InformAnziani

Sito di informazione sui Servizi e sulle prestazioni domiciliari, diurne e residenziali della Città di Torino in favore delle persone anziane

La città (finta) anni Cinquanta per aiutare i malati di Alzheimer

Bar, ristoranti, salone di bellezza e cinema con film d’epoca: tutto costruito in stile retrò L’obiettivo è ispirare momenti positivi nei pazienti affetti da demenza che rivivono i periodi in cui avevano 20-30 anni, quando si sono formati i ricordi più forti] Bar, ristoranti, salone di bellezza e cinema con film d’epoca: tutto costruito in stile retrò L’obiettivo è ispirare momenti positivi nei pazienti affetti da demenza che rivivono i periodi in cui avevano 20-30 anni, quando si sono formati i ricordi più forti.
Quando Glenner Town Square a San Diego verrà inaugurata sarà come partire per un viaggio indietro nel tempo e tornare negli anni Cinquanta. Partendo dal centro della piazza di questo borgo ricostruito come le cittadine di settanta anni fa, si potrà camminare fino al bar e assaporare un caffè, o pranzare al ristorante, consultare un libro in biblioteca, guardare le vetrine di negozi di vario tipo. Ci sarà anche il municipio e non mancherà neppure l’ospedale. Circoleranno macchine d’epoca e sulle scrivanie niente computer o smartphone, ma macchine da scrivere e telefoni dal sapore antico. Il cartellone del cinema mostrerà «Singin in the rain» e altri film d’epoca. Nel salone di bellezza le signore potranno farsi fare una piega ai capelli (rigorosamente anni Cinquanta) oppure una manicure. Benvenuti a Glenner city, che non è un nuovo parco di divertimenti, ma una città in miniatura i cui abitanti saranno i malati di Alzheimer che, tornando indietro nel tempo, quando avevano tra i 20 e i 30 anni , ritroveranno qui punti di riferimento a loro cari, vivendo così momenti di almeno apparente serenità.

Leggi tutto su corriere.it

  • Aggiornato il 16 gennaio 2017