Covid e Green Pass. Proroga validità dei certificati di esenzione dal vaccino scaduti

Le persone impossibilitate a vaccinarsi contro il Covid, esclusivamente per motivi di salute, possono ottenere una certificazione di esonero alla vaccinazione, la cui validità è stata prorogata rispetto alla scadenza del 31 dicembre 2021

Vi abbiamo dato conto dei recenti nuovi obblighi in fatto di Green Pass, introdotti per scongiurare l’aumento di contagi da Covid-19 e rallentare la curva, insieme alle consuete raccomandazioni di vaccinazione, dispositivi di protezione e comportamenti accorti; ricordiamo anche come devono comportarsi le persone in possesso di esenzione da vaccino per motivi di salute.

Validità dei certificati di esenzione
Le persone che per motivi di salute non possono procedere alla vaccinazione anti Coronavirus possono ottenere una Certificazione di esenzione dalla vaccinazione, la cui validità è stata prorogata fino al 31 gennaio 2022 (si veda la Circolare del Ministero della Salute del 23 dicembre 2021-pdf)

Come ottenere l’esenzione
L’esenzione viene rilasciata dai medici vaccinatori dei Servizi vaccinali delle Aziende ed Enti dei Servizi sanitari regionali o dai Medici di medicina generale o Pediatri di libera scelta dell’assistito che operano nell’ambito della campagna di vaccinazione anti-SARS-CoV-2 nazionale, secondo le modalità e sulla base di precauzioni e controindicazioni definite dalla Circolare Ministero della Salute del 4 agosto 2021 – pdf: apre una nuova finestra.

Cosa deve fare chi ha l’esenzione scaduta
La precedente scadenza del 31 dicembre 2021 è stata prorogata al 31 gennaio 2022, pertanto chi è in possesso di Certificazione di esenzione potrà continuare ad esibirla fino fine gennaio, senza la necessità di richiedere un nuovo rilascio, salvo i casi in cui le stesse contengano dati del soggetto interessato, ulteriori rispetto a quelli indicati per la loro compilazione, a carattere sensibile (es. motivazione clinica dell’esenzione). Possono quindi essere utilizzate le certificazioni di esenzione in formato cartaceo rilasciate, a titolo gratuito, dai medici vaccinatori, dal proprio medico di base o pediatra.

Esonero al vaccino e obbligo di Green Pass al lavoro
Le persone in possesso della certificazione di esonero alla vaccinazione sono esenti dall’obbligo di esibire il Green Pass nei luoghi di lavoro, anche se la certificazione è stata rilasciata per gli usi previsti dalla normativa anteriore al decreto legge n. 127 del 2021.

I comportamenti da adottare
L’esenzione alla vaccinazione, essendo motivata da motivi di salute, non esonera naturalmente dalle regole di comportamento necessarie alla prevenzione dal contagio. Pertanto tutte le persone, anche quelle esonerate dall’immunizzazione per motivati motivi di salute, sono tenute a rispettare le prescrizioni, ovvero ad usare dispositivi di protezione (mascherine), mantenere il distanziamento fisico, lavare le mani, evitare assembramenti e rispettare le condizioni previste per i luoghi di lavoro e per i mezzi di trasporto.

Fonte: disabili.com

(la)

  • Aggiornato il 12 Gennaio 2022

Archivio notizie