Servizio Elettorale



sei in > Comune di Torino > Il Comune > Servizio elettorale > Amministrative 2021

Speciale elezioni amministrative 2021

Risultati elettorali

Il voto al ballottaggio

Tessera Elettorale

Voto domiciliare - voto assistito - servizio disabili

Voto Covid-19

Cittadini comunitari

Componenti di seggio elettorale

Ufficio di propaganda elettorale

Candidature elezioni comunali

Candidature elezioni circoscrizionali

Presentazione delle candidature

Designazione dei rappresentanti di lista

Manifesti

Fac-simile Schede di voto - Primo turno

Elezioni Trasparenti

 

Chi vota

Partecipano al voto di ballottaggio coloro che erano già elettori del comune in occasione del primo turno e che, quindi, avevano già compiuto alla data del 3 ottobre i 18 anni di età.

Torna su

Quando si vota

Le operazioni di voto si svolgono, anche in occasione del turno di ballottaggio, nei giorni di domenica 17 ottobre, dalle ore 7 alle ore 23, e di lunedì 18 ottobre, dalle ore 7 alle ore 15.

Torna su

Come si vota al ballottaggio

La scheda è di colore azzurra, la preferenza può essere espressa solo per uno dei due candidati alla carica di sindaco tracciando, con la matita copiativa, un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato sindaco prescelto.
ATTENZIONE: non è ammesso il voto disgiunto, ovverosia la possibilità di votare per un candidato alla carica di sindaco e per una lista non collegata a quel candidato a sindaco. La scheda che presenta un segno sul nome di un candidato sindaco e sul simbolo della lista che appoggia l'altro candidato è nulla.

Torna su

Esempio di voto valido al ballottaggio

La preferenza può essere espressa solo per uno dei due candidati alla carica di sindaco tracciando, con la matita copiativa, un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato sindaco prescelto.

  • è valido il voto anche quando il crocesegno sia stato impropriamente apposto fuori dallo spazio contenente il nominativo del candidato, ad esempio sul contrassegno di una lista collegata, poiché la volontà effettiva dell'elettore appare comunque manifesta: ciò, sempreché il voto sia valido sotto tutti gli altri aspetti;
  • è valido il voto per un candidato sindaco anche in presenza di più segni apposti sul nominativo del candidato alla predetta carica e/o su uno o più simboli di liste collegate;
  • è valido il voto quando si è in presenza di segni meramente ripetitivi o superflui in quanto non possono essere interpretati come "segni di riconoscimento", tali da determinare la nullità del voto espresso; in particolare, la trascrizione sulla scheda del nominativo del candidato sindaco può essere interpretata come conferma, per quanto superflua, del voto espresso per l'elezione del sindaco, in quanto innocua espressione solo rafforzativa del relativo suffragio.

Torna su

Esempio di voto non valido al ballottaggio
  • Non è valido il voto quando il crocesegno è tracciato sia sul nominativo di un candidato alla carica di sindaco, sia su un simbolo di una lista collegata all'altro candidato alla medesima carica (voto disgiunto) è da ritenere che la volontà non si sia espressa in maniera univoca e pertanto la scheda è nulla;
  • Non è valido il voto quando sulla scheda vengono menzionati i nominativi di candidati alla carica consiliare, in quanto ciò integra un segno di riconoscimento e inficia pertanto la validità del voto.

Torna su

Orario si apertura degli uffici per il rilascio delle tessere elettorali

In caso di tessera elettorale smarrita o di tessera elettorale con tutti gli spazi timbrati, gli elettori possono richiedere una nuova tessera presso uno degli uffici anagrafici indicati nel manifesto pubblico (.pdf)
I cittadini impossibilitati al ritiro della tessera elettorale per esaurimento degli spazi disponibili presso le sedi sopra indicate, possono stampare l'attestato sostitutivo attraverso il portale "Torino Facile" (richiesto SPID, CIE o CNS), seguendo le modalità ivi indicate. Il medesimo dovrà essere stampato ed esibito al seggio insieme ad un documento d'identità in corso di validità.

Torna su

Voto domiciliare

Sono ammessi al voto domiciliare:

  • gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano;
  • gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l'ausilio del trasporto pubblico che i comuni organizzano, in occasione di consultazioni, per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale.

Le disposizioni sul voto domiciliare, si applicano per le elezioni Amministrative, agli elettori richiedenti che dimorano nell'ambito territoriale del comune stesso di iscrizione elettorale.
L'elettore interessato deve far pervenire al Comune nelle cui liste elettorali è iscritto, tra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la data della votazione, un'espressa dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto.

Disponibile il modulo per l'ammissione all'esercizio del voto domiciliare (.pdf)

La domanda di ammissione al voto domiciliare, deve indicare l'indirizzo dell'abitazione in cui l'elettore dimora ed un recapito telefonico, e deve essere corredata di copia della tessera elettorale, copia del documento di riconoscimento e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico di medicina legale, designato dagli organi dell'A.S.L.
La certificazione medica deve riprodurre l'esatta formulazione normativa, attestante, quindi, la sussistenza in capo all'elettore delle condizioni di infermità di cui all'art. 1, comma 1, della L. 46/2009.
Questa certificazione, può inoltre attestare l'eventuale necessità del voto assistito.

La domanda può essere presentata:

Per ulteriori informazioni telefonare al numero: 011.01125579 oppure 011.01125572 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Torna su

Voto assistito

Gli elettori con grave infermità possono essere accompagnati all'interno della cabina elettorale da un accompagnatore che può essere un familiare o un'altra persona liberamente scelta, purché siano iscritti nelle liste elettorali di un qualsiasi comune della Repubblica.
Sono da considerare fisicamente impediti ad esercitare materialmente ed autonomamente il diritto di voto:

  • i ciechi;
  • gli amputati nelle mani;
  • gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità.

Per votare con un accompagnatore, deve ricorrere una delle seguenti condizioni:

  • l'impedimento fisico sia evidente;
  • sulla tessera elettorale il Comune abbia apposto il timbro con la sigla "AVD";
  • l'elettore sia in possesso del libretto nominativo di pensione di invalidità civile rilasciato dall'INPS recante all'interno la fotografia del titolare, l'indicazione categoria "ciechi civili" ed uno dei seguenti codici 10, 11, 15, 18, 19, 06, 07;
  • l'elettore esibisca un certificato medico, rilasciato da un funzionario medico dell'A.S.L., attestante l'impedimento ad esprimere il voto senza l'aiuto di un altro elettore.

Nessuno può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un portatore di impedimento fisico in occasione della stessa votazione.

Modalità per ottenere l'apposizione sulla tessera del timbro AVD

L'elettore può richiedere l'annotazione del diritto al voto assistito "AVD" recandosi all'Ufficio Elettorale in corso Valdocco 20, presentando la seguente documentazione:

  • documento di identità;
  • tessera elettorale rilasciata dal Comune;
  • certificato medico attestante l'impossibilità ad esprimere il diritto di voto.

Il certificato medico che attesta l'impedimento permanente all'esercizio del voto, deve essere rilasciato gratuitamente da funzionari medici autorizzati dall'A.S.L. e deve attestare che l'infermità fisica impedisce in modo permanente all'elettore l'espressione del voto senza l'aiuto di altra persona. Non sono validi i certificati rilasciati dai medici di famiglia.
Per gli elettori non vedenti è sufficiente esibire, oltre alla tessera elettorale in originale ed a un valido documento d'identità, il libretto nominativo di pensione, rilasciato dall'INPS oppure il verbale della Commissione medica che attesti la cecità assoluta.
In caso di impossibilità, la richiesta di apposizione del timbro "AVD" presso l'ufficio elettorale di corso Valdocco 20 potrà essere presentata da persona di fiducia dell'elettore interessato.

Torna su

Servizio trasporto assistito

Il Comune organizza un servizio di trasporto assistito per accompagnare ai seggi gli elettori impossibilitati o con grave riduzione alla capacità di deambulazione autonoma. E' possibile richiedere il servizio telefonando al numero 011 - 01128008, nei giorni ed orari seguenti:

  • da lunedì 20 a venerdì 24 settembre dalle ore 9 alle ore 17;
  • da lunedì 27 settembre a venerdì 1° ottobre dalle ore 9 alle ore 17;
  • sabato 2 ottobre dalle ore 9 alle ore 18;
  • domenica 3 ottobre dalle ore 8 alle ore 20.

In caso di ballottaggio:

  • dal 5 all'8 ottobre dalle ore 9 alle ore 17;
  • dal 12 al 15 ottobre dalle ore 9 alle ore 17;
  • sabato 16 ottobre dalle ore 9 alle ore 18;
  • domenica 17 ottobre dalle ore 8 alle ore 20.

Torna su

Voto Covid-19

Gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare, oppure in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per Covid-19, sono ammessi ad esprimere il voto se elettori del Comune di Torino.
Ai sensi del Decreto legge 17 agosto 2021, n. 117, gli elettori devono far pervenire, con modalità telematica, in un periodo compreso tra il decimo e il quinto giorno antecedente quello della votazione:

  • una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso il proprio domicilio e recante l'indirizzo completo di questo;
  • un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, in data non anteriore al quattordicesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti l'esistenza delle condizioni di cui sopra.

All'istanza (modello in .pdf) occorre allegare anche copia di un documento di riconoscimento e copia della tessera elettorale.

Tel.011.01125285 - email: elettorale@comune.torino.it

Torna su

Presentazione domanda di iscrizione sulle liste elettorali aggiunte

I cittadini appartenenti all'Unione Europea (Austria - Belgio - Bulgaria - Cipro - Croazia - Danimarca - Estonia - Finlandia - Francia - Germania - Grecia - Irlanda - Lettonia - Lituania - Lussemburgo - Malta - Paesi Bassi - Polonia - Portogallo - Repubblica Ceca - Romania - Slovacchia - Slovenia - Spagna - Svezia - Ungheria) residenti a Torino, possono partecipare alle prossime elezioni comunali. Per esercitare il diritto di voto è necessario iscriversi in un'apposita lista elettorale aggiunta, entro e non oltre il 24 agosto 2021 (40 giorni prima delle elezioni).
A tal fine occorre compilare un modello di domanda in formato .pdf oppure in formato editabile. La domanda correttamente compilata, firmata e corredata della copia del documento di riconoscimento, può essere presentata:

- All'ufficio elettorale di Corso Valdocco n. 20;
- Spedita per e mail a albi.listeelettorali@comune.torino.it;
- Spedita per pec: elettorale@cert.comune.torino.it.

E' altresì possibile inviare l'stanza di iscrizione compilando la domanda online, sul portale Torino Facile, accessibile con credenziali Spid, Cie, CNS.
L'iscrizione nella lista aggiunta permane fino a espressa richiesta di cancellazione o fino a cancellazione d'ufficio nei casi previsit.
L'esito positivo dell'istanza comporta l'iscrizione nella lista elettorale aggiunta, conseguentemente, in prossimità dell'evento elettorale, riceverà al proprio domicilio la tessera elettorale.

Torna su

Modalità rilascio tessera elettorale

Si rende noto che in occasione delle elezioni Amministrative 2021, ai cittadini dell'Unione Europea che hanno chiesto di votare per le elezioni del Sindaco, del consiglio comunale e dei consigli circoscrizionali, la cui pratica ha avuto esito positivo, la tessera elettorale verrà consegnata a domicilio, a cura degli agenti della Polizia Municipale. Per poter votare presso il seggio indicato sulla tessera elettorale occorre esibire la tessera elettorale e un documento di riconoscimento.

Torna su

Disponibilità a ricoprire l'incarico di scrutatore di seggio

Possono comunicare la disponibilità a ricoprire l'incarico di scrutatore coloro che risultano iscritti in Albo Scrutatori, e che si trovino in una delle seguenti condizioni:

  • disoccupato/inoccupato iscritto nelle liste del Centro per l'Impiego della Città Metropolitana di Torino;
  • di età inferiore ai 30 anni alla data del 3 ottobre, giorno della consultazione.

Il servizio è accessibile fino al 2 settembre, attraverso la compilazione di un form su Torino Facile con:

  • credenziali SPID, TorinoFacile, CIEid, CNS, oppure
  • codice fiscale e carta di identità

E' possibile che accedendo al servizio con codice fiscale e carta di identità, i dati non vengano trovati nell'archivio anagrafico di competenza o, se trovati, non corrispondono a quanto inserito, si consiglia di verificare i dati e riprovare. Nel caso in cui l'errore viene confermato, occorre accedere al servizio con le credenziali SPID - TorinoFacile - CIE - Certificato Digitale. La Commissione Elettorale Comunale nominerà gli iscritti che si sono dichiarati disponibili secondo l'ordine di arrivo delle dichiarazioni e secondo le priorità nell'ordine sopraindicato. Lo stato di disoccupazione/inoccupazione è soggetto ai controlli - articolo 71 del D.P.R. n.445/2000. Gli scrutatori sono nominati dalla Commissione Elettorale Comunale tra il 25° ed il 20° giorno antecedente la data della votazione.

Torna su

Disponibilità a ricoprire l'incarico di presidente di seggio

Possono comunicare la disponibilità a ricoprire l'incarico di Presidente di seggio in sostituzione dei Presidenti nominati dalla Corte d'Appello di Torino, coloro che risultano iscritti nell’apposito Albo dei Presidenti di seggio.

Il servizio è accessibile a partire da martedì 24 agosto fino a venerdì 1° ottobre, attraverso la compilazione di un form su Torino Facile con:

  • credenziali SPID, TorinoFacile, CIEid, CNS, oppure
  • codice fiscale e carta di identità

Torna su

Compenso spettante e modalità di riscossione

Compenso spettante ai presidenti - presidenti di seggio speciale

- Presidente di seggio: € 187
- Presidente di seggio speciale: € 90

La stessa composizione del seggio viene confermata anche in caso di eventuale ballottaggio che avrà luogo domenica 17 e lunedì18 ottobre, il compenso spettante sarà il seguente:

- Presidente di seggio € 150
- Presidente di seggio speciale: € 90

Compenso spettante agli scrutatori/segretari - scrutatori seggio speciale

- Scrutatore di seggio/segretari: € 145
- Scrutatore di seggio speciale: € 61

La stessa composizione del seggio viene confermata anche in caso di eventuale ballottaggio che avrà luogo domenica 17 e lunedì 18 ottobre, il compenso spettante sarà il seguente:

- Scrutatore di seggio/segretari: € 120
- Scrutatore di seggio speciale: € 61

Riscossione compenso

Ai componenti di seggio elettorale verrà accreditato il compenso su c/c bancario o c/c postale, a tal proposito occorre fornire il codice IBAN, compilando un form sulla piattaforma Torino Facile, accessibile tramite le proprie credenziali SPID, TorinoFacile, CIEid, CNS, a partire da domenica 3 ottobre fino a domenica 17 ottobre 2021.

Coloro che non comunicheranno il codice IBAN dovranno ritirare il compenso presso qualsiasi filiale della banca Unicredit, muniti di carta di identità e codice fiscale.
Si precisa che la possibilità della riscossione in contanti presso lo sportello della banca Unicredit, costituisce l'eccezione alla regola, precisando che questa sarà limitata per un breve periodo di tempo, successiva all'accredito sul conto corrente e secondo le indicazioni che verranno dettate dall'Istituto bancario.

Per l'accredito o la riscossione del compenso sarà data comunicazione sulla pagina web dedicata all'elettorale: www.comune.torino.it/elezioni/

In caso di ballottaggio, l'accesso alla piattaforma sarà consentita fino a martedì 26 ottobre.

Torna su

Ufficio di propaganda elettorale

L'ufficio di propaganda elettorale provvede ad assegnare gli spazi per le affissioni di manifesti, stampati ecc. sui tabelloni messi a disposizione dal Comune, spettanti a Partiti o gruppi politici che partecipano alla competizione elettorale.
Maggiori informazioni alla pagina: http://www.comune.torino.it/giunta/propagandaelettorale

Istruzioni presentazione candidature anno 2021

Sono consultabili online le istruzioni per la presentazione e l'ammissione delle candidature per le prossime elezioni dei sindaci e dei consigli comunali, in programma domenica 3 e lunedì 4 ottobre, con eventuale turno di ballottaggio nei giorni di domenica 17 e lunedì 18 ottobre. La pubblicazione è stata aggiornata con le ultime modifiche normative introdotte con il decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, convertito dalla legge 29 luglio 2021, n. 108, nell'ambito della digitalizzazione e semplificazione dei procedimenti elettorali.

Torna su

Luogo, giorno e orari

La presentazione delle candidature alla carica di sindaco, delle liste dei candidati alla carica di consigliere comunale e delle liste dei candidati alla carica di consigliere circoscrizionale con i relativi allegati deve essere effettuata presso l'Area Servizi Civici - Sala Matrimoni di  via C.I. Giulio n.22

  • dalle ore 8 alle ore 20 di venerdì 3 settembre
  • dalle ore 8 alle ore 12 di sabato 4 settembre

Si ricorda che i termini sopraindicati rivestono carattere perentorio. 

Torna su

Documentazione da presentare

Si fa presente che il compimento delle operazioni della Commissione Elettorale Circondariale per l'esame delle candidature, devono essere ultimate entro il giorno successivo alla scadenza del termine per la presentazione delle liste.
A tal proposito, si menzionano alcuni dei controlli effettuati dalla Commissione Elettorale Circondariale:

  1. Accertamento delle data e dell'orario di presentazione della lista al Segretario comunale;
  2.  per le liste contraddistinte con la denominazione e il simbolo di un partito o gruppo politico presente anche in una sola delle due Camere o nel Parlamento europeo o che sia costituito in gruppo parlamentare, riscontro della dichiarazione sottoscritta dal presidente o dal segretario del partito o gruppo politico o dai presidenti o segretari regionali o provinciali di essi, in cui si attesta che le liste o le candidature sono presentate in nome e per conto del medesimo partito o gruppo politico;
  3. verifica della regolarità dei moduli.
    - Atto principale ed atti separati devono riportare il contrassegno di lista, elenco completo delle generalità dei candidati e dei sottoscrittori della lista;
  4. verifica del numero dei sottoscrittori della lista, dei certificati di iscrizione nelle liste elettorali, e se le firme sono regolarmente autenticate;
  5. controllo numero dei candidati ed il rispetto della rappresentanza di genere;
  6.  per ogni candidatura, controllo della dichiarazione di accettazione della candidatura, attestante l'insussistenza delle cause di incandidabilità, del certificato di iscrizione nelle liste elettorali, ed in più per i candidati cittadini dell'Unione Europea:
    1. a) una dichiarazione contenente l'indicazione della cittadinanza, dell'attuale residenza e dell'indirizzo nello Stato di origine;
    2. un attestato, in data non anteriore a tre mesi, rilasciato dall'autorità amministrativa competente dello Stato membro di origine, dal quale risulti che non sono decaduti dal diritto di eleggibilità.

Torna su

Modalità di presentazione

La documentazione dovrà essere disposta nel seguente ordine:

Elezioni comunali

  1. Foglio principale e relativo certificato cumulativo dei sottoscrittori;
  2. dichiarazione di accettazione della candidatura alla carica di sindaco e certificato di iscrizione nelle liste elettorali, unire i documenti con un punto di cucitrice.
  3. dichiarazione di collegamento dei delegati della lista al candidato alla carica di sindaco;
  4. per i partiti contraddistinti con la denominazione e il simbolo di un partito o gruppo politico presente in una delle due Camere o al Parlamento europeo, la dichiarazione all'uso del contrassegno;
  5. contrassegni di lista se presentati in formato cartaceo (3 di cm. 3 di diametro e 3 di cm. 10 di diametro);
  6. programma amministrativo in formato cartaceo;
  7. bilancio preventivo delle spese in formato cartaceo;
  8. dichiarazione di accettazione della candidatura alla carica di consigliere comunale e certificato di iscrizione nelle liste elettorali, unire ad ogni dichiarazione il relativo certificato con un punto di cucitrice;
  9. atti separati al cui interno saranno inseriti i relativi certificati di iscrizione nelle liste elettorali dei sottoscrittori.
  10. in una busta a parte, su cui deve essere indicato: ELEZIONI COMUNALI – “NOME DELLA LISTA”, inserire un supporto informatico (CD o chiavetta usb) contenente:
    • il contrassegno della lista, sia in formato vettoriale sia in formato PDF;
    • il programma amministrativo in formato PDF
    • il bilancio preventivo in formato PDF

Elezioni circoscrizionali

  1. Foglio principale e relativo certificato cumulativo dei sottoscrittori;
  2. dichiarazione di accettazione della candidatura alla carica di presidente del consiglio circoscrizionale e certificato di iscrizione nelle liste elettorali, unire i documenti con un punto di cucitrice.
  3. dichiarazione di collegamento dei delegati della lista al candidato alla carica di presidente di circoscrizione;
  4. dichiarazione di collegamento tra le liste convergenti sul medesimo candidato presidente di circoscrizione;
  5. per i partiti contraddistinti con la denominazione e il simbolo di un partito o gruppo politico presente in una delle due Camere o al Parlamento europeo, la dichiarazione all'uso del contrassegno (per ogni Circoscrizione);
  6. contrassegni di lista se presentati in formato cartaceo (3 di cm. 3 di diametro e 3 di cm. 10 di diametro);
  7.  programma amministrativo in formato cartaceo;
  8. dichiarazione di accettazione della candidatura alla carica di consigliere circoscrizionale e certificato di iscrizione nelle liste elettorali, unire ad ogni dichiarazione il relativo certificato con un punto di cucitrice;
  9. atti separati al cui interno saranno inseriti i relativi certificati di iscrizione nelle liste elettorali dei sottoscrittori.
  10. in una busta a parte, su cui deve essere indicato: ELEZIONI CIRCOSCRIZIONALI – “NOME DELLA LISTA”, inserire un supporto informatico (CD o chiavetta usb) contenente:
    • il contrassegno della lista, sia in formato vettoriale sia in formato PDF;
    • il programma amministrativo in formato PDF per ogni circoscrizione amministrativa, avendo cura di
      • indicare nel nome del file il numero della circoscrizione amministrativa, oppure
      • creare una cartella per ogni circoscrizione amministrativa ed inserire all'interno il programma amministrativo.

Torna su

Apertura straordinaria dell'ufficio elettorale

Al fine di garantire gli adempimenti relativi alla presentazione delle candidature ed il rilascio dei certificati di iscrizione alle liste elettorali, l'ufficio elettorale di corso Valdocco n.20, rispetterà il seguente orario di apertura straordinaria:

  • da martedì 31 agosto a giovedì 2 settembre: dalle ore 8:15 alle ore 18:00;
  • venerdì 3 settembre: dalle ore 8:00 alle 20:00;
  • sabato 4 settembre: dalle ore 8:00 alle 12:00.

Torna su

Designazione dei Rappresentati di lista

I delegati delle liste dei candidati possono designare, presso ogni seggio elettorale, due propri rappresentanti, di cui uno effettivo e l'altro supplente.
Le designazioni possono essere presentate entro giovedì 30 settembre alla segreteria del Comune, anche mediante posta elettronica certificata: elettorale@cert.comune.torino.it oppure possono essere presentate direttamente ai singoli presidenti di seggio il sabato pomeriggio 2 ottobre, durante le operazioni di autenticazione delle schede, o la domenica mattina 3 ottobre, prima delle ore 7.

  • La designazione deve essere fatta per iscritto e la firma dei delegati deve essere autenticata da uno dei soggetti di cui all'art. 14 della legge n. 53/1990;
  • La designazione è ammissibile solo se fatta almeno da uno dei delegati indicati nella dichiarazione di presentazione della lista dei candidati;
  • il rappresentante di lista designato, oltre ad avere un documento di riconoscimento, deve essere elettore del comune.

Se la designazione è inviata mediante posta elettronica, all'indirizzo mail elettorale@cert.comune.torino.it, la dichiarazione non è sottoposta all'obbligo di autentica quando la stessa sia firmata digitalmente dal/dai delegati della lista.
Se l'invio avviene per posta elettronica certificata, indicare nell'oggetto: Designazione dei rappresentanti di lista - ed il nome della lista, allegare anche copia di un documento di riconoscimento del/dei delegati della lista.
La designazione dei rappresentanti di lista effettuata per il primo turno di votazione vale anche per l'eventuale turno di ballottaggio, a meno che i delegati di lista non presentino nuovi e differenti atti di designazione.
Se gli atti di designazione dei rappresentanti delle liste dei candidati vengono presentati in formato cartaceo presso la Segreteria Generale del Comune di Piazza Palazzo di Città n.1, occorre prendere appuntamento al seguente numero di telefono: 011.01123238, da lunedì 27 a giovedì 30 settembre dalle ore 9 alle ore 17.

Disponibili i modelli per la designazione: formato pdf e formato rtf.

Torna su


Informativa Privacy Generale Area Servizi Civici (.pdf) | Informativa Privacy Area Servizi Civici (.pdf) | Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio (.pdf)
Condizioni d'uso, privacy e cookie