Città di Torino

Corpo di Polizia Municipale


Comune > Sicurezza ed Emergenze > Polizia Municipale > Sicurezza Urbana > Bullismo


Bullismo nelle scuole

Aggiornata al 26 Marzo, 2014

Si tratta di fenomeni ricorrenti di prevaricazione e di aggressivita’ da parte di bambini o ragazzi nei confronti dei coetanei o dei più piccoli.

Per emergenze

In caso di emergenza contattare la centrale operativa al n. di telefono 011 011 1 - Pronto Intervento pattuglie: la polizia municipale interverrà con la prima pattuglia disponibile in base ai codici di priorità.

Per segnalare un problema abituale

Chi contattare:

Il Nucleo di Prossimità
via Bologna, 74
tel. 011 011.34300
fax 011 011.34319
nucleodiprossimita@comune.torino.it

Il progetto di convivenza civile nelle scuole

Cosa dire:

  • proprio nominativo, dati personali e numero di telefono;
  • luogo specifico: scuola o zona (via e numero civico,…);
  • descrizione dell’evento: natura, tempi, modalità e nominativi delle persone coinvolte;
  • eventuali docenti da contattare per informazioni;
  • indicare se si tratta della prima segnalazione o se ci sono stati contatti precedenti con altri enti.

Come interviene la Polizia Municipale

Entro 7 giorni dall’arrivo della segnalazione la Polizia di Prossimità:

  • acquisisce informazioni sul fenomeno attraverso contatti con gli insegnanti e/o con i genitori e/o con il reclamante;
  • effettua il sopralluogo o  l’osservazione sul campo;
  • in caso di reato (es. aggressione), attiva le procedure di polizia giudiziaria (es. denunce,..);
  • contatta la scuola per eventuali interventi formativi e/o di prevenzione.

Durante l’attività la Polizia di Prossimità aggiorna il cittadino sui tempi e sulle modalità di soluzione del problema. Al termine dell'attività la Polizia di Prossimità contatta il cittadino e lo informa sull’esito dell’attività svolta.

Consigli utili

Il bullismo si rafforza grazie all’indifferenza e all’omertà. Si consiglia ai ragazzi di parlarne:

  • con i genitori;
  • con gli insegnanti;
  • con i compagni.

Disponibile la guida per i genitori (.pdf).



Torna indietro Stampa questa pagina Torna ad inizio pagina