Città di Torino

TorinoE': guida pratica al cittadino




Comune > Guide e informazioni utili > TorinoE' > Scheda informativa

Ultima modifica: 20 Gen, 2017

Certificati - Cambio di residenza o cambio di indirizzo

Per residenza si intende il comune in cui la persona dimora abitualmente.
La pratica di cambio di residenza riguarda quindi tutti coloro che, provenienti da altro comune o dall`estero, trasferiscono la propria residenza a Torino.
La pratica di cambio di indirizzo riguarda invece tutti coloro che trasferiscono la propria residenza da un indirizzo all’altro, mantenendo la residenza in Torino.
La dichiarazione deve essere resa da un componente maggiorenne del nucleo familiare entro 20 giorni dall`avvenuta variazione, su apposito modello.
Tale dichiarazione potrà anche essere presentata da una terza persona, munita di documento di identità in corso di validità, portando i documenti degli interessati validi, in originale o in fotocopia.
Il cittadino straniero dovrà inoltre presentare il permesso/carta di soggiorno in corso di validità e il cittadino comunitario dimostrare i requisiti per il soggiorno.
Il cambio di residenza può avvenire con subentro in alloggio libero o con sistemazione in alloggio occupato, nel qual caso sarà necessario indicare anche le generalità dell'occupante, la presenza o assenza di relazione di parentela e produrre copia del documento d'identità personale del medesimo.
Persone o famiglie che coabitano nello stesso appartamento possono dar luogo a due distinte famiglie anagrafiche se tra i componenti delle due famiglie NON vi sono vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o vincoli affettivi. Non costituiscono famiglia anagrafica a sé stante i figli che si sposano e che continuano a coabitare con i genitori.
Una famiglia anagrafica può essere composta anche da una sola persona.
Contestualmente all'istanza di trasferimento di residenza, il cittadino dovrà anche effettuare:
- la dichiarazione per l'applicazione della tassa raccolta rifiuti, indicando nell’apposito modulo i metri quadri dell’alloggio, la presenza di eventuali box e l’intestatario della tassa;
- l’aggiornamento dei dati relativi alla patente e al libretto di circolazione per ciascun componente il nucleo famigliare interessato. Entro sei mesi la Motorizzazione invierà al nuovo indirizzo il tagliando da apporre alla carta di circolazione (non è più previsto il tagliando per la patente).

L’Amministrazione, accolta l’istanza, dovrà:
  • verificare, tramite i Vigili Urbani, che il cittadino risieda effettivamente ove dichiarato

  • richiedere la cancellazione al Comune di provenienza (solo per provenienza da altro Comune italiano o da iscrizione AIRE).

Come

Per richiedere un certificato di residenza è possibile recarsi personalmente presso qualsiasi sede anagrafica della città con un documento di riconoscimento in corso di validità, oppure attraverso le modalità indicate alla pagina web dedicata Certificati anagrafici e di stato civile.

Per presentare istanza di cambiamento di residenza o indirizzo, invece, è possibile utilizzare le modalità:
IMPORTANTE
!In caso di dichiarazioni non rispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente:
- la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione
- il rilievo penale della dichiarazione mendace

In caso di discordanza tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti il dichiarante sarà quindi segnalato alle autorità di Pubblica Sicurezza e sarà ripristinata la posizione anagrafica precedente.

Dove

  • Anagrafe Centrale – Via della Consolata 23 - Tel. 011 011 25380

  • Sedi anagrafiche decentrate
    info e orari

Quando

  • Anagrafe centrale: dal lunedì al giovedì, 8.15 - 15.00; venerdì 8.15 - 13.50

  • Anagrafe - Uffici di Circoscrizione

  • Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile e dei Trasporti in Concessione - da lunedì a venerdì 8.30 - 11.30; martedì e giovedì 8.30 - 11.30/14.30 - 16.00



Torna indietro | | Torna all'inizio della pagina