Cittą di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde > Verde Pubblico > Notizie


Aggiornato il 16.07.2009

Un nuovo percorso riservato alle mountain-bike nel Parco della Maddalena

percorso riservato alle mountain bikes Gli appassionati della mountain bike avranno un motivo per essere contenti di stare in città ad agosto: per loro il Comune ha attrezzato un percorso al Parco della Maddalena, dove potersi cimentare al di fuori dei normali percorsi pedonali e vietati al transito delle due ruote.

Una scelta che rappresenta una possibilità in più per gli sportivi torinesi, un'attrazione turistica ma soprattutto una necessità per evitare che pericolose discese a velocità elevata da parte dei bikers rappresentino un pericolo per i pedoni.

Nel Parco della Rimembranza, infatti, (la parte più alta del parco) l'utilizzo della bicicletta è problematico, soprattutto perché, impropriamente, venivano effettuate pericolose discese a velocità elevata da parte dei bikers e i pedoni lamentavano la pericolosità del loro comportamento.

I cartelli di divieto di transito alle biciclette posti ad alcuni ingressi del parco, come segnalato dalle Guardie ecologiche volontarie della Provincia, non erano sufficienti a risolvere la situazione. Si è dunque deciso di individuare e attrezzare un percorso riservato alle biciclette, ben distinto rispetto ai sentieri pedonali della parte più alta e più frequentata del parco, limitando dunque la pericolosità per i pedoni, ma consentendo comunque ai bikers le discese, senza creare disagio agli utenti a piedi.

Nei mesi scorsi è stata completata la preparazione del percorso (lunghezza totale mt. 2290) e la segnaletica: i bikers possono quindi iniziare a frequentare il nuovo sentiero, chiaramente indicato anche con mappe riportate sui cartelli agli ingressi.

Il Percorso Mountain Bikes è dunque, d'ora in poi, l'unico percorso percorribile in sella alla bici nel parco della Maddalena e un'ordinanza ha posto l'obbligo di evitare completamente i percorsi non autorizzati, pena una sanzione da 25 a 250 euro, che può essere comminata da parte delle Guardie ecologiche volontarie e dalla Polizia municipale.

Il percorso è accessibile, nella parte alta, nei pressi del piazzale principale, da un accesso separato riservato alle mountain bike (presso il cancello dell'ex-area gioco un tempo situata sotto le torri dei ripetitori e ormai da tempo smantellata). A valle, a partire dal quadrivio Raby, sono tre gli accessi disponibili.

Attenzione: il percorso ha due livelli di difficoltà ed è in parte riservato, in parte promiscuo coi percorsi pedonali: il tratto più a monte, e una parte del tratto più a valle, è consigliato ai soli bikers esperti; è un percorso di media-alta difficoltà vietato ai pedoni; il resto del percorso è un percorso adatto anche ai ciclisti meno esperti ed percorribile anche a piedi.

Invitiamo tutti i ciclisti a procedere con prudenza lungo tutto il percorso, data la presenza di pedoni, e a utilizzare il casco.

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina