Mappa del sito |
| Ricerca avanzata

Ultimo aggiornamento: 05/11/2018

Gite 2018

Da marzo a dicembre, 8 gite organizzate da ASC Piemonte con il patrocinio della Circoscrizione 7.

La quota comprende: autobus granturismo, con la presenza di un accompagnatore.
All'atto dell'iscrizione è previsto il versamento del costo relativo alla gita. Il pranzo è a carico del partecipante.
Le gite si effettueranno previo raggiungimento di un numero minimo di 40 iscritti.

Iscrizioni
Presso il Centro Civico della Circoscrizione 7, in corso Vercelli 15 nelle date indicate, dalle ore 9 alle ore 11 fino ad esaurimento dei posti (50 per gita)
con possibilità di ritirare i numeri di prenotazione a partire dalle ore 8,30. Ogni persona può ritirare un massimo di quattro numeri.
E' necessario presentarsi muniti di un documento di identità e codice fiscale.

Per informazioni:
ASC Piemonte - tel. 011.4371430 - dalle 10.00 alle 12.00 - dal lunedì al venerdì.

Con il patrocinio della Circoscrizione 7

Sabato 24 marzo 2018
Asti e i suoi Arazzi
Iscrizioni: mercoledì 14 marzo
- costo: € 20 euro (con guida)
Con il nome romano di Hasta Pompeia o semplicemente Hasta, fu sede del ducato di Asti, ducato longobardo della Neustria. Libero comune nel Medioevo, con diritto di "battere moneta", fu uno dei più importanti centri commerciali tra XII e XIII secolo, quando i suoi mercanti svilupparono il commercio e il credito in tutta Europa. Il monastero di San Giacomo di Valleombrosa in Valmanera ad Asti è un edificio situato nel Borgo San Pietro nel parco comunale della Certosa nella zona periferica a nord-ovest della città di Asti. Il complesso monasteriale, ora sconsacrato e in parte adibito a funzioni scolastiche ed in parte a sede del laboratorio di restauro noto come Arazzeria Scassa, fu un tempo la sede dei monaci vallombrosani ed in seguito dei monaci certosini fino alla venuta di Napoleone, che confiscò l'edificio e nel 1801 ne soppresse le funzioni religiose.

Sabato 21 aprile
Lodi e Crema
Iscrizioni: mercoledì 11 aprile
- costo: € 26,00 (con guida)
Nata dopo la seconda distruzione di Lodi Vecchio, nel 1158, Lodi si organizza attorno al centro storico ma anche i suoi dintorni meritano una visita prolungata, con rigogliosi percorsi fluviali da percorrere a piedi o in bicicletta, cattedrali vegetali in costruzione, pievi e abbazie ricche di storia
Crema, la cui impronta medievale e rinascimentale è in parte visibile, è una città nata probabilmente in seguito all'invasione longobarda del VI secolo d.C.; nell'XI secolo, il territorio in cui sorge, si chiamava Insula Fulcheria, come testimoniano certi documenti del tempo.

Sabato 12 maggio
Castello Reale di Sarre e Cogne (Aosta)
Iscrizioni: mercoledì 2 maggi
o - costo: € 25,00 (con guida)
Il castello sorge in località Lalex, su un promontorio che domina la piana aostana sopra la strada statale per il Monte Bianco, poco oltre il bivio per Cogne. Costruito nel 1710 sui resti di una casa forte del 1242, dopo vari passaggi di proprietà fu acquistato nel 1869 dal re d'Italia Vittorio Emanuele II, che lo ristrutturò e lo utilizzò come residenza durante le sue battute di caccia in Valle d'Aosta. Nel 1989 la Regione Valle d´Aosta ha acquistato il complesso per restaurarlo. Il castello, che si presenta come un corpo longitudinale con una torre quadrata posta nel centro, può essere considerato un museo della presenza sabauda in Valle d´Aosta.

Sabato 2 giugno
Dronero (Cuneo) "Festa degli acciugai"
Iscrizioni: mercoledì 23 maggi
o - costo: € 20,00 (con guida)
All'arrivo visita al "museo occitano Sòn de Lenga di Espaci Occitan" e all'antico Mulino della Riviera di Dronero. Poi la mostra-mercato di alto livello sull'acciuga ed i prodotti tradizionali delle Valli d'Òc, alla quale si aggiungono convegni, eventi culturali, artistici e musicali.

Sabato 15 settembre
Noli (Savona)
Iscrizioni: mercoledì 5 settembre
- costo: € 24,00 (con guida)
Ricordata da Dante nel IV canto del Purgatorio ("Vassi in Sanleo e discendesi in Noli...") come luogo aspro e di non facile accesso, Noli è nascosta tra due pieghe della montagna, tutta protesa verso il mare. Il centro storico, caratterizzato dalle numerose torri comunali (che in origine pare fossero addirittura 72!), conserva, in alcuni quartieri, quasi intatto il suo antico volto, con belle case del Duecento e del Trecento; si tratta certamente di uno dei più interessanti insediamenti storici del ponente ligure.

Sabato 20 ottobre
Cuneo "Sagra della Castagna"
Iscrizioni: mercoledì 10 ottobr
e - costo: 16 euro
La Fiera Nazionale del Marrone, arrivata alla 20a edizione, è considerata una delle più importanti rassegne enogastronomiche d'Italia, vetrina unica delle eccellenze e delle antiche tradizioni del territorio cuneese. Una manifestazione che fa della qualità la sua bandiera, dove i migliori prodotti certificati vengono presentati ai visitatori tra aromi prelibati e gustose degustazioni. Oltre ai momenti esclusivamente enogastronomici, la Fiera offre ampio spazio anche all'artigianato d'eccellenza, a cui si affiancano laboratori didattici, iniziative culturali, proposte turistiche, mostre, spettacoli e concerti.

Sabato 17 novembre
Caravaggio e Soncino (Bergamo e Cremona)
Iscrizioni: mercoledì 31 ottobre -
costo: € 27,00 (con guida)
Caravaggio è anche nota per aver dato il soprannome a Michelangelo Merisi celeberrimo pittore italiano, i cui genitori erano originari del paese, ma che poi si trasferirono a Milano dove il pittore è nato.
Inserita fra "I borghi più belli d'Italia", già popolata durante l'età del bronzo, Soncino, per la sua posizione di guado sul fiume Oglio è stato un importante punto commerciale. La città murata si presenta oggi, al visitatore, con palazzi decorati da fregi in cotto, con mulini ed un antico percorso lungo le mura venete che circondano il borgo medioevale.

Sabato 15 dicembre
Valle Antigorio (Val d'Ossola)
Presepi di Natale sull'acqua
Iscrizioni: mercoledì 28 novembre
- costo: € 22,00
La manifestazione nasce da un'idea dell'Amministrazione comunale di Crodo (VB) per un'originale rivalutazione del territorio durante le festività natalizie. Per l'occasione, gruppi di cittadini realizzano i propri presepi sull'acqua di fontane, lavatoi e rii, elementi architettonici e naturali di particolare rilevanza dell'intero territorio crodese. Ogni installazione viene "mantenuta" in vita per oltre un mese dai rispettivi curatori, che devono ovviare al suo fisiologico deterioramento e provvedere al rituale quotidiano dell'accendimento e spegnimento di luci e candele, oltre che all'ostensione della culla col Bambino la sera del 24 dicembre e dei Re Magi il 6 gennaio.