Città di Torino

Corpo di Polizia Municipale


Comune > Sicurezza ed Emergenze > Polizia Municipale > Sanzioni > Modalità pagamento


Modalità di pagamento

Aggiornata al 17 Dicembre, 2015

Prima di tutto verificare che la multa sia stata emessa in nome della "Città di Torino" (Corpo di Polizia Municipale o altro servizio ausiliario) e non da altre forze di polizia (Polizia Stradale, Carabinieri, ecc.) o da polizie municipali di altri comuni.

Con i mezzi sotto indicati NON è inoltre possibile pagare le cartelle esattoriali e le multe per infrazioni a leggi diverse dal codice della strada, anche se emesse a nome dalla Città di Torino.

Si ricorda che in caso di contestazione del pagamento da parte del titolare della carte di credito (a seguito di uso fraudolento) la contravvenzione sarà considerata non pagata (per nullità del pagamento) ed il relativo importo sarà nuovamente iscritto a ruolo e notificato al contravventore; tale evento sarà inoltre oggetto di segnalazione all'autorità giudiziaria penale.

  • Tramite internet utilizzando i seguenti servizi:
    • Multe on line con possibilità di consultare le contravvenzioni ed effettuare i pagamenti esclusivamente con carta di credito o Paypal. Per accedere al servizio è necessario essere registrati su Pagonet (istruzioni su www.soris.torino.it – spazio contribuenti – pagamenti);
    • Tramite il sito Poste Italiane (istruzioni) con carta di credito o titolari BancoPosta.
  • Presso una Tabaccheria/Ricevitoria del Lotto convenzionata, indicando i seguenti dati: il codice comune 001272 della Città di Torino, il numero di verbale o della notifica, la data dell'infrazione e la targa del veicolo. la ricevitoria Lottomatica più vicina;
  • Presso un Ufficio Postale mediante versamento sul Conto Corrente Postale n. 68377266 intestato alla Soc. Soris Spa o sul Conto Corrente Postale n. 4135 intestato al Corpo di Polizia Municipale di Torino, utilizzando, possibilmente, il bollettino di C.C.P. allegato al verbale o alla notifica. Nel caso il bollettino non sia già precompilato, occorre avere cura di indicare nella causale il numero di verbale, la targa del veicolo e la data dell'infrazione. Cerca l’ufficio postale più vicino;
  • Presso una agenzia Unicredit Banca utilizzando il bollettino di C.C.Postale allegato al verbale o alla notifica. Cerca sportello bancario Unicredit più vicino;
  • Presso i sottoindicati uffici del Corpo di Polizia Municipale di Torino in contanti o Bancomat, Carte di credito del circuito VISA MAESTRO MASTERCARD (per importi superiori a € 77,47, è dovuta l'imposta di bollo di € 2,00):
    • Ufficio Cassa/Verbali via Bologna 74 nei seguenti orari: lunedì, martedì, venerdì, sabato e prefestivi dalle ore 9,15 alle ore 13,30; mercoledì, giovedì dalle ore 09,15 alle ore 18,00; durante il mese di agosto da lunedì a sabato dalle ore 9,15 alle ore 13,30.
  • Presso il Comando del Corpo -  Via Bologna 74 tramite la postazione denominata "PuntoBlu", con bancomat e utilizzando il bollettino di  conto corrente postale allegato al verbale o alla notifica. Orario: dal Lunedì al Sabato 8- 19.00).
  • Presso gli uffici della soc. Soris Spa di via Vigone n. 80 in contanti o Bancomat (orario dal Lunedì al Venerdì 8,30-13.30).
  • Presso le sottoindicate circoscrizioni amministrative, tramite le postazioni denominate "PuntoBlu", con bancomat e utilizzando il bollettino di conto corrente postale allegato al verbale o alla notifica:
    • Circoscrizione 8^ - Via Ormea 45 (orario: dal Lunedì al giovedì 8.30 - 17.45 / venerdì 8:30 - 17:00)
    • Circoscrizione 1^ - Via Bertolotti 10 (orario: dal lunedì al giovedì 8-17.30; venerdì 8-15.30)

Il pagamento in misura inferiore non ha valore ai fini dell'estinzione dell’obbligazione (Art. 389 Reg. C.d.S.).

Il pagamento deve essere effettuato entro 60 giorni dalla data di notificazione o contestazione. Trascorso tale termine l’importo dovuto, ai sensi dell’ art. 203 C.d.S., è pari alla metà del massimo edittale (circa il doppio dell’importo originale).

Attenzione

  • la data del pagamento corrisposto mediante bonifico bancario o poste private è quella dell'effettivo accredito all'Ente (Circolare Ministeriale n. 300/A/227/16/127/34-Delibera GC n. 201600529/048);
  • se il pagamento viene effettuato entro 5 giorni dalla data della contestazione o della notificazione, l'importo può essere ridotto del 30%, escluse le spese di procedura che dovranno sempre essere corrisposte per intero. La riduzione del 30% non può mai essere applicata alle violazioni che prevedono la sanzione accessoria della confisca del veicolo o della sospensione della patente di guida che si elencano di seguito:
  • VIOLAZIONI CHE NON CONSENTONO LA RIDUZIONE DEL 30%
    VIOLAZIONI CHE NON CONSENTONO LA RIDUZIONE DEL 30%
    NORMA SANZIONE ACCESSORIA
    Art. 6, c. 1, 3 e 12 Sospensione patente
    Art. 10 c. 24 Sospensione patente
    Art. 62, c. 7 Sospensione patente
    Art. 70, c. 1 e 4 Confisca veicolo
    Art. 83, c. 6 PMR non ammesso
    Art. 86, c. 2 Confisca veicolo/sospensione patente
    Art. 88, c. 3 PMR non ammesso
    Art. 93, c. 7 Confisca veicolo
    Art. 94 bis, c. 3 Confisca veicolo
    Art. 96, c. 2 bis Confisca veicolo
    Art. 97, c. 5, 7 e 14 Confisca veicolo
    Art. 97, c. 9 PMR non ammesso
    Art. 100, c. 12 PMR non ammesso
    Art. 104 c. 10, 11 e 13 Sospensione patente
    Art. 113, c. 5 PMR non ammesso
    Art. 114 c. 3 in rel. Art. 104 c. 10 e 11 Sospensione patente
    Art. 114, c. 7 PMR non ammesso
    Art. 116, c. 15 bis Sospensione patente
    Art. 117, c. 2, 2 bis e 5 Sospensione patente
    Art. 124, c. 1 in rel. Art. 116, c. 15 bis Sospensione patente
    Art. 125, c. 3, 4 e 5 Sospensione patente
    Art. 126, c. 3, 4 e 12 in rel. Art. 116, c. 15 bis Sospensione patente
    Art. 134, c. 1 e 2 Confisca veicolo
    Art. 138, c. 12 in rel. Art. 125, c. 3 Sospensione patente
    Art. 142, c. 9, 9 bis Sospensione patente
    Art. 143, c. 12 Sospensione patente
    Art. 148, c. 9, 10, 11, 12, 13, 14 e 16 Sospensione patente
    Art. 168, c. 7, 8, 8 bis e 9 Sospensione patente/PMR non ammesso
    Art. 176, c. 1, lett. C), d) e 22 Sospensione patente
    Art. 176, c. 19 PMR non ammesso
    Art. 179, c. 2, 2 bis – 1° periodo e 9 Sospensione patente
    Art. 186, c. 2, lett. A) e c. 2 bis Sospensione patente
    Art. 186 bis, c. 3  in rel. Art. 186 c. 2 lett. A) e c. 2 bis Sospensione patente
    Art. 189, c. 1 e 5 Sospensione patente
    Art. 192, c. 1, 2 e 4 PMR non ammesso
    Art. 193, c. 4 bis Confisca veicolo/sospensione patente
    Art. 213, c. 2 ter e 4 Sospensione patente
    Art. 214, c. 1 Sospensione patente
    Art. 214, c. 8 Confisca veicolo
    Art. 216, c. 6 PMR non ammesso
    Art. 217, c. 6 PMR non ammesso/sospensione patente
    Art. 218, c. 6 PMR non ammesso

    Si ricorda che il termine di 60 giorni è perentorio e deve essere calcolato partendo dal giorno successivo alla notificazione/contestazione della violazione, tenendo conto dei giorni effettivi (es.: un’infrazione notificata il 1° luglio dovrà essere pagata entro il 30 agosto)

    Con il termine “notificare” si intende portare l’interessato a conoscenza giuridica di un atto che lo riguarda e, di solito, questo avviene mediante consegna a mezzo posta o tramite messo notificatore all’indirizzo di residenza o domicilio. Qualora il destinatario sia assente verrà lasciato avviso del tentato recapito presso la residenza e l’atto, che è da ritenersi correttamente notificato, potrà essere ritirato, secondo quanto indicato nell’avviso, o presso l’ufficio postale o la Casa Comunale;

    Con il termine “contestazione” invece si intende la notificazione formale, ad opera di un agente di polizia, tramite consegna diretta di un verbale che contiene la descrizione del fatto che costituisce illecito, oltre alle generalità di chi lo ha commesso, il luogo ed il momento in cui è stato commesso. Tale contestazione avviene, di norma, direttamente sulla strada al momento del fatto.

    Le “multe” lasciate sul parabrezza (cosiddetti preavvisi) sono assimilabili ad un avviso bonario e possono essere pagate con la riduzione del 30%; il pagamento deve, però, essere effettuato entro 20 giorni dalla data della violazione.

    Prima di pagare il preavviso che trovate sul parabrezza con allegato di conto corrente, vi invitiamo a controllare sempre che la targa indicata sul preavviso sia quella del vostro veicolo e che il conto corrente riporti il numero del vostro preavviso.

    Tale controllo si rende necessario perché, qualora ignoti avessero spostato il loro preavviso o il loro bollettino sul vostro veicolo, vi trovereste ad aver pagato la contravvenzione relativa ad un altro utente, e non la vostra.



Torna indietro Stampa questa pagina Torna ad inizio pagina