Cittą di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde > Verde Pubblico > Attivitą nel verde


Aggiornato il 13.05.2009

Le aree cani

area cani al parco della PellerinaLe aree cani sono zone recintate e dotate di cancello, ma aperte 24 h su 24, tranne alcune sporadiche eccezioni, che sono aperte e chiuse in orari prestabiliti in cui i proprietari di cani, obbligati dal Regolamento di Polizia Urbana a tenere a guinzaglio i propri animali in tutto il resto della città, ivi comprese le aree verdi pubbliche, possono liberare i cani e farli scorrazzare tranquillamente, sotto la propria vigile responsabilità.

Le necessità dei nostri amici a quattro zampe sono ben presenti all'Amministrazione, ed è per questo che è in corso uno sforzo importante da parte della Città e degli uffici circoscrizionali per migliorare le aree cani esistenti, renderle sempre più presenti capillarmente nel territorio, e pertanto soddisfare, nel contempo, sia gli animali, permettendo l'attivazione delle caratteristiche fisiche tipiche di ogni razza, sia gli utenti possessori di cani, che possano trascorrere un sano momento all'aria aperta, coltivando incontri, amicizie e nuove esperienze.

Non tutte le aree cani del territorio cittadino sono uguali, per dimensioni, tipologia, servizi offerti, anche a causa della disomogeneità delle caratteristiche del verde nel territorio e della necessità di tenere conto delle esigenze di tutti i fruitori delle aree verdi:
le dimensioni delle aree, in particolare, variano notevolmente, dai 12.700 mq del Parco della Pellerina, l'area cani più vasta della città, fino ai 400 mq dell'area di Via Olivero. Alcune aree sono suddivise in due o tre parti per permettere la suddivisione dei cani di piccola taglia da quelli più grandi, altre hanno dimensioni tali da non consentirlo.

Comportamento nelle aree cani

Nelle Aree Cani è consentito ai conduttori di cani far correre e giocare liberamente gli animali, senza guinzaglio e museruola, sotto la propria vigile responsabilità.
È tuttavia obbligo dei conduttori evitare che i cani costituiscano pericolo per le persone o per gli altri animali, o arrechino danni a cose, e a tale scopo essere muniti di guinzaglio e trattenere i cani ogniqualvolta se ne presenti la necessità o opportunità; si ricorda che il proprietario o l'accompagnatore è civilmente e penalmente responsabile di ogni azione del cane da lui condotto.
Si ricorda inoltre che:

  • Come in tutte le aree pubbliche e il suolo pubblico, anche nelle aree cani vige l'obbligo di rimuovere le deiezioni solide, lasciando pulito lo spazio sporcato dagli animali. A garanzia dell'igiene ed a tutela del decoro, è fatto obbligo ai proprietari di cani ed a chiunque li accompagni quando siano condotti in spazi pubblici di essere muniti di idonea attrezzatura per la raccolta delle deiezioni e di depositare le medesime nei contenitori di rifiuti solidi urbani
  • Ai sensi degli art. 2 e 3 della Legge Regionale 18/2004 vale l'obbligo di iscrizione dei cani all'Anagrafe Canina Regionale tramite l'inserimento di un microchip
  • È vietato l'accesso all'area per i cani affetti da malattie infettive
  • Al di fuori delle aree loro dedicate, i cani devono essere tenuti al guinzaglio, anche nelle aree verdi, e se di taglia grossa o media o di indole mordace, devono essere anche muniti di museruola; nelle aree giochi i cani non possono entrare
    (Art. 53 Regolamento Polizia Urbana, art. 86 Regolamento del Verde Pubblico e Privato, art. 22-24 Regolamento per la tutela del benessere degli animali in città)

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina