Città di Torino

Corpo di Polizia Municipale


Comune > Sicurezza ed Emergenze > Polizia Municipale > Sanzioni > Procedure assicurazioni


Procedure a seguito di violazioni per mancata copertura assicurativa

Aggiornata al 19 Gennaio, 2009

Art. 193 CDS - Obbligo dell'assicurazione di responsabilità civile

Chiunque pone in sosta o circola con un veicolo senza la copertura dell'assicurazione (inesistente o scaduta) è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 779,00 ad euro 3.119,00 (pagamento entro 60 giorni 779,00 €; pagamento oltre 60 giorni 1.559,50 €).

L’organo di polizia ordina la cessazione immediata della circolazione del veicolo ed è prevista la sanzione accessoria del sequestro del veicolo del quale viene trattenuto il documento di circolazione. Con apposito verbale il veicolo viene affidato al trasgressore, al proprietario o ad altro obbligato in solido, il quale provvede allo spostamento del veicolo tramite carro attrezzi o attiva immediatamente una polizza assicurativa.

I ciclomotori ed i motocicli sono invece affidati in custodia per 30 giorni ad una depositeria convenzionata ed al termine di tale lasso temporale il proprietario potrà richiederne l’affidamento (salvo il caso in cui sia stato reso operativo il dissequestro del veicolo avendo ottemperato a quanto previsto).

Il veicolo affidato al trasgressore (o proprietario o altro obbligato in solido) deve essere custodito presso un luogo privato appositamente indicato (il rifiuto di custodire il veicolo sequestrato comporta la violazione di cui all’art. 213 comma 2 ter del CDS, il quale prevede una sanzione edittale da € 1685,00 a € 6741,00 (pagamento entro 60 giorni € 1685,00; pagamento oltre 60 giorni € 3370,50) e la sanzione accessoria della sospensione della patente da 1 a 3

Il veicolo sarà rimesso nella disponibilità dell’avente diritto quando, entro 60 giorni, sia stato assolto il pagamento della sanzione (ed ove previste delle spese relative al prelievo, al trasporto ed alla custodia del veicolo) e sia stata attivata una copertura assicurativa di almeno 6 mesi.
La violazione contestata al trasgressore (conducente) viene notificata al proprietario del veicolo quale obbligato in solido ai sensi dell’art. 196 CDS.

Nel caso di mancato pagamento o mancata proposizione di ricorso nei termini, il verbale viene inviato al Prefetto in quanto costituisce titolo esecutivo ai fini della confisca del veicolo, ai sensi dell’art. 213 CDS.

La sanzione pecuniaria del pagamento in misura ridotta da effettuarsi entro il 60° giorno, è ridotta ad un quarto (€ 194,80) se la copertura assicurativa è attivata nei quindici giorni successivi al termine di cui all'art. 1901, secondo comma, del codice civile (Se alle scadenze convenute il contraente non paga i premi successivi, l’assicurazione resta sospesa dalle ore ventiquattro del quindicesimo giorno dopo quello della scadenza).

La sanzione amministrativa è altresì ridotta ad un quarto quando l'interessato entro trenta giorni dalla contestazione della violazione, previa autorizzazione dell'organo accertatore, esprime la volontà e provvede alla demolizione e alle formalità di radiazione del veicolo. In tale caso l'interessato ha la disponibilità del veicolo e dei documenti relativi esclusivamente per le operazioni di demolizione e di radiazione del veicolo previo versamento presso l'organo accertatore di una cauzione pari all'importo della sanzione minima edittale previsto dal comma 2 dell’art. 193 CDS.

Ad avvenuta demolizione certificata a norma di legge, l'organo accertatore restituisce la cauzione, decurtata dell'importo previsto a titolo di sanzione amministrativa pecuniaria.

Si precisa che la circolazione con veicolo sequestrato comporta l’applicazione della sanzione di cui all’art. 213 comma 4 CDS, da € 1842,00 a € 7369,00 (pagamento entro 60 giorni €1842,00 ; pagamento oltre 60 giorni € 3684,50 ), la sanzione accessoria della sospensione della patente da 1 a 3 mesi e la rimozione e conduzione del veicolo presso il luogo di custodia ove sarà posta segnalazione visibile del suo stato di sequestro, previa compilazione di apposito verbale di nomina del custode e di consegna al medesimo dell’oggetto del sequestro.
Nel caso indicato potrebbe anche ricorrere la violazione dei doveri di custodia di cui agli artt. 334 e 335 Codice Penale.

N.B.: Nelle ipotesi di cui al comma 2-ter, l'organo di polizia provvede con il verbale di sequestro a dare avviso scritto che, decorsi dieci giorni, la mancata assunzione della custodia del veicolo da parte del proprietario o, in sua vece, di altro dei soggetti indicati nell'articolo 196 o dell'autore della violazione, determinerà l'immediato trasferimento in proprietà al custode, anche ai soli fini della rottamazione nel caso di grave danneggiamento o deterioramento. L'avviso è notificato dall'organo di polizia che procede al sequestro contestualmente al verbale di sequestro. Il termine di dieci giorni decorre dalla data della notificazione del verbale di sequestro al proprietario del veicolo o ad uno dei soggetti indicati nell'articolo 196.

Decorso inutilmente il predetto termine, l'organo accertatore trasmette gli atti al prefetto, il quale entro i successivi 10 giorni, verificata la correttezza degli atti, dichiara il trasferimento in proprietà, senza oneri, del veicolo al custode, con conseguente cessazione di qualunque onere e spesa di custodia a carico dello Stato. L'individuazione del custode-acquirente avviene secondo le disposizioni dell'articolo 214-bis. La somma ricavata dall'alienazione è depositata, sino alla definizione del procedimento in relazione al quale è stato disposto il sequestro, in un autonomo conto fruttifero presso la tesoreria dello Stato. In caso di confisca, questa ha ad oggetto la somma depositata; in ogni altro caso la medesima somma è restituita all'avente diritto. Per le altre cose oggetto del sequestro in luogo della vendita è disposta la distruzione. Per le modalità ed il luogo della notificazione si applicano le disposizioni di cui all'articolo 201, comma 3. Ove risulti impossibile, per comprovate difficoltà oggettive, procedere alla notifica del verbale di sequestro integrato dall'avviso scritto di cui al presente comma, la notifica si ha per eseguita nel ventesimo giorno successivo a quello di affissione dell'atto nell'albo del comune dov'è situata la depositeria ( Si precisa che si è in attesa della stipula delle convenzioni, tra il Ministero dell’Interno, l’Agenzia del Demanio ed i soggetti individuati, come previsto dall’art. 214 bis CDS).

P.S.: L’importo delle sanzioni amministrative pecuniarie previste dal C.d.S. è riferito al biennio 2009/2010



Torna indietro Stampa questa pagina Torna ad inizio pagina