Città di Torino > Servizi online > Servizio Oggetti Rinvenuti

Servizio Oggetti Rinvenuti

IL GIORNO 23 OTTOBRE 2014 LO SPORTELLO UFFICIO OGGETTI RINVENUTI NON GARANTISCE IL SERVIZIO CAUSA ASSEMBLEA SINDACALE INDETTA DA CSA-REGIONI E AUTONOMIE LOCALI

Il Servizio Oggetti Rinvenuti accoglie documenti ed oggetti smarriti sul territorio cittadino. L’obiettivo è di risalire nel più breve tempo possibile al legittimo proprietario al fine della restituzione.

L’Ufficio accoglie oggetti rinvenuti e pervenuti tramite la Polizia Municipale, la Polizia di Stato, la Polizia Ferroviaria, Trenitalia, Italo, i Carabinieri, le Poste Italiane, AMIAT, GTT, i supermercati, i musei, oltre che oggetti rinvenuti grazie alla collaborazione diretta di cittadini ritrovatori.

Nel caso di ritrovamento di documenti e/o di oggetti, per i quali emerge il legittimo proprietario, viene inviata all’interessato, se residente nel Comune di Torino, una cartolina d’invito a presentarsi per il ritiro. Il ritiro comporta la corresponsione da parte dell’interessato delle spese di custodia (da considerare per tutto il periodo di giacenza) che sono stabilite con apposita deliberazione e sono aggiornate applicando la variazione percentuale ISTAT.

Nel caso di ritrovamento di documenti  di persone non residenti nel Comune di Torino, si trasmette una lettera al Corpo di Polizia Municipale del Comune in cui risiedono i proprietari dei documenti, nella quale si elencano i nominativi ed i relativi documenti.

I documenti appartenenti a stranieri sono inviati ai relativi Consolati od Ambasciate.

Nel caso di ritrovamento di oggetti di valore, in assenza di indicazioni relative all’appartenenza, questi vengono conservati presso i locali dell’Ufficio Oggetti Rinvenuti in attesa che il proprietario si metta in contatto con l’Ufficio.
Al termine di ogni mese viene curata la pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune dell’elenco degli oggetti di valore pervenuti all’Ufficio in quel mese.

Dopo un anno, trascorso dall’ultimo giorno di pubblicazione all’Albo Pretorio, ma non oltre tre mesi da tale termine, la proprietà di tali oggetti, non reclamati dal proprietario, può essere richiesta dal ritrovatore. Spetta al ritrovatore qualora questi ne faccia richiesta, un premio pari ad un decimo della somma o del prezzo della cosa ritrovata.
Gli oggetti usati e privi di valore commerciale, dopo un periodo massimo di giacenza di 90 giorni sono distrutti redigendo apposito verbale.

Le tessere o i documenti che non hanno funzione legale identificativa vengono distrutti.

Riferimenti normativi: www.comune.torino.it/regolamenti/274/274.htm

Sportello

Lo sportello adibito al rapporto con utenti ritrovatori/smarritori è aperto  nei giorni di:
Lunedì – Mercoledì – Giovedì  dalle ore 9,00 alle ore 12,00
Presso : Via Meucci, 4 – piano terreno

Per informazioni telefoniche

dal lunedì al giovedì dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 14,00 alle ore 16,00.
il venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00.
Tel: 011. 443 0753  - 011. 443 0624

Email: uor_comune@comune.torino.it

Torna su

Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2014

Stampa questa pagina

Elenco oggetti consegnati e non ritirati

Disponibile l'elenco mensile degli oggetti perduti pubblicato all'albo pretorio in formato pdf.
Attenzione, i file in formato PDF necessitano del lettore Acrobat Reader.

Affissione Albo Pretorio anno 2014
Affissione Albo Pretorio anno 2013
Affissione Albo Pretorio anno 2012
Affissione Albo Pretorio anno 2011
Affissione Albo Pretorio anno 2010
Affissione Albo Pretorio anno 2009

Condividi

Torna indietro