Città di Torino >
Comune Vende > 06_2021_de_Marchi33 > Avviso d'asta n. 74/2021 - Costituzione della proprietà superficiaria cinquantennale su compendio sito in Torino, via De Marchi n. 33

Avviso d'asta n. 74/2021 - Costituzione della proprietà superficiaria cinquantennale su compendio sito in Torino, via De Marchi n. 33

In evidenza - FAQ - 22/09/2021

-  AVVISO  -

Si comunica che nell'apposita sezione sono state pubblicate le FAQ con relative domande e risposte.

In evidenza - disegni CT e Fabbricato - 16/09/2021

-  AVVISO  -

Si comunica che nella sezione "Documenti Disponibili" dell'articolo dedicato - Compendio sito in Torino, via De Marchi n. 33 - è possibile consultare: della Centrale Termica i disegni nei formati .dwg e .dxf, la Scia ed il Certificato di Conformità e del Fabbricato i disegni nei formati .dwg e .dxf.

In evidenza - disegni e collaudo - 09/09/2021

-  AVVISO  -

Si comunica che nell'articolo dedicato - Compendio sito in Torino, via De Marchi n. 33 - sono disponibili i seguenti disegni (in formato .pdf):

E' inoltre disponibile il collaudo finale approvato con deliberazione della Giunta comunale mecc. n. 2013 2063/063 del 21 maggio 2013.

In evidenza - avviso errore materiale - 16/08/2021

-  AVVISO  -

Si comunica che, per mero errore materiale, la data di approvazione della deliberazione del Consiglio Comunale n. 529 richiamata nei documenti di gara è stata indicata nel 21 maggio 2021. La data corretta di approvazione della suddetta deliberazione è, invece, 21 giugno 2021.

Immagine web sezione de Marchi 33

Si rende noto che il giorno 29 settembre 2021 alle ore 9,30 nella Sala della sede Comunale – Piazza Palazzo di Città n. 1 – Torino, in seduta pubblica, si procederà mediante esperimento di Asta pubblica alla costituzione della proprietà superficiaria cinquantennale con vincolo di destinazione d’uso a servizi residenziali e semiresidenziali a favore di persone con disabilità del compendio sito in Torino, via De Marchi 33, come meglio sotto specificato:

Per prendere parte all’asta gli interessati dovranno far pervenire la propria offerta all’Ufficio Protocollo Generale della Città di Torino (per l’Area Appalti ed Economato - Unità Operativa Appalti di Servizi e Forniture) – Piazza Palazzo di Città n. 1 - 10122 Torino - entro e non oltre il termine perentorio delle 9,30 del giorno 28 settembre 2021 a pena di esclusione con le modalità previste all’art. 1 del disciplinare di gara.

Pagina Appalti e Bandi - Asta pubblica n. 74/2021

"Regolamento per l'acquisizione, gestione e valorizzazione dei beni immobili” della Città

Documenti di gara

FAQ: domande - risposte

Quesito 1.
Con riferimento al Lotto oggetto di gara, si chiede di conoscere il costo medio annuo relativo alle utenze ed alla tassa rifiuti dell’ultimo triennio.
Risposta al quesito 1.
Come evidenziato negli atti di gara, l’immobile sito in via De Marchi n. 33  non è mai stato utilizzato al pieno delle sue potenzialità. Ne consegue che non risulta possibile fornire alcun dato significativo in merito all’importo delle spese per utenze e per la tassa rifiuti, essendo le stesse condizionate da variabili al momento non conoscibili (es. capienza effettiva, qualifica del superficiario, agevolazioni eventualmente deliberate dal Consiglio Comunale, tipologia dei servizi concretamente avviati).

Quesito 2.
Con riferimento alla presentazione dell’offerta per il Lotto oggetto di gara, si chiede se la ricevuta dell’eseguito bonifico o la quietanza di deposito/fideiussione/polizza fideiussoria debba essere inserita nella busta piccola contenente l’offerta economica.
Risposta al quesito 2.
Il punto 1. del Disciplinare di gara, relativo ai termini ed alle modalità di partecipazione all’asta, prevede che per prendere parte all’asta i soggetti interessati dovranno recapitare la propria offerta in plico contenente
- ISTANZA DI PARTECIPAZIONE
- DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
- Busta piccola contenente esclusivamente l’OFFERTA ECONOMICA
- RICEVUTA BONIFICO ESEGUITO o QUIETANZA DI DEPOSITO/FIDEIUSSIONE/POLIZZA FIDEIUSSORIA.
Conseguentemente la ricevuta dell’eseguito bonifico o la quietanza di deposito/fideiussione/polizza fideiussoria non dovrà essere inserita nella busta piccola contenente esclusivamente l’offerta economica, ma dovrà essere inserito nel plico “grande”, insieme all’istanza di partecipazione, alla dichiarazione sostitutiva di certificazione ed alla busta piccola di cui sopra.

Quesito 3.
Con riferimento all’importo della cauzione da prestare per la partecipazione alla gara, si chiede se lo stesso possa essere ridotto ai sensi dell’art. 93, comma 7 in caso di offerente in possesso di Certificazione di Qualità.
Risposta al quesito 3.
La gara avente ad oggetto l’immobile sito in via De Marchi n. 33 è regolata dalle disposizioni di cui al “Regolamento per l’acquisizione, gestione e valorizzazione dei beni immobili” della Città (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale in data 12 aprile 2021, mecc. 2020 02847/131) ed al Regio Decreto del 23 maggio 1924, n. 827 (Regolamento per l’amministrazione del patrimonio e la contabilità generale dello Stato) e ss.mm.ii.; ad essa non si applicano le norme del Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 (“Codice dei contratti pubblici”) salvo per analogia ove espressamente richiamate.
Il deposito cauzionale infruttifero, a garanzia dell'offerta e della sottoscrizione del contratto dovrà essere di importo pari ad euro 129.000,00 (10% del valore a base d'asta del Lotto), come statuito da punto 5. del Disciplinare di gara.

Quesito 4.
Con riferimento alla procedura di gara, si chiede conferma circa la mancata previsione dell’obbligo, in capo all’aggiudicatario ed al fine della sottoscrizione del contratto, di presentare ulteriori garanzie/polizze definitive.
Risposta al quesito 4.
Il punto 6. del Disciplinare di gara prevede che il deposito cauzionale provvisorio - costituito a garanzia dell'offerta e della sottoscrizione del contratto - verrà restituito ai/alle concorrenti non aggiudicatari/aggiudicatarie, mentre l’ammontare della somma prestata a titolo di cauzione dal soggetto aggiudicatario verrà imputato in conto prezzo al momento della stipula dell’atto di costituzione della proprietà superficiaria (nel caso di polizza fideIussoria o fideIussione bancaria, la Città provvederà alla relativa restituzione non appena sottoscritto il contratto), con contestuale integrale pagamento del prezzo di aggiudicazione (e dell’eventuale conguaglio delle spese d’asta).
Ai sensi di quanto previsto nella sezione “DISCIPLINA DELLA PROPRIETÀ SUPERFICIARIA” della SCHEDA TECNICO-PATRIMONIALE del Lotto oggetto di gara, entro 10 giorni lavorativi antecedenti la data dell’atto, il soggetto superficiario dovrà presentare bozza di Polizza Assicurativa che dovrà essere stipulata presso primaria compagnia di assicurazione, al fine di garantire la copertura della Responsabilità Civile Terzi a copertura di tutti i danni cagionati a terzi (R.C.T.) o beni di terzi, anche per cause imputabili all’Immobile in proprietà superficiaria, nonchè apposita Polizza Responsabilità Civile Obbligatoria a copertura dei danni provocati ai prestatori di lavoro, con massimali adeguati al rischio connesso all'attività svolta ed alle caratteristiche del bene (tale polizza deve annoverare la Città di Torino come "assicurato aggiuntivo"). Tale Polizza dovrà essere consegnata in originale contestualmente alla sottoscrizione dell’atto.

Quesito 5.
Con riferimento alla procedura di gara, si chiede conferma se, nel caso di presentazione dell’offerta da parte di un Consorzio Sociale a nome e per conto delle proprie associate, il fatturato di 1.000.000,00 richiesto sia riferibile alle associate cui competerà la gestione dei servizi.
Risposta al quesito 5.
Il disciplinare di gara ammette la presentazione di offerta da parte di un Raggruppamento Temporaneo di Imprese (RTI). In tal caso il requisito di capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale indicato alla lettera a) delle premesse - aver conseguito nel triennio precedente la partecipazione alla gara un fatturato non inferiore ad euro 1.000.000,00, al netto dell’I.V.A., relativo ad attività di gestione di servizi residenziali e domiciliari socio-sanitari, tra cui almeno uno residenziale specifico per persone con disabilità - può essere frazionato, purché posseduto complessivamente dal Raggruppamento e purché caratterizzi la partecipazione del soggetto mandatario in misura prevalente.
E’ inoltre ammessa la presentazione di offerta da parte di un soggetto finanziatore con individuazione separata di un soggetto gestore (che potrà essere anche un RTI). In tal caso l’offerta dovrà essere corredata da una dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal futuro soggetto gestore contenente le dichiarazioni di cui all’allegato B/1 al Disciplinare di gara.

Quesito 6.
Con riferimento alla procedura di gara, si chiede se, nel caso di presentazione dell’offerta da parte di un Consorzio Sociale a nome e per conto delle proprie associate, il rilascio della cauzione a garanzia dell'offerta e della sottoscrizione del contratto possa essere in capo alle cooperative associate che gestiranno i servizi o se debba essere interamente in capo al consorzio proponente.
Risposta al quesito 6.
Nel caso di presentazione dell’offerta da parte di un Consorzio Sociale a nome e per conto delle proprie associate, la cauzione a garanzia dell’offerta e della sottoscrizione del contratto deve essere rilasciata dal Consorzio proponente.

Quesito 7.
Con riferimento alla procedura di gara, si chiede se, nel caso di presentazione dell’offerta da parte di un Consorzio Sociale a nome e per conto delle proprie associate, sia necessario indicare già in sede di presentazione dell'offerta, le quote di ciascuna cooperativa relativamente alla gestione dei servizi e/o quale cooperativa gestirà i singoli servizi allocati nella struttura.
Risposta al quesito 7.
Nel caso di presentazione dell’offerta da parte di un Consorzio Sociale a nome e per conto delle proprie associate, non è necessario indicare già in sede di presentazione dell'offerta, le quote di ciascuna cooperativa relativamente alla gestione dei servizi e/o quale cooperativa gestirà i singoli servizi allocati nella struttura.

Torna su

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro