Cittą di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde > Verde Pubblico > Notizie


Aggiornato il 30.09.2008

Realizzato un nuovo tratto di pista ciclabile lungo la sponda destra del Po

La pista ciclabile nel verde al Parco Caduti Lager NazistiSabato 4 ottobre 2008 alle ore 17.00, al Parco Caduti dei Lager Nazisti in corso Moncalieri 88 (in prossimità del Circolo Eridano), sarà inaugurata la pista ciclopedonale che sulla sponda destra del Po collega tra loro i ponti Isabella (Corso Dante) e Balbis (corso Bramante). La pista si inserisce in un processo di riqualificazione più ampio, che da una ventina di anni con il progetto “Torino Città d'Acque” ha previsto e attuato interventi di carattere ambientale e paesaggistico lungo tutto l'asse del fiume.
Il tratto urbano del Po è percorribile per tutta la sua lunghezza solo sulla riva sinistra, da Moncalieri all'immissione della Stura, con una pista che in parte corre sulla sponda ed in parte su viali e percorsi alberati al Valentino e sui Lungo Po Machiavelli ed Antonelli, fino a giungere al ponte di Sassi ed al parco Colletta.

La riva destra invece è percorribile solo a tratti: da molti anni è disponibile, a nord, un percorso ciclabile nel Parco Suor Michelotti (dal Ponte di Corso Regina Margherita, lungo l'asse di corso Casale, fino al Parco del Meisino e a San Mauro); a sud, finora erano disponibili un primo tratto, la recente pista ciclopedonale del Fioccardo (lungo corso Moncalieri, fino al Ponte Balbis), e un secondo tratto, sempre lungo corso Moncalieri, tra il Ponte Isabella e il Ponte di corso Vittorio Emanuele II, lungo l'asse automobilistico e parzialmente nel verde del Parco Caduti Lager Nazisti.

La nuova pista inizia da quella del Fioccardo al ponte Balbis e corre verso nord lungo l'alveo del fiume, sotto il livello degli impianti sportivi dei circoli che si affacciano sul fiume; la sua realizzazione ha consentito di recuperare e riqualificare la sponda.
Giunto oltre il ponte Isabella, il percorso rientra verso la riva per poi innestarsi su Lungo Po Sardegna, nel Parco Caduti dei Lager Nazisti. Una passeggiata solo pedonale, più stretta, consente di giungere fino alle scalette di accesso della società di canottieri Eridano.

La larghezza del tracciato è va dai tre metri ai tre metri e mezzo a seconda dei tratti, con un massimo di 4 metri nei sottopassi dei ponti.
I lavori per la pista sono iniziati a marzo del 2007 e si sono conclusi alla metà di agosto. La sua realizzazione è costata 1 milione e 746 mila euro.

(A cura dell'Ufficio Stampa, Ezio Verna, e Patrizia Rossini)

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina