetto ai contratti a libero mercato quelli convenzionati presentano alcune fondamentali differenze:

  • La durata, quelli convenzionati possono essere più brevi; tre anni più due con rinnovo automatico alla scadenza
  • Le agevolazioni fiscali, riservate esclusivamente ai proprietari ed agli inquilini che adottano i contratti di locazione convenzionati.

Le agevolazioni fiscali per il proprietario sono:

  • Deduzione complessiva dell’Irpef pari al 33,5% a fronte del 5% previsto in caso di contratto libero; in questo modo il proprietario indica nella dichiarazione dei redditi solo il 66,5% del canone, invece del 95%
  • Riduzione del 30% dell’imposta di registro
  • Aliquota IMU pari allo 0,431% contro l’aliquota ordinaria dell’1,06%. Tale agevolazione riguarda esclusivamente i contratti di locazione convenzionata ad uso abitativo e i contratti transitori per studenti fuori sede (all. 7, all. 8)

Infine, nel caso della cedolare secca, regime fiscale facoltativo ed alternativo all’Irpef, la tassazione prevista è del 21% per i contratti a libero mercato mentre per i Contratti Convenzionati scende al 10%.

Le agevolazioni ed i benefici per gli inquilini sono:

  • Un affitto inferiore a quello di mercato
  • Una riduzione del 30% dell’imposta di registro
  • Una detrazione fiscale di 495,80 euro se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro
  • Una detrazione fiscale di 247,90 euro se il reddito complessivo è compreso nella fascia tra i 15.493,71 e 30.987,41 euro

Per potere fruire dei benefici è necessario che l’inquilino prenda la residenza presso l’abitazione locata.

I contratti di locazione convenzionati sono stati istituiti con legge 431/98, art.2, comma 3 e con il successivo Decreto di attuazione (D.M. del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30.12.2002).

Ulteriori approfondimenti sugli accordi territoriali e sui criteri per determinare il canone possono essere richiesti presso gli sportelli di prima informazione, attivati dalla Città in collaborazione con le associazioni della proprietà edilizia, degli inquilini e delle associazioni degli operatori del settore immobiliare.

Sportelli di prima informazione (previo appuntamento telefonico).

Contratti convenzionati - sportello divulgativo di prima informazione (previo appuntamento)
Associazioni/Immobiliari Sede Giorno Ora

APE
Tel: 011 52142180

Via Nota, 3 Lunedì 9.30 - 12.00

 FIAIP
Tel: 011 4366175

Piazza Emanuele Filiberto, 15 Lunedì 14.00 - 18.00

COMUNE DI TORINO
Tel: 01101124371

Via Corte d’Appello, 10 - 3° piano Martedì 14.00 - 16.00

FIMAA
Tel: 011 4733030

Via Goffredo Casalis, 33 Venerdì 9.00 - 12.00

UPPI
Tel: 011 5613580

C.so Palestro, 8 Venerdì 15.00 - 18.30

SICET  
Tel : 011 6520151

Via Madama Cristina, 50 Venerdì 10.00 - 12.00

SUNIA
Tel : 011 2440936

Via Pedrotti, 30 Venerdì 10.00 - 12.00

ANIAT/CONIA
Tel: 011 5683594

Via Pigafetta, 34 Mercoledì 9.30 - 12.00

ANAMA
Tel: 011 5220260

C.so Principe Eugenio, 7f Martedì 9.30 - 12.00

UNIAT
011 4364184

Via Bologna, 15 Venerdì 10.00 - 12.00

E' un'iniziativa promossa da:

  • Cittą di Torino
  • Organizzazioni della Proprietą Edilizia
  • Organizzazioni Sindacali degli Inquilini
  • Organizzazioni degli Operatori Immobiliari
  • ANACI

Torna su


Ultimo aggiornamento: 31 Luglio, 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro