Seguici su Facebook | Mappa del sito |
| Ricerca avanzata

Programma delle attività

Le scuole

Il progetto è partito da un processo pilota che ha coinvolto le associazioni che operano all'Ecomuseo6   (Alma Mater - Centro interculturale delle donne, Re.Te Ong e Amici dell'Ecomuseo) e alcune scuole del territorio, in particolare le primarie Anna Frank, Giovanni Cena, Erich Giachino, XXV Aprilee la secondaria Norberto Bobbio.
La proposta didattica è nata attraverso una serie di incontri in cui ciascuna associazione ha messo a disposizione delle scuole le proprie competenze, indicando temi chiave della propria attività: storia del territorio, sostenibilità ambientale, diritti, e innescando un processo partecipativo in cui ciascun Istituto ha potuto scegliere la tematica più conforme al proprio piano formativo. Questo ha consentito alle associazioni di modulare una proposta didattica ad hoc sulla base di questi spunti, componendo un calendario didattico variegato e aperto a tutte le scuole del territorio.

In programma laboratori su tematiche come educazione alla cittadinanza globale, formazione per insegnanti sulla storia del territorio, passeggiate guidate e visite di  approfondimento alle mostre in corso.

Le mostre

Il tema della costruzione partecipata  guida anche il programma espositivo di Ecomuseo6. Il progetto sarà aperto a cittadini e associazioni che potranno allestire, a seguito di un avviso pubblico, e sarà occasione per costruire un percorso di condivisione e partecipazione.
A inaugurare la stagione, Memorie di scuola, un viaggio attraverso i suoi oggetti, dalla fine dell'Ottocento agli anni Sessanta. Il progetto crescerà grazie all'intervento del pubblico, invitato ad arricchire la mostra con testimonianze e oggetti relativi alla memoria della propria esperienza scolastica.
Informazioni dettagliate all'interno del comunicato stampa allegato.

Da marzo 2020, protagonisti delle esposizioni saranno le studentesse e gli studenti del Primo Liceo Artistico, eccellenza del territorio, ai quali sarà affidata la creazione e cura di due progetti espositivi dedicati alla rielaborazione del quartiere e alla ricerca artistica di linguaggi innovativi. Entrambe le esposizioni saranno occasione per il confronto tra giovani artiste e artisti e il pubblico, attraverso eventi, vernissage, dibattiti e l'assegnazione di un premio istituito per l'occasione.

I venerdì dell'Ecomuseo

Ogni venerdì, l'Ecomuseo6 ospita iniziative aperte a tutte e tutti sotto forma di lezione, incontro, presentazione, dibattito. Una serata fissa a settimana in cui, in orario serale (20.30-22.00 circa), il pubblico è accompagnato attraverso i linguaggi del teatro, della letteratura e dell'arte,alla scoperta di temi importanti della nostra storia e del nostro contemporaneocon un approccio spesso legato al territorio.
Un progetto di Associazione di Promozione Sociale ilBABI.

Primo venerdì: Sipari femminili
Il Teatro alle Donne, le Donne a Teatro Spettacolo-lezione che vede gli artisti Anna Abate e Walter Revello alle prese, ogni mese, con uno dei massimi autori della drammaturgia internazionale (Ibsen, Beckett, De Filippo, Cocteau e Ionesco), raccontati e analizzati attraverso le figure femminili delle loro opere, anche e soprattutto nel rapporto con la città di Torino e il suo teatro attuale. Un approccio diverso e intrigante per avvicinarsi alla lettura, al teatro e soprattutto alla dimensione femminile.

Secondo venerdì: L'uomo arrabbiato con Dio
Nato nel 2014 sull'impronta di "Torino Spiritualità", il progetto si compone di monologhi e soliloqui contemporanei, per lo più inediti, in cui sono sviluppati i temi principali della spiritualità e della multiculturalità che caratterizzano il nostro tempo e il nostro territorio.
Racconti che partono da esperienze mistiche e del quotidiano per affrontare la profondità insita in ciascuno di noi. Per questa prima edizione presso l'Ecomuseo6 si è scelto di affrontare i temi della purezza, dignità, uguaglianza, serenità e giustizia. In ogni incontro, la performance artistica (circa 30-45 minuti) a cui farà seguito un dibattito tra il pubblico, gli artisti e ospiti  saranno invitati a confrontarsi sulla tematica.

Terzo venerdì: A spasso nell'Arte
Lezioni-teatro sull'Arte, entrando, attraverso le immagini e la maestria scenica, nelle opere d'arte delle artisti e degli artisti più importanti della storia internazionale. Un viaggio per temi, per epoche, pe rmessaggi che vuole, con un linguaggio semplice e diretto, accompagnare alla scoperta dei linguaggi della comunicazione non-verbale.

Quarto venerdì
:  In-Edito
Presentazioni in anteprima di testi inediti in dialogo contesti storici legati al territorio attraverso il confronto con gli autori, la teatralizzazione di alcuni passi del testo e la possibilità di dibattito con il pubblico. In collaborazione con la casa editrice Les Fleurs.
Un modo del tutto nuovo per confrontarsi con la letteratura con divertimento e leggerezza. Al termine di ogni incontro, gli aspiranti autori potranno inoltre sottoporre le proprie opere al comitato di lettura della casa editrice.

Progetti speciali

Scuola di Museologia, Museografia e Museum Theatre
L'Associazione di Promozione Sociale ilBABI, in collaborazione con il Primo Liceo Artistico, propone un intervento strutturale nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro, finalizzato alla museologia e museografia dello spazio, anche e soprattutto attraverso l'allestimento di una serie di mostre tematiche, curate e prodotte dalle studentesse e dagli studenti. Gli interventi potranno essere integrati sul territorio, con studi strutturali sugli spazi del quartiere e dell'ex Manifattura Tabacchi.
In concomitanza con le attività di museologia e museografia, ilBABI trasferisce all'Ecomuseo uno dei suoi corsi professionalizzanti di Museum Theatre, destinato alla formazione specifica nei linguaggi del teatro museale, in collaborazione con le istituzioni museali torinesi, tra cui la Fondazione Torino Musei.

Scuola Permanente di Comunicazione sociale
La Scuola Permanente di Formazione Teatrale, attiva da oltre quindici anni, propone presso l'Ecomuseo uno dei suoi corsi dedicato alla Comunicazione Sociale, ad accesso gratuito, una sera a settimana, e rivolto a un pubblico adulto. L'attività è finalizzata alla formazione di una compagnia teatrale semi-professionale che possa allestire uno spettacolo di caratura professionale per il termine delle attività (giugno 2020) e, eventualmente, collaborare alla definizione di attività durante l'annualità.

Ultimo aggiornamento: 03/03/2020