Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2019


Un patto di collaborazione tra la Città di Torino e l'Associazione Nazionale Alpini per il parco della Rimembranza

Pubblicato il 28.5.2019

rimembranza

La Giunta comunale ha accolto, lo scorso 22 maggio 2019, la proposta presentata dall'Associazione Nazionale Alpini - sezione di Torino, che collaborerà con la Città per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione del parco della Rimembranza e della ex casa del Custode del parco, stipulando a tal fine con la Città di Torino un Patto di collaborazione ai sensi del Regolamento Beni comuni.

Si apre ora, prima della stipula del Patto, una fase della durata di 15 giorni, in cui i cittadini e altre realtà associative interessate possono presentare ulteriori contributi o apporti o osservazioni utili alla valutazione degli interessi coinvolti o a far emergere gli eventuali effetti pregiudizievoli della proposta stessa; tali osservazioni andranno inviate entro il 10 giugno 2019 ore 12 alla mail: benicomuni@comune.torino.it

Il Parco della Rimembranza, sito nel territorio comunale collinare, è un luogo molto apprezzato dalla cittadinanza torinese e di elevato valore storico e simbolico, per la presenza di migliaia di targhe commemorative, poste su pali di legno e distribuite lungo i viali del parco, a memoria dei caduti della Grande Guerra, nonché per la sua struttura originariamente voluta come Arboretum, ossia raccolta di alberi provenienti da varie nazioni del mondo; un luogo piacevole per passeggiare, imparare e ricordare. Nei pressi dell’ingresso superiore al parco della Rimembranza, in strada della Vetta al Colle della Maddalena, c'è uno stabile, di un piano fuori terra e uno seminterrato, in precedenza adibito ad alloggio di custodia e inutilizzato fino all'anno scorso, anche a seguito della richiesta da parte dell’ASL di non prevedervi usi residenziali, a causa delle onde magnetiche quotidiane emanate dai ripetitori presenti a poca distanza. 

rimembranza1

Nel corso del 2018 in occasione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale, una concessione temporanea è stata data all'ANA per realizzare all’interno dello stabile succitato una mostra, per ricordare quanto avvenuto in quegli anni di guerra.

Ecco perché su questo “bene comune” si è concretizzata la proposta di Patto di collaborazione dell'ANA, che prevede:

  • La realizzazione, nei locali dell’ex casa del custode del Parco, di un punto permanente di informazione e formazione (per visitatori del parco e scolaresche) sul Parco, sulla Grande Guerra e sull’Arboretum Taurinense;
  • Il proseguimento dell’attività di volontariato per la manutenzione dei pali e delle targhe dei Caduti, con la possibilità di stoccare nel seminterrato dei locali dell’ex casa del custode i materiali e le attrezzature necessarie;
  • La realizzazione, a cura dell’ANA, in continuità con il passato, della manifestazione commemorativa dei Caduti (già consolidata) il 3 novembre di ogni anno, nel parco della Rimembranza, piazzale Timavo;
  • La progettazione e posa sulla sommità del Colle della Maddalena, nel piazzale del Faro della Vittoria, di una tavola di orientamento sul panorama della Città e delle Alpi;
  • La progettazione e realizzazione di altre attività e azioni di tipo promozionale, divulgativo, ambientale e sociale, per migliorare la conoscenza e la fruizione del Parco e favorire il volontariato.

La Città continuerà le proprie attività di cura del parco, sia attraverso l’appalto ad imprese specializzate, sia attraverso il pascolo e la fienagione da parte dei contadini e fornirà gratuitamente gli oneri di utenza per l'ex Casa del custode, fino ad un tetto massimo di spesa stabilito dal Patto.

Il Patto di collaborazione che la Città andrà a stipulare avrà una durata di 9 anni.

Per ulteriori informazioni: www.comune.torino.it/benicomuni

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina