Città di Torino

Verde Pubblico


Comune > Ambiente e Verde >

Verde pubblico > 2019


Cura e messa a dimora di alberi in città

Pubblicato il 28.3.2019

ParcoDora-2

E’ in corso, da parte dell’Area tecnica Alberate del Servizio Verde Pubblico la messa a dimora di circa 260 alberi, in varie zone della città.

Oltre alle 66 piante della varietà Parrotia persica “Vanessa”, messe a dimora lungo la nuova pista ciclabile di via Nizza, è in corso il piantamento degli alberi donati dai cittadini nel 2018 (una quarantina), che troveranno collocazione in diversi parchi e giardini.

Altri piantamenti riguardano alcune località della Circoscrizione 3 (il Parco Ruffini, il giardino di via Millio, il giardino di via Rivalta/Osasco e il giardino Piredda), corso Dante (31 Pyrus calleriana, peri da fiore), molto richiesto dalla cittadinanza, diverse località nelle circ. 4, 5, 6, 7 e 8, tra le quali Parco Vallette, Giardini di Via Pietro Cossa 293, via Sospello/via Cardinal Massaia, Lungo Dora Firenze e molte altre.

ParcoDora1-2

Da segnalare l’intervento nel Parco Dora, area ex Michelin (lato centro commerciale), dove prosegue la messa a dimora di alberi collegata all’iniziativa “Mille alberi in città”, nell’ambito della quale erano state piantate lo scorso novembre 260 nuove piante insieme ai cittadini  . E’ ora in corso la messa a dimora di 56 nuovi alberi (18 platani, 21 bagolari, 11 tigli, 3 liriodendri e 3 aceri) in filari, che serviranno ad ombreggiare una serie di percorsi pedonali e podistici attualmente molto esposti all’irraggiamento solare. Gli interventi di forestazione urbana servono a contrastare le emissioni di CO2 e a procurare benefici ambientali, per adattare le nostre aree verdi e mitigare i rischi portati, ad esempio, da precipitazioni intense e da isole di calore, ampliando le possibilità di utilizzo del parco anche nei periodi più caldi dell’anno.

goriniManut
 L'area di forestazione urbana di via Gorini

Sono in corso anche le operazioni di manutenzione degli alberi piantati insieme ai cittadini nei pressi dell’inceneritore di via Gorini (circa 1000 alberi): i giardinieri comunali stanno provvedendo a rasare l’erba, ripristinare i tutori che si fossero inclinati, eliminare le piantine che non hanno resistito e sono morte (un certo numero di piante morte è normale per questa tipologia di piantamento). L’area è stata dotata di presa idrica e i giardinieri stanno anche effettuando il secondo bagnamento primaverile delle piante.

pterocaryaMurazzi

Da segnalare, nel contempo, la necessità di abbattere una grossa Pterocarya ai Murazzi, lato corso Cairoli, ai piedi della scarpata: la valutazione di stabilità di questa pianta, da anni aveva fatto emergere una situazione precaria, che già due volte era stata affrontata con potature di ripristino delle condizioni di sicurezza. Purtroppo, nel corso dell’ultimo controllo, i professionisti esterni incaricati dalla città, effettuati anche i necessari approfondimenti strumentali (tomografie) hanno ritenuto la situazione che è peggiorata e la grossa carie causata da un fungo (carpoforo) ha completamente svuotato il tronco alla base e ha ormai intaccato le radici. E’ pertanto inevitabile l’abbattimento, che eviti un futuro cedimento spontaneo dell’albero, che avverrà lunedì 1° aprile. I tecnici del Servizio Verde Pubblico stanno valutando la sostituzione futura della pianta. Le analisi di stabilità sono documenti disponibili presso il Servizio Verde Pubblico e consultabili dai cittadini con richiesta di accesso agli atti.

La programmazione degli interventi è sempre pubblicata, ogni due settimane, nell’”Agenda Alberi”, nel sito web della Città di Torino, sezione Verde Pubblico.

Torna su



Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna ad inizio pagina