Città di Torino

Musei Scuola

Home > Proposte dai Musei > Musei di Torino e Provincia > ISMEL Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro, dell'Impresa e dei Diritti Sociali

ISMEL Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro, dell'Impresa e dei Diritti Sociali

i-133

Sito web: www.ismel.it
 


L’ISMEL  è un Centro archivistico-bibliotecario, di documentazione e ricerca, in cooperazione fra tre istituti culturali (Fondazione Gramsci, Fondazione Nocentini, Istituto Salvemini), dedicato alla memoria e alla cultura del lavoro, dell’impresa e dei diritti sociali.
È un progetto originale di partecipazione privata e pubblica, unico nel panorama nazionale. Al nascente Istituto è stato destinato il Palazzo di San Daniele dei Quartieri militari juvarriani (via del Carmine 14), di proprietà della Città di Torino, che, grazie a un cospicuo finanziamento della Compagnia di San Paolo, è in fase di recupero e ristrutturazione. L’apertura della nuova sede è prevista nell’autunno 2014.

Tale sistemazione è particolarmente opportuna anche in ragione della prossimità con il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e delle Libertà, con l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza e con l’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti”. Si creerà così un vero e proprio polo culturale sui temi del Novecento, dei diritti, civili e sociali, in prossimità delle Sezioni Riunite dell’Archivio di Stato.
La mission che il nascente istituto ha scelto, è quella di conservare, valorizzare, attualizzare e rendere produttivo e fruibile l’ingente capitale storico che l’evoluzione industriale ha prodotto a Torino e in Piemonte, anche attraverso la programmazione e la proposta di ricerche e di attività didattiche e formative rivolte alle scuole e alla cittadinanza.

L’Ismel non rappresenterà solo una raccolta di volumi e carte d’archivio dei tre sindacati Cgil, Cisl e Uil e di alcune industrie del territorio torinese e piemontese, ma intenderà anche mettere insieme oggetti e beni di natura museale, rendendoli fruibili e visibili in una sala espositiva.
La struttura che si intende configurare è quindi particolarmente complessa. Avrà il suo cuore nell’associazione della Fondazione Gramsci, della Fondazione Nocentini e dell’Istituto Salvemini (i tre soggetti che attualmente sono deputati alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio storico del movimento operaio e sindacale a Torino). A questi protagonisti “interni” - che si trasferiranno fisicamente nella nuova sede di Palazzo San Daniele - si aggiungono numerosi soggetti di natura istituzionale diversa, operanti in contesti differenti e partecipanti a pieno titolo al progetto Ismel: Città di Torino, Provincia di Torino, Regione Piemonte, Cgil, Cisl, Uil, Unione Industriale di Torino, Camera di Commercio di Torino, Archivio Storico Fiat, Atc.

A partire dall’anno scolastico 2011-2012 sono state avviate le prime proposte didattiche per le scuole secondarie di primo e secondo grado realizzate con il Centro on-line Storia e Cultura dell’Industria.
La proposta didattica  prevede un percorso multimediale sulla storia dell’industria torinese e sull’impatto che ha avuto nei mutamenti del territorio e della città a partire dalla fine del XIX secolo fino ai giorni nostri, con particolare riferimento ai territori di Borgo Vittoria, Barriera di Milano, Regio Parco, Borgo San Paolo e quartiere di San Salvario.
 

ismel didat

Attività educative 2013/14

Cerca nel sito

Ricerche avanzate